Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

OPINION 5 min per leggere 8 Commenti

iPhone XR: il flop che Apple si merita (di nuovo)

Dopo pochi mesi di distanza dalla loro presentazione, i nuovi iPhone XS e iPhone XS Max stanno letteralmente facendo volare le vendite di Apple. Beh questo non è certo una novità per il gigante di Cupertino, il quale rimane ancora oggi il primo al mondo nella classifica dei migliori brand, senza dimenticare che si tratta della prima azienda al mondo valutata un trilione di dollari, cioè ben mille miliardi (giusto per intenderci). Eppure, qualcosa non va…

Ogni tanto anche alla migliore azienda del mondo è concesso fare un passo falso, se così possiamo chiamarlo. Quello di Apple sembrerebbe essere l’aver voluto riproporre sul mercato la stessa strategia del 2013, ovvero affiancare ai due migliori iPhone di sempre una variante più economica venduta in ben sei diverse colorazioni, iPhone XR.

Fin qui niente di strano e sembrerebbe anche una buona cosa, tanto che sono riuscito anche a trovare diversi aspetti positivi per questo dispositivo. Non presenta un corpo di plastica come il passato e possiede uno schermo da 6,1 pollici che mette un po’ tutti d’accordo sull'usabilità. Tuttavia, se confrontato con i modelli premium, è equipaggiato da componenti di livello più basso che sinceramente fanno un po’ storcere il naso quando si guarda il prezzo di listino (889 euro).

iPhone XR 4
Acquistare iPhone XR non è esattamente così conveniente come sembra. / © AndroidPIT

Non ce la faccio, troppi ricordi

Come ho appena detto, il tutto ricorda moltissimo quel settembre del 2013 in cui la società portò sul palco iPhone 5s e, con grande sorpresa, iPhone 5c. Da tempo in molti si aspettavano l’arrivo di uno smartphone low-cost da parte di Apple e sembrava che il momento fosse finalmente arrivato. Peccato che iPhone 5c fu lanciato ad un prezzo di 629 euro, suscitando non poche polemiche.

Inizialmente accusata dai propri clienti per il prezzo spropositato, in seguito le lamentele arrivarono dagli azionisti: sì perché nonostante le vendite del primo iPhone di plastica si siano rivelate un vero successo in confronto alla concorrenza (basti pensare che le sue vendite superarono il Galaxy S4 e l’LG G2 messi insieme), complessivamente iPhone 5c fu un modesto flop.

Prima di tutto perché l’enorme disponibilità di questo dispositivo ha generato per la prima volta un calo dei prezzi di listino dei prodotti della mela, in seguito perché, tra tutti gli acquisti di iPhone avvenuti tra il 2013 e il 2014 (ben 51 milioni circa), soltanto 13 milioni si riferivano all’iPhone 5c. Già allora il mercato non reagì bene come Apple probabilmente si aspettava, ma allora perché riprovarci ben cinque anni dopo?

iphone 5c colors
Nonostante possa sembrare il contrario, iPhone 5c fu un flop per le vendite di Apple. / © Apple

Forse è meglio rallentare...

Ok, la plastica è stata sostituita dal vetro ma iPhone XR potrebbe far sì che la storia si ripeta ancora una volta, o magari potrebbe scriverne addirittura una peggiore. Infatti, a quasi due mesi dalla presentazione della nuova line-up svelata sul palco da Tim Cook, iPhone XS e XS Max hanno subito ingranato la giusta marcia nel mercato vendendo nei primi giorni ben il 45% in più rispetto alla generazione precedente (ci si riferisce a iPhone 8 e iPhone 8 Plus), uno dei risultati più impressionanti per Apple.

Ma pare non si possa dire la stessa cosa di iPhone XR. Apple non ha proprio imparato niente dai suoi errori del passato. L’iPhone “low-cost” (sì, lo scrivo tra virgolette perché 889 euro non mi sembrano poi così low-cost) non piace e non sono io a dirlo, ma il mercato: secondo i dati ottenuti in questi giorni, la domanda di iPhone XR è talmente bassa che Apple ha dovuto ordinare ai suoi assemblatori cinesi, Foxconn e Pegatron, di rallentare immediatamente la produzione del dispositivo.

Secondo il precedente piano, Foxconn avrebbe dovuto produrre circa centomila unità mensili, ma a quanto pare si ridurrà di quasi il 30%, una cifra considerevole. Idem per quanto riguarda Pegatron, la quale non parla di numeri ma non nasconde che la situazione sia esattamente la stessa anche dalle loro parti dichiarando che “la produzione di iPhone XR non raggiunge più la capacità stabilita”. Ultimo ma non ultimo, Apple avrebbe persino annullato ogni possibile intervento da parte di un’altra industria di assemblaggio chiamata Wistron, la quale avrebbe dovuto dare supporto alla produzione di iPhone XR in caso di alta richiesta.

foxconn
Foxconn e Pegatron hanno ricevuto l'ordine di tagliare la produzione di iPhone XR. / © Milwaukee Independent

Insomma, com’è possibile che Apple nel 2018 non abbia ancora capito che nella bellissima favola che ha costruito non c’è assolutamente spazio per uno dei suoi dispositivi che costa relativamente meno? Meno, poi, per modo di dire visto che basta poco più per accaparrarsi un modello più pregiato sotto ogni punto di vista. L’alone che Apple ha creato intorno ai suoi seguaci è talmente forte che i risultati parlano da soli: i due iPhone di punta segnano record, mentre quello colorato rimane “castrato”.

Basta analisti spioni

Inoltre, oltre tutto questo trambusto c’è anche da considerare l’ultima dichiarazione di Apple avvenuta proprio in questi giorni: l’azienda ha deciso di non rivelare mai più i dati relativi alle vendite dei suoi prodotti, una mossa che molto probabilmente ostacolerà la prevedibilità dei guadagni futuri. La riluttanza dell'azienda americana a voler rivelare i volumi di spedizione suggerisce che Apple sta affrontando uno dei suoi principali cali e le piacerebbe che il pubblico si concentri altrove.

Colori sgargianti e prezzi più bassi non attirano i seguaci della mela, tanto che gli utenti preferiscono acquistare i modelli precedenti piuttosto che iPhone XR. Col natale ormai alle porte, la possibilità per l’azienda di risollevare la propria produzione è davvero molto limitata. Cara Apple, ti ammiro da anni e so che non c’è due senza tre, ma spero proprio di no!

Siete soddisfatti di iPhone XR? Lo comprereste volentieri rispetto a iPhone XS e XS Max? Vi aspetto nei commenti.

8 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Iphone 5s è stato un progetto che ha dato i suoi frutti nel lungo periodo. È bastato potenziarlo e aggiornarlo per realizzare un cellulare compatto, esteticamente amato dai puristi dell'iphone e usabile, a patto di non passare tutto il giorno a chattare su whatsapp. Smartphone tuttora in listino, low-cost sul serio (250€), aggiornamento ios 12, touch-id, apple pay... non mi stupirei se l'anno prossimo replicassero il modello se.


  • Ok, forse avrà vendite inferiori rispetto a quello previsto, però per me bisogna guardare a questo telefono come ad un telefono che durerà molto sia per chi lo acquista, ma sopratutto per i listini Apple: avendolo equipaggiato con il processore a12 e non con un A11(ricordo che iPhone 5c partiva con processore più vecchio rispetto al processore A7 del 5s, primo a 64 bit), Apple lo terrà a listino per almeno 3 anni senza più aggiornarlo o sostituirlo, facendolo diminuire di 100€ ogni 12 mesi e poi passerà la palla alle catene ed operatori per ancora 1 -2 anni; mentre gli Xs potrebbero venire eliminati con i prossimi modelli, come è successo ad iPhone X.
    Credo che un iPhone XR per molti che non cambiano iPhone dal 5s/6 è ottimo.
    Io ho preso un iPhone XS Max e dopo 2 anni di galaxy s8 plus, posso dire che mi sto trovando benissimo: fluidità del software, velocità, sblocco, durata della batteria infinita, arrivo a sera con ancora il 65%, quando con il Samsung sono sempre arrivato con il 20%.
    Chi viene da Android o da iPhone precedenti al 6s non ha bisogno de 3D Touch, la fotocamera è ottima. Dopotutto anche con Samsung se vuoi il top, cioè il note o i modelli plus devi sborsare più soldi.


    • Giusta osservazione, ma come ho ribadito nell'articolo, non basta equipaggiare con l'ultimo chip un iPhone colorato per vendere quantità tali da rimanere soddisfatti rispetto al modello top offerto dall'azienda. Gli attuali dati in possesso alla stampa e agli azionisti purtroppo sono questi: le persone preferiscono spendere meno acquistando iPhone 8 e iPhone 8 Plus piuttosto che XR, tanto che Apple ha chiuso i rubinetti della produzione (non tutti, ma il 30% in meno non è poco).
      Questa è la realtà di oggi ma per carità spero di sbagliarmi in futuro :)


      • Scusate, ma voi fate un articolo basandolo principalmente sulla notizia della riduzione del 30% della produzione, quando è, sì stata riportata da molti siti, ma anche rimasta lì senza nessuna aggiunta e senza creare un grande rumore. Comunque anche l'anno scorso dissero la stessa cosa in questo periodo in merito all'iPhone 8 e a dicembre dell'iPhone X (che uscì a novembre). Stessa cosa successa nel 2016 con iPhone 7 e 7 plus. Poi i dati sono stati smentiti.
        Ok, anche la questione della trimestrale più bassa rispetto a quella prevista per il periodo ottobre-dicembre, ma questo dipende da meno unità vendute in Cina e in merito al fatturato anche dai dazi che verrano imposti, e comunque non riferibile ad un taglio cosi marchiato della produzione. Parlate di Apple solo per fare click, perché la denigrate nel 90% degli articoli, senza essere neanche un po' oggettivi e analitici, ma basandovi solo su quello che vi salta all'occhio e vi fa comodo.
        A questo punto se volete essere seri, tornate a parlare solo di Android.
        Mi sembra che ultimamente fate le notizie solo per scrivere qualcosa sui vostri siti, come la notizia in merito all'uscita di iPad Pro 2018, dove scrivete sia sul sito USA sia nella traduzione qui in italiano, che il FaceID usa l'autenticazione 2D, quando sapete benissimo (se non lo sapete, allora non scrivete fesserie, e informatevi prima) che è lo stesso usato da iPhone X, solo che per funzionare sia in verticale che in orizzontale, Apple ha esteso il campo di visione. Basta leggere il sito Apple in qualsiasi lingua per capire di cosa sto parlando, che contraddice qualsiasi cosa abbiate scritto in quell'articolo.
        Non voglio difendere Apple, anche perché sono tornato ad usare un iPhone da un mese, dopo anni di Samsung, ma l'obiettività è uno degli elementi che dovrebbero caratterizzare una notizia.

        Scusatemi se vi scrivo queste cose. Vi dico di Non averne al male, ma ultimante avete perso molta credibilità e serietà: mi dispiace molto, perché eravate un ottimo sito in ambito Android, e potreste esserlo ancora se lo volete.
        P.S.: E' come se da tg1 e tg5, siete passati a fare notizie in stile Studio Aperto.


      • Non posso entrare nel merito degli articoli precedenti scritti dai miei colleghi, soprattutto se si tratta di articoli di opinione che, come dice la parola stessa, si basano esclusivamente sull'opinione personale dell'autore dove persino io potrei trovarmi completamente in disaccordo, ma è comunque giusto che esprimano ciò che pensano anche se non si condivide il contenuto.

        Per quanto riguarda il mio articolo, posso dirti che non è basato esclusivamente sul rallentamento della produzione da parte di Apple per quanto riguarda iPhone XR, ma il ragionamento si articola anche sul confronto (lecito a mio modo di vedere) con il precedente iPhone colorato, sul fatto che tutti i vari trambusti hanno portato l'azienda a decidere di non voler più dichiarare le proprie vendite pubblicamente (una cosa del tutto lecita ma che sicuramente crea tantissimo clamore) e, infine, in base alla storicità dei trend di mercato.

        Apprezzo tantissimo il tuo commento per come è stato articolato e ben documentato. Posso dirti che molte delle cose che hai scritto le condivido pienamente. Non ce la prendiamo a male, ci mancherebbe! Oltretutto non hai offeso nessuno e siamo qui per risolvere ogni dubbio dei nostri lettori ;)


  • Beh, se iPhone Xr calasse di prezzo converrebbe comprarlo anzichè comprare iPhone 8.
    P.S. mentre leggevo l’ articolo in TV hanno mandato la pubblicità di iPhone Xr.


    • Converrebbe ma non è comunque detto che gli acquisti possano incrementare più di tanto. Ho fatto l'esempio di iPhone 5c proprio per far capire il fatto che già nel 2013, nonostante la disponibilità di tale smartphone abbia anche comportato una sua diminuzione di prezzo, le vendite complessive rispetto all'iPhone di punta non erano assolutamente comparabili.


      • Apple e fascia media non sono mai realmente andati d’ accordo e a molti non piacciono i telefoni colorati, evidentemente.

Articoli consigliati