Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

I migliori libri riguardo l'intelligenza artificiale da leggere subito

I migliori libri riguardo l'intelligenza artificiale da leggere subito

Che si tratti di robot o di intelligenza artificiale in altre forme - la tecnologia avanzata gioca un ruolo non solo nei film. Tali sviluppi più o meno realistici appaiono sempre di nuovo nei libri. A volte molto concreto, a volte piuttosto in secondo piano e spesso distopico. Dovresti leggere questi romanzi di intelligenza artificiale.

Erewhon

Erewhon è un romanzo dello scrittore inglese Samuel Butler che risale al 1872. Si tratta di una satira sull'Inghilterra vittoriana ambientata nella terra sconosciuta di Erewhon in cui le macchine sono considerate pericolose. Gli abitanti infatti temono che un giorno si trasformeranno in esseri viventi indipendenti.

Nel capitolo 23, chiamato Il Libro delle Macchine, Butler non parla di Intelligenza Artificiale, ma viene comunque preso in considerazione il fatto che le macchine prendono coscienza. Il capitolo nacque come articolo di giornale e si riferisce anche alle teorie sull'evoluzione di Charles Darwin. Secondo il pensiero dell'autore, le macchine subiscono una costante evoluzione, si riproducono da sole e un giorno potrebbero sostituire l'uomo come specie dominante.

Gli abitanti di Erewhon sono quindi convinti che le macchine debbano sostituire l'umanità. Ecco perché successivamente vengono distrutte.

With Folded Hands

Jack Williamson pubblicò With Folded Hands nel 1947, un emendamento che in linea di principio descrive una classica distopia dominata dai robot. La storia parla di una città in cui improvvisamente compaiono i cosiddetti umanoidi, cioè robot avanzati che si diffondono e assumono ogni tipo di compito. Secondo la loro stessa dichiarazione, essi agiscono per servire e proteggere l'umanità. Presto, gli umanoidi non solo assumono compiti comuni come agenti di polizia, ma sono anche in grado di aprire negozi in cui offrono servizi all'umanità gratuitamente. Questo, a sua volta, porta le persone a rinunciare agli affari.

Williamson stesso ha poi raccontato in un'intervista che ha scritto la storia poco dopo la fine della seconda guerra mondiale e lo sganciamento della bomba atomica. In un momento in cui si pensava che alcuni progressi tecnologici, magari sviluppati con buone intenzioni, avrebbero avuto effetti catastrofici a lungo termine.

AI robot 03
L'uomo e la macchina: un eterno conflitto / © maxuser/Shutterstock

Io, robot

Gli appassionati di cinema conosceranno il romanzo di Isaac Asimov, pubblicato nel 1950, con il titolo originale I, Robot, attraverso l'omonimo adattamento cinematografico del 2004 con Will Smith nel ruolo di protagonista. Il libro è composto da nove racconti che hanno tutti una matrice comune. Il tutto è strutturato come un'intervista con la dottoressa Susan Calvin, psicologa dei robot, la quale racconta la loro storia, dalla creazione alla perfezione in un futuro prossimo in cui l'umanità potrebbe diventare superflua.

Parte del libro di Asimov comprende anche chiari riferimenti alle tre leggi della robotica, tra cui il fatto che i robot non devono ferire gli esseri umani.

Golem XIV

L'idea del Golem come essere umano fatto di argilla deriva dal misticismo ebraico. Lo scrittore polacco Stanislaw Lem ne ha tratto una storia nel 1981. Il personaggio principale del suo libro è Golem XIV, un supercomputer creato dall'uomo, dotato di intelligenza artificiale. La maggior parte degli argomenti trattati nel libro sono tratte dalle lezioni tenute dallo stesso scrittore all'MIT in cui si parla del cosmo e dell'umanità.

Golem è stato spesso considerato non solo come un romanzo, ma anche come un'opera filosofica.

Neuromante

Il libro di William Gibson del 1984 è considerato un'opera essenziale del cyberpunk ed è il primo romanzo di una trilogia. L'attenzione è focalizzata sulla custodia di un hacker che deve essere riparato immediatamente per poter accedere al cyberspazio. Nella città di Chiba, Case assume l'incarico di farsi riparare in cambio del proprio sistema nervoso, ma il suo cliente agisce per conto dell'AI chiamata Wintermute, che persegue un unico obiettivo: unire le forze con l'AI Neuromancer per formare un supercomputer. Non possiamo rivelarvi altro...

L'era del diamante

In Diamond Age, pubblicato nel 1995, Neal Stephenson scrive di un mondo nel futuro, dopo la rivoluzione nanotecnologica. Il potere economico appartiene a coloro che possiedono informazioni per la compilazione delle merci. Con questi compilatori, le merci possono essere prodotte in qualsiasi parte del mondo. Invece degli stati, ci sono delle tribù che vivono in enclave in cui vive anche la classe sociale inferiore.

L'ingegnere John Percival Hackworth sviluppa un libro interattivo intitolato The Diamond Age che contiene tutte le informazioni necessarie per raggiunger la classe superiore di cui la figlia entra in possesso. Questa viene rubata da una banda il cui leader ne riconosce il valore e lo dà regala a sua sorella. L'accesso a tali informazioni le dà accesso alle nanotecnologie per riuscire ad ottenere l'indipendenza dal mondo dominante.

Conoscevate questi libri? Conoscete altri romanzi da inserire nella nostra lista?

AI

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica