Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

La formazione in VR sta riducendo drasticamente gli infortuni sul lavoro

La formazione in VR sta riducendo drasticamente gli infortuni sul lavoro

I visori per la realtà virtuale potrebbero diventare molto comuni sul posto di lavoro, dato che sempre più aziende le utilizzano per scopi formativi. L'azienda automobilistica spagnola SEAT lo sta facendo da tempo e ora segnala una significativa riduzione del rischio di incidenti sul lavoro come risultato. Negli ultimi due anni il tasso di infortuni muscolari tra i lavoratori SEAT è diminuito del 70%.

In un recente post sul proprio sito web dal titolo "Un avatar sulla catena di montaggio", il produttore spiega come monitora la salute dei dipendenti e come ha raggiunto tali risultati. SEAT ha un proprio laboratorio di biomeccanica aziendale finalizzato alla salute sul lavoro. I dipendenti che lavorano sulle linee di montaggio hanno movimenti del corpo e attività muscolare seguiti da una serie di 20 telecamere e vari sensori. Questi dati vengono utilizzati per creare un avatar in stile videogioco 3D per l'analisi.

SEAT sta anche utilizzando programmi in realtà virtuale e attrezzature per creare linee di assemblaggio virtuali su cui i dipendenti possono esercitarsi. In questo modo è possibile sperimentare idee diverse nella catena di montaggio senza dover rivedere le fabbriche stesse. Le conoscenze acquisite attraverso l'addestramento VR possono essere utilizzate con i dati degli avatar per creare miglioramenti alla catena di montaggio più ergonomici e meno rischiosi per l'uomo.

La catena di montaggio è un lavoro duro. I movimenti devono essere precisi e ripetuti più volte: "La tecnologia ci permette di ricreare la catena di montaggio nei nostri laboratori. È essenziale che l'operatore che esegue il test riproduca in modo realistico i movimenti esatti che farebbero sul lavoro" spiega Sonia García, responsabile dell'ergonomia di SEAT: "Alcuni lavoratori eseguono gli stessi movimenti fino a 100 volte al giorno, per cui la rotazione del lavoro e la progettazione della catena di montaggio sono fondamentali per evitare possibili lesioni".

Abbiamo già segnalato in precedenza come la realtà virtuale venga utilizzata negli affari e nel commercio per la progettazione e l'acquisto di immobili, architettura e ingegneria. Anche la potente realtà aumentata o i set di realtà mista come HoloLens 2 di Microsoft o Magic Leap One sono popolari in questo campo, permettendo una sovrapposizione di oggetti virtuali sull'ambiente reale.

Cosa ne pensate dell'utilizzo della realtà virtuale sul posto di lavoro? Vi è capitato di provarla?

Fonte: SEAT

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica