Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

2 min per leggere Nessun commento

E se gli smart speaker potessero salvarvi la vita?

Il National Health Service (NHS) del Regno Unito è destinato a subire una rivoluzione tecnologica. Secondo un nuovo report pubblicato oggi, l'NHS utilizzerà altoparlanti intelligenti dotati di Amazon Alexa o Google Assistant per ascoltare i pazienti a rischio suicidio e non solo.

La relazione descrive in dettaglio il futuro del servizio sanitario pubblico britannico e come esso debba abbracciare le nuove tecnologie come l'intelligenza artificiale e la robotica. A Londra, sono già in atto piani per portare l'AI nei centri di igene mentale al fine di identificare i pazienti che sono in pericolo di autolesionismo.

Per anni i pazienti sono già stati in grado di parlare con i chatbot dell'NHS online per identificare problemi di salute comuni e ricevere consigli. In futuro, i pazienti saranno in grado di tenere conversazioni con i bot tramite altoparlanti smart, che saranno in grado di identificare i segni di avvertimento del comportamento suicida.

amazon echo 05
Sempre più microfoni nelle nostre case... / © AndroidPIT

La pratica di controllo dei pazienti attraverso la tecnologia è già stato utilizzato in precedenza. Facebook sta esaminando i messaggi degli utenti alla ricerca di pensieri suicidi, ad esempio, dal 2017. Gli altoparlanti intelligenti, già presenti in milioni di case, potrebbero essenzialmente fare la stessa cosa per le conversazioni vocali.

In alcune regioni sono già in corso prove di questi nuovi servizi tecnologici. A Oxford, i pazienti che soffrono di paura delle altezze utilizzano dei visori VR per superare la fobia e prove simili sono in corso per i pazienti che soffrono di ansia o disturbo da stress post-traumatico.

Il rapporto, condotto dall'accademico statunitense Eric Topol e commissionato dall'NHS, afferma che l'implementazione delle tecnologie digitali nel Servizio Sanitario Nazionale è inevitabile. Si è parlato anche di scanner medici dotati di AI e di forme di realtà virtuale da utilizzare come terapia. Topol ha anche previsto come il 90% di tutti i posti di lavoro dell'NHS richiederanno competenze digitali entro i prossimi 20 anni.

L'NHS non è sempre stato veloce nell'adottare nuove tecnologie. Nel 2017, quando il servizio sanitario è stato vittima di un attacco informatico su larga scala, è emerso che il 60% dei terminali dell'NHS utilizzava ancora Windows XP.

In che modo il vostro servizio sanitario locale utilizza la tecnologia per aiutare l'assistenza ai pazienti? Fatecelo sapere nei commenti che seguono.

Fonte: Telegraph

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica