Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

5 min per leggere 6 Commenti

5 motivi per cui scegliere sempre un processore Qualcomm

Il cuore dei nostri dispositivi Android è principalmente ciò che muove la nostra vita digitale, la nostra comunicazione con gli altri e lo strumento con cui gestiamo parte della nostra vita. Il processore del vostro smartphone influenza indirettamente tutti questi aspetti che, se non funzionano come devono, possono farci seriamente preoccupare. Perciò credo che, nella scelta di un nuovo smartphone, bisogna fare particolare attenzione al processore integrato.

Nel caso dei device Android possono accadere due cose: ci sono alcuni brand che si dedicano alla produzione di processori oppure tra i vari produttori di smartphone ve ne sono alcuni che mettono in campo anche i propri processori. Tutti gli smartphone che girano con il robottino verde possono quindi avere uno dei seguenti processori: Qualcomm, Mediatek, Nvidia, Exynos (Samsung) e Kirin (Huawei/Honor).

samsung galaxy s8 s7 edge comparion 04
In base al mercato, Samsung monta sempre Qualcomm o Exynos. / © AndroidPIT

I processori di questi marchi offrono buone prestazioni e su device di fascia medio/alta è difficile metterli in difficoltà. Ma se state cercando un dispositivo che duri un po' di anni, saranno i dettagli a fare la differenza. Ecco quindi le cinque ragioni per cui credo che un dispositivo con un processore Qualcomm offra un'esperienza migliore.

1. Aggiornamenti ufficiali più rapidi

Questo aspetto può dipendere in gran parte dal produttore dello smartphone e dal suo livello di personalizzazione. Ma una cosa è certa: Qualcomm aggiorna i driver dei propri processori per le nuove versioni Android molto prima dei competitor. Inoltre, solitamente, gli update coinvolgono più versioni Android.

L'utente finisce così per avere aggiornamenti più rapidi e frequenti. Quindi se possedete un device con chip Qualcomm e il produttore si preoccupa degli aggiornamenti, il vostro terminale sarà apposto per oltre due anni.

system up to date
Solitamente uno smartphone con processore Qualcomm riceve gli aggiornamenti più velocemente. / © AndroidPIT

2. Aggiornamenti non ufficiali

Quasi tutti i modelli Android dopo due anni di vita smettono di ricevere gli aggiornamenti dai produttori. In molti casi è un vero peccato e quindi si ricorre alle community che non si dimenticano mai dei buoni smartphone: c'è sempre qualche altruista che cerca di portare l'ultimo software su questi device.

Ma prima di sviluppare una custom ROM è necessario avere una serie di driver per hardware affinché si possa creare una ROM. Nella maggior parte dei casi questi driver sono bloccati. Di conseguenza nessuno può cucinare una ROM senza questi driver per ottenere la versione Android che il dispositivo ancora non dispone.

In questo senso Qualcomm segue una politica esemplare: sblocca il codice che controlla i suoi driver, la GPU e altri chip inclusi in uno smartphone tramite Code Aurora. In questo modo chiunque, quindi non solo i produttori, può creare un sistema operativo per dispositivi con processori Qualcomm che integrano l'ultima versione Android.

AndroidPIT Moto G Nougat 1590
La comunità ama Qualcomm. / © AndroidPIT

Un buon esempio è il Moto G, il primo smartphone che a 4 anni dal suo lancio gira con Android 7.1.1 Nougat grazie a Lineage OS. Dall'altro lato abbiamo lo Xiaomi Redmi Note 3. Tecnicamente è un telefono eccezionale ma gira ancora con Android 5.0.2 Lollipop, update già obsoleto all'epoca del lancio. Questo device, dopo due grandi aggiornamenti, non ha purtroppo ottenuto nuovi roll out.

3. Ottime prestazioni

Questo punto può creare pareri discordanti in base ai processori che confrontiamo. Anche Qualcomm ha sviluppato alcuni processori che non hanno registrato le prestazioni desiderate, come il famoso Snapdragon 810. Personalmente credo che questa sia l'eccezione che conferma la regola.

Nella fascia alta dei processori non ci sono dubbi sul fatto che i processori Qualcomm offrano migliori prestazioni. I due maggiori esempi sono l'820 e l'821. Nella fascia medio/alta, inoltre, ha iniziato ad introdurre la tecnologia a 14nm con lo Snapdragon 626 (finora introdotto solo nella fascia alta) che equipaggerà i nuovi BQ Aquaris X o X Pro.

AndroidPIT qualcomm snapdragon 835 benchmark event 2
Qualcomm di solito è il re dei benchmark. / © AndroidPIT

4. Connessione più veloce

In generale sui processori Qualcomm la velocità di connessione dati è più alta in confronto alla maggior parte dei competitor. La velocità LTE è un aspetto fondamentale di uno smartphone dato che decide il calibro di mobilità internet che è, dopo tutto, lo scopo di qualunque dispositivo portatile.

Per fare un esempio, Mediatek Helio X20 include una connessione LTE Cat 6 mentre il suo quasi coetaneo Snapdragon 820 già predispone la LTE Cat 12, molto più rapida.

5. Ricarica rapida

Qualcomm non solo produce processori ma anche una grande quantità di chip predisposti a connessioni e ricarica. La più conosciuta è la tecnologia Quick Charge che si trova già alla quarta generazione e che vedremo insieme allo Snapdragon 835.

Qualche svantaggio?

L'unico motivo per cui non sceglierei un dispositivo che giri un processore Qualcomm è il prezzo. In generale i processori Qualcomm sono cari e di conseguenza anche l'etichetta del dispositivo ne viene influenzata. Ma in sua difesa dico anche che significa investire in una vita più serena.

Che ne pensate? Anche voi scegliete i processori Qualcomm o avete altre preferenze?

6 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Io ho un Asus zenfone 2 con processore Intel. mi trovo benissimo tranne per gli aggiornamenti (non vedrà mai nougat se non con custom rom) e per il fatto che non esiste un software ufficiale di backup.


  • alex 23 apr 2017 Link al commento

    nell'articolo vorrei dire che la carica rapida la ha anche mediatek!!!! e persino a 9v 2A e ora anche 12v 2A ...... ben 24W


  • Articolo molto utile.
    Non sono pienamente d'accordo per il Redmi Note 3, la variante con CPU Qualcomm ha ricevuto Marshmallow ufficialmente. Purtroppo Nougat solo grazie a Lineageos.
    Con Nougat non ci sono praticamente più problemi, tranne per il lettore di impronte. Se siete tra gli sfortunati, come me, con il lettore goodix ci sono problemi.


    • alex 23 apr 2017 Link al commento

      hai il KATE anche te? io si ma ho FPC non goodix..... cmq ho visto molte rom che ormai supportano goodix.

      cmq sono su nitrogen OS adesso... la miglior rom nougat x ora credo!


  • ci sono stati anche gli Intel, sul mio vecchio Asus zenfone 2 va ancora alla grande, più che il processore dipende tanto dal marchio,ottimizzazione ecc che il brand è disposto a sostenere.


  • Avevo un Note4 col processore Qualcomm e alcune volte ci potevo cuocere le uova, ora un S7edge con Exynos ed e molto più performante e non scalda mai.

Articoli consigliati