Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Recensione 6 min per leggere Nessun commento

JBL Link 10 e 20 recensione: Google Home fatto portatile

Il marchio Haman JBL fraternizza con Google e presenta la serie Link, una linea di altoparlanti WLAN compatibili con Google Assistant. Potrebbero essere l'alternativa perfetta per l'altoparlante intelligente Google Home: hanno anche Google Assistant integrato e, grazie alla connettività Bluetooth e alle batterie ricaricabili, possono essere utilizzati anche in mobilità.

Valutazione

Pro

  • Impermeabilità IPX7
  • Bluetooth
  • Possibilità di funzionamento a batteria per diverse ore
  • Funzionamento multi-room con altoparlanti di altri produttori
  • WLAN a 5GHz

Contro

  • Nessun funzionamento stereo o surround in WLAN
  • Tempo di accensione lungo

Uscita e prezzo

I modelli JBL Link in nero sono venduti in Germania, Gran Bretagna e Francia dall'inizio di dicembre 2017. In Italia ancora non potrete acquistare questi speaker in quanto JBL è tenuta a freno da Google. L'azienda non può infatti vendere dispositivi abilitati a Google Home dove Google Home non è ufficialmente disponibile come appunto in Italia. Esiste anche un'edizione bianca. Si prevede che altri Paesi europei seguiranno nel 2018, con il JBL che proporrà i seguenti prezzi:

  • JBL Link 10: 169,00 euro / 149,99 GBP
  • JBL Link 20: 199,00 euro / 179,99 GBP
  • JBL Link 300: 299,00 euro / 249,99 GBP

Seguirà anche un quarto modello. Il Link 500 sarà presentato nell'ambito del CES 2018 e sarà quindi immesso rapidamente sul mercato. Se tutto andrà secondo i piani, potremmo vedere alcuni esemplari all'MWC a febbraio.

Solo il JBL Link 20 viene fornito con un caricatore da parete. Il Link 10 viene fornito solamente con un cavo USB da un metro.

Design e assemblaggio

Dopo l'evento di lancio a Berlino, JBL ci ha immediatamente fornito due campioni. Il piccolo JBL Link 10 misura 86x169 millimetri e pesa 710 grammi. Link 20 misura 93x210 millimetri e pesa 950 grammi.

AndroidPIT jbl link 20 10 smart home speaker 6185
La differenza di dimensioni tra JBL Link 10 e Link 20 è notevole. / © AndroidPIT

Sia JBL Link 10 che Link 20 sono perfettamente impermeabili. Un bagno in acqua non può far loro del male e non succederà nulla se li lascerete in piedi sotto la pioggia durante la notte. Se si sporcano, è possibile lavarli, basta evitare il sapone e scollegare il cavo USB dall'altoparlante.

AndroidPIT jbl link 20 10 smart home speaker 6173
Il pulsante centrale nella parte superiore attiva l'Assistant. / © AndroidPIT

I pulsanti nella parte alta sono veri e propri tasti, quindi JBL non utilizza una superficie a sfioramento. Al centro, con il logo Assistant, c'è un pulsante dedicato per attivare l'assistente vocale supportato dall'AI. Naturalmente, il pulsante funziona solo in WLAN o via Bluetooth in combinazione con uno smartphone compatibile con l'assistente.

Sul retro si trova l'interruttore on/off con indicatore di carica a cinque stadi. Sotto di esso c'è un pulsante per disattivare i due microfoni in alto. Quattro LED di stato nella parte anteriore si illuminano di bianco quando il volume viene regolato e quando l'assistente è acceso, mentre di arancione quando i microfoni sono disattivati.

Software

JBL non dispone di una propria app per gli altoparlanti intelligenti con capacità WLAN della serie Link. Invece, la società di Harman si affida interamente al partner Google e alla sua app per la casa. Rispetto ad altre soluzioni multi-room e Smart Home, Google Home offre alcuni vantaggi. Questi sono discussi in un articolo separato.

L'installazione dell'app Home da Google Play o App Store è abbastanza facile. Gli speaker JBL sono collegati alla WLAN, effettuano eventuali aggiornamenti software e sono disponibili pochi minuti dopo. L'audio viene inviato come comando cast. Potrete dare ad ogni altoparlante un nome e i diffusori possono essere raggruppati anche con altoparlanti Google Cast di altri produttori o Chromecast Audio.

Grazie alla parola magica OK Google potrete invocare l'assistente. Impara nuovi comandi vocali ogni giorno e si allena a capire meglio la vostra pronuncia. Prevede il tempo, legge i messaggi, riproduce musica dalla maggior parte dei servizi di streaming e controlla i dispositivi compatibili nella Smart Home. Ciò consente di utilizzare l'altoparlante indipendentemente dallo smartphone: JBL Link è un dispositivo intelligente.

A causa dell'elevato sovraccarico del software, ci vuole un po' di tempo per accendere un JBL Link. Passa circa un minuto prima che l'assistente reagisca. Gli speaker sono progettati per il funzionamento continuo e vanno in modalità standby a risparmio energetico quando non si esegue lo streaming. Alle ore tre di ogni mattina lo speaker cerca gli aggiornamenti nei server centrali che vengono poi installati senza l'intervento dell'utente.

Audio

Come si potrebbe già supporre con il formato più piccolo, JBL doveva trovare una soluzione per garantire un buon suono stereo. Ad esempio, lo specialista dei sistemi casalinghi di Harman Jurjen Amsterdam mi ha spiegato che i due altoparlanti sono leggermente attorcigliati l'uno all'altro. Con il JBL Link 10 si riesce ad ascoltare il suono stereo in questo modo, ma è solo nel formato del più grande del Link 20 che si sente davvero la differenza.

In un confronto diretto, il Link 10 sembra essere più equalizzato sui medi, il che è eccellente per le risposte di Assistant. Ma per una qualità audio di alto livello consiglierei vivamente di pagare il supplemento di 30 euro per il Link 20, dallo speaker si ottiene un suono udibilmente più ricco.

Dal momento che i link possono essere collegati ad un sistema multi stanza grazie a Google Home, è possibile utilizzare entrambi gli altoparlanti allo stesso tempo. Nei nostri test con un Fritzbox 7590, Google Wifi e un Fritzbox 7490, l'accoppiamento è privo di latenza e sincronizzato. In questa versione di Google Home non è purtroppo ancora possibile trasformare due altoparlanti identici in una coppia stereo. Ma questo potrebbe teoricamente essere risolto in un aggiornamento futuro. 

Batteria

La batteria del JBL Link 10 è, come l'intero dispositivo, più piccola di quella del Link 20 e dura solo la metà: circa cinque ore. Grazie al caricabatterie da 2,4 ampere fornito con il Link 20 si ottiene un tempo di ricarica di 4,5 ore.

I modelli JBL Link 300 e Link 500 non hanno batterie. E' un peccato, perché non permettono di portarli comodamente in altre stanze a casa.
 

Specifiche tecniche

JBL Link 10/20

  Link 10 Link 20
Altoparlante 2 x 45 mm 2 x 50 mm
Potenza in uscita 2 x 8 W 2 x 10 W
Risposta in frequenza 65 Hz - 20 kHz 65 Hz - 20 kHz
Rapporto segnale/rumore > 80 dB > 80 dB
Batteria 4.000 mAh, 5 ore 6.000 mAh, 10 ore
WLAN 802.11b/g/n/ac (2,4/5 GHz) 802.11b/g/n/ac (2,4/5 GHz)
Bluetooth 4.2 4.2
Dimensioni 86 x 169 mm 93 x 210 mm
Peso 710 g 950 g
Altro IPX7 IPX7

 

Giudizio complessivo

Con il JBL Link 10 si ottiene un prodotto migliore di molto rispetto Google Home per un piccolo supplemento: suona meglio, suona più forte, ha una batteria, è impermeabile e può essere utilizzato come altoparlante Bluetooth. Se aggiungete altri 30 euro, cosa che vi consiglio vivamente di fare, otterrete un altoparlante decisamente migliore con il Link 20.

La serie Link non è ancora disponibile nella sua completezza. Dopo tutto, ci aspettiamo ancora "la radio da cucina" Link 300 e "lo stereo" Link 500, ma con i rappresentanti portatili Link 10 e 20 abbiamo già ricevuto una buona anteprima del fatto che JBL prende sul serio il tema dell'audio multi stanza e che Google Home offre una piattaforma più che adeguata.

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati