Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
3 min per leggere 1 Commento

La Voice Search di Google disponibile per iOS e non per ICS... Cosa!?

voice search iphone

Chi ha la fortuna di avere uno smartphone o un tablet con Android Jelly Bean conosce già la nuova Voice Search che Google ha incluso nell'ultima versione del suo OS. Si tratta di una feature davvero interessante e molto bene realizzata, al punto che anche i fan di Siri fanno fatica a negarlo. L'unico problema è che questa funzione è disponibile ufficialmente solo per chi ha Android 4.1. Ora, se ti aspettavi che Google rilasciasse la versione per ICS o Gingerbread – che è ancora sul 60% dei device Android – preparati a una sorpresa. E' sì arrivata una nuova versione di Voice Search, ma per iPhone. Ma cosa sta succedendo?

Google ha annuciato sul suo blog ufficiale che la funzione di ricerca vocale inclusa in Jelly Bean è stata rilasciata anche per iOS come applicazione standalone e farà il suo debutto sull'App Store entro qualche giorno. Sì, hai capito bene, Voice Search arriverà prima sugli iPhone che sui dispositivi Android con Gingerbread e addirittura con ICS.

Ma non è finita qui, perché mentre da Mountain View ufficializzano l'arrivo di Voice Search sugli iPhone, fanno anche sapere che “sperano” di portare la feature anche sulle versioni precedenti di Android, ma non si sa quando questo potrà accadere. Ricapitolando: se hai un iPhone puoi usare Voice Search, una funzione chiave di Jelly Bean, mentre se hai comprato un dispositivo Android che non sarà aggiornato ad Android 4.1 (e saranno tanti) devi sperare che Google rilasci Voice Search anche per il tuo dispositivo... prima o poi.

Per quanto sia normale che Google cerchi di rendere disponibili i suoi servizi anche agli utenti di altre piattaforme, il fatto che quelli Android siano snobbati in questo modo per molti potrebbe essere decisamente seccante. Se Microsoft dicesse che la nuova versione di Halo (gioco in esclusiva per Xbox) fosse disponibile per Playstation e forse, dopo su Xbox, tutti penseremmo che a Redmond qualcosa non va per il verso giusto e soprattutto chi si è comprato una Xbox non sarebbe per niente contento. Allo stesso modo, c'è da scommettere che anche molti utenti Android, i "vecchi clienti" di Google, non saranno molto felici della mossa di BigG. E probabilmente non la prenderà bene nemmeno Apple, che solo poco tempo fa ha deciso di eliminare da iPhone e iPad le mappe di Google.

Quindi quella di Google è una mossa inspiegabile e sbagliata? Non esattamente. Per quanto spesso tendiamo a sovrapporli, Google non è Android. Android per Google è solo uno degli strumenti per “vendere” i suoi servizi (ricerca in primis) a più persone possibile. Questa è la ragione per cui Android è open source e può essere usato liberamente da tutti. Questa è la ragione per cui Google incoraggia l'apertura di market di app alternativi a Google Play. Quello che a Google interessa davvero è aumentare il numero dei proprio utenti poi poi vendere pubblicità agli inserzionisti. Che gli utenti arrivino a Google tramite Android, iOS o Windows a BigG davvero non interessa.

Qui sotto puoi vedere un video che mostra il funzionamente di Voice Search su iPhone:

Link diretto al video

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK