Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
6 Condivisioni 1 Commento

I momenti Android più intensi del 2015

Il 2015 è stato un anno impegnativo per il robottino verde che è riuscito ad introdurre tante novità interessanti nel mondo Android. I produttori cinesi hanno guadagnato un ruolo più importante nel mercato degli smartphone, Huawei ha per la prima volta collaborato con Google oltre ad aver introdotto la tecnologia Force Touch, Samsug ha rilasciato il primo smartphone dotato di display dual edge, Sony ha sorpreso tutti con lo Z5 Premium e la sua risoluzione in 4K.

Prima di prepararvi ad accogliere le novità in arrivo nel 2016, riviviamo insieme i migliori momenti Android del 2015.

androidpit android phones love 2
Vi è piaciuto particolarmente il 2015 di Android? / © ANDROIDPIT

Android Marshmallow: l’update più morbido della storia

Il 29 settembre è stata una giornata molto intensa per Google che, dopo aver aspettato il Ferragosto per annunciarne il nome ufficiale, ha presentato e rilasciato al grande pubblico Marshmallow. L’ultima versione di Android, la 6.0, ha tenuto in trepidante attesa tutti gli utenti con in mano Lollipop, caratterizzato dal Material Design, nuove funzioni e da...una serie di bug ancora irrisolti.

Marshmallow, con questo appetitoso nome, è arrivato puntuale con la presentazione dei Nexus e ha introdotto nel mondo Android delle interessanti feature come il Now On Tap, Doze, una diversa gestione dei permessi delle app e tante altre utili opzioni di cui potrete scoprire tutti i dettagli sul nostro articolo dedicato. Marshmallow avrà l’onore di condurre, per tutto il 2016, il numeroso esercito dei dispositivi Android in una lunga marcia che si concluderà con l’arrivo dell’aggiornamento successivo sugli smartphone eletti da Big G e dai singoli brand produttori. Siete pronti anche voi a tuffarvi nel morbido mondo di Marshmallow?

AndroidPIT Nexus 6 Android 6 0 Marshmallow review 20
Android Marshmallow: il tanto atteso successore di Lollipop! / © ANDROIDPIT

2. Nexus 6P: il primo smartphone Google realizzato da un brand cinese

Google quest’anno ha voluto stravolgere le regole scegliendo, per la prima volta, un brand cinese come collaboratore alla realizzazione di uno dei suoi dispositivi Nexus. È stato Huawei il brand prescelto che è riuscito ad assemblare un ottimo smartphone caratterizzato da un ampio display di 5,7 pollici, da un rapido lettore d’impronte digitali, e da un’ottima fotocamera posteriore di 12,3MP, che ha guadagnato il terzo posto nella classifica DxOMark.

Gli utenti sembrano, per ora, aver apprezzato il Nexus 6P del quale c’è un unico aspetto che ancora non convince tanto: il prezzo. Etichetta a parte (che non potrà fare altro che scendere nei prossimi mesi), Google sembra aver apprezzato il lavoro fatto da Huawei che, secondo gli ultimi rumors trapelati, sarebbe già al lavoro su un nuovo Nexus. Non sapete di cosa stiamo parlando? Vi chiariremo le idee nel prossimo paragrafo!

androidpit Nexus 6P 15
La prodigiosa fotocamera del Nexus 6P, il migliore Nexus di sempre! / © ANDROIDPIT

3. Due smartphone Nexus: two è meglio che one?

Big G ha deciso di confonderci le idee quest’anno stravolgendo le sue abitudini ed ufficializzando non uno, ma ben due smartphone: Nexus 6P e Nexus 5X. Che fine ha fatto l’immancabile tablet Nexus che ogni anno accompagna l’uscita dello smartphone? Quest’anno si è deciso di puntare tutto sui successori di Nexus 5 e Nexus 6, due dispositivi che avrebbero dovuto conquistare i fan del vecchio Nexus 5 e gli amanti di un più ampio display rimasti delusi dal precedente Nexus 6.

Il Nexus 5X di LG non sembra aver fatto centro mentre il Nexus 6P di Huawei è senza dubbio un ottimo smartphone per chi non vuole rinunciare ad un’esperienza stock di Android, aggiornamenti immediati e scatti di qualità. Se però speravate nell’ufficializzazione di un tablet dovrete aspettare ancora qualche mese, perchè sembra che Google si sia rimesso al fianco di Huawei per realizzare il nuovo Nexus 2016.

androidpit nexus 6 nexus 9 1
Nexus 6 (a sinistra), Nexus 9 (a destra) rimpiazzati da due nuovi smartphone! / © ANDROIDPIT

4. Samsung ed il primo smartphone dotato di display dual-edge

Proprio quando ci aspettavamo l’ennesimo Galaxy S, Samsung ci ha lasciati tutti a bocca aperta presentando il primo smartphone al mondo dotato di schermo curvo su entrambi i lati: il Galaxy S6 Edge. L’elegante design in metallo e vetro Gorilla Glass 4 si sposa perfettamente con lo schermo AMOLED di 5,1 pollici, curvo su entrambi i lati. Lo scopo principale di questo display è quello di sorprendere, di catturare l’attenzione. Solo uno dei bordi curvi alla volta è infatti utilizzabile in modo smart, grazie ad una serie di funzioni dedicate al design curvo (come People Edge ad esempio).

Samsung non si è fermata qui e ha deciso di far felici anche gli amanti dei phablet, realizzando quello che secondo noi è il miglior smartphone Android in assoluto del 2015, il Galaxy S6 Edge+. Ringraziamo quindi il brand sudcoreano per averci regalato questo indimenticabile momento, che difficilmente riuscirà a bissare con il rialscio del Gaalxy S7 che, secondo quanto trapelato, manterrà un design molto simile al suo predecessore.

androidpit Samsung Galaxy S6 Edge plus 2
È stata Samsung ha rilasciare il primo smartphone con display dual-edge! / © ANDROIDPIT

5. Sony Xperia Z5 Premium: risoluzione 4K in tasca

Sony vanta una lunga esperienza nel campo delle tecnologie relative ai display. Nonostante Samsung sia riuscita a precederla rilasciando il primo smartphone dual-edge, il brand giapponese non ha rinunciato al suo momento di gloria con la presentazione dello Z5 Premium. Si tratta del primo smartphone ad offrire un display con una sorprendente risoluzione in 4K.

Sono ancora poche le app compatibili e le possibilità di sfruttare al massimo una risoluzione simile, ma Sony ha voluto marcare il suo impegno, nell’implementazione di tecnologie sempre più avanzate, anche nei suoi dispositivi mobili. Cotanta tecnologia si fa pagare cara, rendendo l'accesso al dispositivo prerogativa di pochi (quantomeno per ora). Nonostante il prezzo elevato, l’ufficializzazione dello Z5 Premium, avvenuta il 2 settembre 2015, è senza dubbio un altro importante evento da aggiungere nella storia di Android.

Androidpit Xperia Z5 Premium 11
Il display in 4K dello Z5 Premium, perfetto per film, serie TV, giochi e video! / © ANDROIDPIT

6. Fallout Shalter sbarca su Android

Avrete sicuramente sentito parlare di questo gioco che in due settimane, solo ed unicamente dalla piattaforma iOS, è risucito a far intascare a Bethesda circa 5,1 milioni di dollari grazie agli acquisti in-app. Se non avete idea di cosa stia parlando, preparatevi anche voi a scaricare Fallout Shalter ed a costruire e gestire il vault, un rifugio sotterraneo anti-atomico, per i pochi esseri umani superstiti.

Lo scopo del gioco è quello di organizzare al meglio la vita degli abitanti all'interno del rifugio ed affidare loro compiti diversi sulla base delle loro competenze, per permettere così alla razza umana di evolversi e vivere felice. Si tratta di un gioco gestionale semplice e divertente che vi terrà incollati per ore allo schermo del vostro Android!

fallout shelter4
Una delle app più attese dell'anno! / © BETHESDA SOFTWROKS

Quali altri importanti momenti aggiungereste a questa lista?

1 Commento

Commenta la notizia:
  • Per quanto riguarda Fallout, un gioco del genere mi fa venire in mente i vari rifugi creati negli Stati Uniti ed in Unione Sovietica durante la guerra fredda per sfuggire ad un eventuale guerra nucleare. Adesso ci possiamo scherzare su ma c'è stato un periodo in cui il mondo aveva questo problema ogni giorno.
    Ad ogni modo un'altra cosa buona che riguarda Android nel 2015, è stata senz'altro il fatto che come dicevi tu in un tuo articolo ed in alcuni commenti, alcune aziende italiane si sono messe a sviluppare smartphone anche se c'è molto da fare. Dal punto di vista delle applicazioni, una cosa importante è stata l'impennata di Telegram soprattutto nei mesi di ottobre e novembre

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK