Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
12 Condivisioni Nessun commento

Moto 360: la recensione completa

A marzo del 2014 Google ha rivelato al mondo Android Wear (voglio fermarmi un minuto per immaginare Google nei panni di Rafiki, in cima ad una montagna che presenta Simba/Android Wear alle gazzelle della savana/utenti Android), il sistema operativo creato ad hoc per i dispositivi indossabili. Da quel momento, le gazzelle della savana Androidiana hanno cominciato a sognare di sfoggiare al polso un dispositivo che potesse offrire tutte le ultime novità tecnologiche in un design alla moda. Solo il Moto 360 poteva rendere questo sogno realtà, ma purtroppo tutti i sogni prima o poi finiscono in un brusco ritorno alla vita reale.

Gli ingegneri ed i designer di Motorola hanno descritto questo smartwatch come "reinvenzione del classico" un "sorprendente pezzo tecnologico". La verità è che il Moto 360 non offre nulla di drasticamente diverso dal LG G Watch R o dal Samsung Gear Live per quanto riguarda l'esperienza utente, in alcuni casi si rivela addirittura più scadente.

Valutazione

Pro

  • Design circolare del quadrante
  • Telaio metallico
  • Carica wireless
  • Resistenza all'acqua
  • Senore di luce
  • Cardiofrequenzimetro

Contro

  • Molto spesso
  • Durata della batteria inferiore alle 24 ore
  • Processore poco performante
  • Bug di sistema
  • Il cinturino mostra subito i segni di utilizzo
  • Niente connessione WIFI né NFC

Motorola Moto 360 – Design e assemblaggio

Il Moto 360 si caratterizza come uno dei primi smartwatch a sfoggiare un quadrante circolare ed un design bello da vedere (l'unico vero competitor è il G Watch R). Di primo impatto, questo dispositivo indossabile Motorola è elegante e bello da vedere, soprattutto dal vivo. La cornice in alluminio ed il cinturino in pelle offrono un look esclusivo, anche il display leggermente sporgente rispetto alla cornice dona un certo non so cosa al design, anche a schermo spento.

Motorola moto 360 12
Il quadrante rotondo offre decisamente un look più elegante. / © ANDROIDPIT

Purtroppo questo look esclusivo non fa lo stesso effetto al polso. Non fraintendetemi, visto dall'alto lo smartwatch sempra un classico orologio da polso, ma se lo si osserva da qualsiasi altro lato, sembra di indossare uno YoYo col cinturino in pelle. Fortunatamente, nonostante questo spessore un po' ridicolo, il Moto 360 non risulta pesante e pesa solamente 49 grammi. Per quanto riguarda il cinturino, la pelle risulta molto morbida e comoda da indossare, anche se fin da subito si notano i segni di utilizzo e i graffi.

Motorola moto 360 13
Un po' troppo spesso, non trovate? / © ANDROIDPIT

Questo smartwatch è resistente all'acqua, ciò lo rende resistente alla pioggia o a schizzi d'acqua improvvisi, ma non provate ad immergerlo nella vasca da bagno. Il semplice fatto che il cinturino sia in pelle dovrebbe fermarvi dal volerlo portare con voi a nuoto. 

Sul lato destro del dispositivo troviamo un tasto fisico, che ricorda la classica rotellina che ritroviamo su qualsiasi orologio da polso. Questo tasto serve ad attivare e disattivare lo schermo o ad entrare nelle impostazioni del display se premuto per qualche secondo in più. Un peccato che questo tasto non permetta di fare altro, come accedere alle applicazioni aperte in background, ma tutto ciò potrebbe cambiare con un aggiornamento di software.

moto360 button
Il tasto del Moto 360 permette di accedere alle impotazioni del display, ma nulla di più! / © ANDROIDPIT
moto360 mic
Il microfono del Moto 360 è posizionato sul lato sinistro. / © ANDROIDPIT

La scocca posteriore dello smartwatch è in plastica e racchiude il cardiofrequenzimetro. Proprio come per il Gear Live, il sensore non è molto preciso e ci vogliono più tentativi per ottenere una lettura corretta.

moto360 back
La scocca posteriore con il cardiofrequenzimetro! / © ANDROIDPIT

Dal punto di vista del design, il Moto 360 sembra decisamente più interessante se visto da una certa distanza, mentre l'effetto dato al polso lascia un po' a desiderare. Diciamo che non lo sognavamo proprio così, ecco.

Motorola Moto 360 – Display

Il display del Moto 360 misura 1,56 pollici ed offre la tecnologia LCD rivestita di Corning Gorilla Glass 3, che lo rende più resistente ai graffi. Con una risoluzione di 320x290 pixel ed una densità di 205 ppi, la qualità delle immagini lascia un po' a desiderare. Se si osservano con attenzione le notifice e le icone sullo schermo, è possibile contare i pixel.

moto360 side
La luminosità ed i contrasti non sono male, ma la risoluzione delle immagini è un po' scarsa.  / © ANDROIDPIT

Nonostante il quadrante del Moto 360 sia rotondo, il display non forma un cerchio perfetto. In basso troviamo infatti un piccolo spazio occupato dal sensore di luce. Non lo si nota a schermo spento o con sfondi neri, ma è ben visibile in altre schermate e non posso negare che mi abbia creato qualche squilibrio mentale. 

Detto ciò, questo sensore di luce fa la differenza se parliamo di esperienza utente. Se attivato, il dispositivo regola automaticamente la luce del display a seconda dela luce ambientale.

Motorola moto 360 02
L'angolo di visuale è ottimale, l'ora è visibile anche da questa prospettiva. / © ANDROIDPIT

Motorola Moto 360 – Software

Il Moto 360 è animato da Android Wear, compatibile con qualsiasi dispositivo che abbia una verisone Android uguale o superiore ad Android 4.3. Il software di questo smartwatch permette di interagire con il dispositivo tramite voce e gesti, una delle sue caratteristiche migliori.

moto36 yo
Molte caratteristiche del software sono ispirate a Google Now. / © Motorola, ANDROIDPIT

Il sistema operativo ruota attorno alla condivisione di dati tra i diversi account Google ed utilizza le informazioni di posizione del dispositivo al quale è connesso. Il Moto 360 riceve notifiche da servizi quali Gmail, WhatsApp, Hangouts, il meteo e così via, ed in molti casi le informazioni compaiono quando ne abbiamo bisogno.

Il problema è che molte delle funzionalità per le quali si utilizza uno smartwatch diventano piuttosto invasive, e qualsiasi persona accanto a noi conoscerà i contenuti dei nostri messaggi. Al momento Android Wear non possiede infatti alcuna applicazione di terze parti che offra una tastiera e l'unica possibilità offerta per rispondere ai messaggi è quella di pronunciarli ad alta voce. Naturalmente questi stessi messaggi vocali possono a volte risultare comodi, quando si è di fretta ad esempio.

moto360 screen 2
L'unico modo per rispondere ad email e messaggi è di dettare le parole al Moto 360. / © ANDROIDPIT

Basta un tocco sulla schermata home per avviare la ricerca vocale, che può essere attivata anche semplicemente pronunciando le parole "Ok, Google". Se trasciniamo il dito sullo schermo dal basso verso l'alto, entriamo nelle impostazioni. Ciò che differenzia il Moto 360 da altri smartwatch è la possibilità di utilizzare il tasto fisico per accedere alle impostazioni in modo più veloce.

Android Wear è ancora alle prime armi, ma si nota subito il bisogno di un urgente aggiornamento, soprattutto considerando il baratro che c'è tra ciò che ci è stato promesso e ciò che ci è stato invece offerto. Si nota fin da subito che questo sistema operativo è stato ideato per schermi quadrati, soprattutto in alcune applicazioni di terze parti che mostrano immagini poco adatte allo schermo rotondo. Un aggiornamento ad Android Wear 2.0 dovrebbe essere rilasciato il 15 ottobre, speriamo dunque che le cose si sistemino.

Motorola moto 360 08
Utilizzando l'app Connect di Motorola, gli utenti possono personalizzare il display del Moto 360 in moltissimi aspetti, dal colore alle informazioni visualizzate. / © ANDROIDPIT

Motorola offre alcuni quadranti unici per il Moto 360, molti di questi disegnati ad arte. Troviamo 4 layout differenti, che possono essere personalizzati grazie all'app Connect di Motorola, che permette di cambiare i colori ed impostare determinate opzioni per ogni funzione del display. Google non permette di modificare l'interfaccia di Android Wear, ma i produttori hanno comunque qualche libertà quando si tratta del design del quadrante.

Motorola moto 360 06
La personalizzazione è una delle caratteristiche migliori di questo smartwatch. / © ANDROIDPIT

Infine, il Moto 360 integra le funzioni del cardiofrequenzimetro con Google FIT, per monitorare le nostre attività fisiche. Tutte le informazioni vengono captate dal sensore sulla scocca del dispositivo, che permette di misurare anche i nostri passi giornalieri.

Motorola Moto 360 – Prestazioni

Il Moto 360 non offre performance sorprendenti, forse questo è dovuto al fatto che il processore sia lo stesso utilizzato da Motorola nel suo primo smartwatch, il MOTOACTV, ben 3 anni fa. Il chipset utilizzato è un Texas Instruments OMAP 3, con un misero single-core ARM Cortex-A8. Nel 2011 sicuramente si trattava di una novità, ma per il Moto 360 ci aspettavamo qualcosa di più aggiornato, che non mostrasse lag. Forse Motorola ha scelto questo pezzo da museo per mantenere bassi i costi di produzione.

moto360 charge
Purtroppo il passaggio da una schermata all'altra risulta un po' lento. / © ANDROIDPIT

Il Moto 360 non offre connessione WIFI né connessione NFC ed il collegamento allo smartphone avviene tramite Bluetooth 4.0. La distanza massima tra i due dispositivi non può superare i 45 metri, ma spesso la connessione si interrompe già dopo i 10 metri. 

Connettere questo smartwatch con lo smartphone non è affatto immediato e senza la connessione Bluetooth questo dispositivo indossabile è assolutamente inutile. Tutte le funzioni intelligenti sono bloccate se la connessione allo smartwatch si interrompe. 

Motorola Moto 360 – Batteria

Durante il nostro test abbiamo inviato messaggi tramite Hangouts, email e WhatsApp, effettuato chiamate ed impostato promemoria. Abbiamo inoltre utilizzato il Moto 360 per rimanere aggiornati sulle ultime notizie, fare ricerche tramite Google Search ed imparato un po' di portoghese con Duolingo.

Nonostante si tratti di un utilizzo a nostro avviso moderato, è stato necessario ricaricare lo smartwatch almeno una volta durante la giornata. Se vi sembra dunque troppo ricaricare lo smartphone tutte le sere, immaginate dover mettere sotto carico l'orologio ogni 6 ore.

Motorola moto 360 11
Carica comoda e veloce grazie al caricatore Qi wireless. / © ANDROIDPIT

Una cosa positivo del Moto 360 è che può essere ricaricato senza fili. Motorola offre infatti un caricatore Qi, dal design elegante anche se un po' grande. Inoltre i tempi di ricarica sono brevissimi, in 30 minuti l'orologio intelligente si è caricato del 50%, ma niente di troppo sorprendente considerando la batteria di sole 320mAh.

Prezzo e disponibilità

Il Moto 360 sarà disponibile in Italia a partire da Novembre, per un prezzo consigliato di 249 euro.

Motorola Moto 360 – Specifiche tecniche

    • Tipo:
    • Smartwatch
    • Modello:
    • KGW42R
    • Produttore:
    • Motorola
    • Dimensioni:
    • Non disponibile
    • Peso:
    • 49 g
    • Capacità della batteria:
    • 320 mAh
    • Dimensioni del display:
    • 1,56 pollici
    • Tecnologia display:
    • LCD
    • Schermo:
    • 320 x 290 pixel (263 ppi)
    • Fotocamera frontale:
    • Non disponibile
    • Fotocamera posteriore:
    • Non disponibile
    • Flash:
    • Non disponibile
    • Versione Android:
    • Android Wear
    • RAM:
    • 512 MB
    • Memoria interna:
    • 4 GB
    • Memoria removibile:
    • Non disponibile
    • Chipset:
    • Texas Instruments OMAP 3
    • Numero di core:
    • 1
    • Velocità di clock:
    • 1 GHz
    • Connettività:
    • Bluetooth 4.0

Giudizio complessivo

Il Moto 360 è stato presentato come un "sorprendente pezzo di tecnologia", ma il sogno di vedere il primo smartwatch all'avanguardia dal look classico si è infranto dopo poche ore di utilizzo. Motorola ha portato molte novità in campo di design, ma l'hardware scadente ed il software ancora in fase di sviluppo ci lasciano un po' perplessi e delusi. 

moto360 distance
 Look impressionante ma performance che lasciano a desiderare. / © ANDROIDPIT

A mio avviso il Moto 360 non è uno smartwatch sorprendente e mostra chiaramente che Android Wear ha ancora bisogno di qualche tempo per essere perfezionato. Nonostante ciò, ci sono alcune funzionalità interessanti offerte da questo smartwatch, i comandi vocali ed il sensore di luce rientrano di certo tra le migliori. Tutto dipende molto dalle vostre aspettative iniziali. 

Nessun commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK