Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

3 min per leggere Nessun commento

La divisione mobile di Samsung è in crisi, lo dice il presidente DJ Koh

Secondo i recenti commenti del CEO, la divisione mobile di Samsung è in "crisi". DJ Koh ha dichiarato che l'azienda punterà esclusivamente sui nuovi flagship e nuove opportunità per riuscire a riscattarsi e difendersi dagli attacchi dei nemici. Non una bella situazione per l'azienda sudcoreana, la quale potrebbe portare ad alcune modifiche organizzative interne.

Il CEO della divisione mobile di Samsung, DJ Koh ha recentemente rilasciato dei commenti verso dirigenti e dipendenti attraverso il Korea Herald in cui ha fatto capire lo stato di crisi che l'azienda sta vivendo in questo periodo attraverso queste parole: "mi dispiace per lo stato di difficoltà che il business degli smartphone Samsung sta affrontando in questo periodo. Faremo del nostro meglio per superare la crisi con il prossimo Galaxy S10 e i telefoni pieghevoli". Come se non bastasse, non è passato troppo tempo da quando il capo dell'azienda, Lee Jae-yong, ha criticato pubblicamente la competitività dei suoi ultimi smartphone.

Troppa concorrenza e poco spazio

Il modello di business di Samsung Mobile sta affrontando ormai una fortissima concorrenza, in particolare con l'aumento dei produttori cinesi come Huawei e Xiaomi. L'utile operativo del colosso sudcoreano nel terzo trimestre del 2018 è sceso di circa 399 milioni di dollari rispetto al secondo trimestre. In questo periodo dell'anno è complice anche l'arrivo sul mercato dei nuovi iPhone, ma il divario non è mai stato così netto. Nonostante tutto, Samsung rimane ancora il primo produttore globale di smartphone a livello mondiale (per il momento).

Lo smartphone pieghevole di Samsung (potenzialmente chiamato Galaxy F) rappresenta una grande opportunità per risalire in cima. Dopotutto, Galaxy S10 è un dispositivo troppo prevedibile (tre fotocamere posteriori e un sensore di impronte digitali integrato nel display) perché includerà delle features già viste su altri smartphone, mentre i telefoni pieghevoli farebbero parte di una categoria di prodotti completamente nuova su cui Samsung farebbe bene a mettere le radici per prima.

Dq3MOgcVsAA2a94.jpg large
Il FlexPai è lo smartphone pieghevole di Royole, il primo in commercio. / © Royole

Infatti, l'azienda dovrebbe essere una delle prime a poter commercializzare un prodotto di questo tipo, il che potrebbe dare un significativo incremento dei guadagni, sperando che non tardi troppo. Ci aspettiamo un arrivo ufficiale intorno a febbraio/marzo del 2019. Chissà, magari mostreranno qualcosa di più al prossimo Mobile World Congress a Barcellona.

Samsung si avvicina alla fine dell'anno e, dopo questo stato di crisi, l'azienda potrebbe apportare alcune modifiche organizzative al suo interno: il Korea Times ipotizza che DJ Koh possa essere rimosso dalla sua posizione. L'attuale presidente è in carica dal 2015, anno nefasto per Samsung a causa del fiasco di Galaxy Note 7.

Riuscirà l'azienda a riprendersi da questa crisi o è la fine di un bellissimo periodo?

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati