Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
34 Condivisioni 5 Commenti

Non lasciate in carica il vostro smartphone tutta la notte

Dopo gli avvenimenti che hanno riguardato il Samsung Galaxy Note 7, caricare lo smartphone è diventata una questione importante per tutti gli utenti. In Galles la scorsa settimana la camera da letto di un'adolescente è andata in fiamme in seguito all'esplosione dello smartphone lasciato in carica durante la notte.

Gli smartphone fanno parte della nostra quotidianità, questo è vero, ma dobbiamo imparare a diffidare da questi in alcuni casi. Basta che un singolo modello riporti un difetto, una pecora nera della tecnologia mobile, per ritrovarsi di fronte a delle conseguenze disastrose. Ovviamente tutti i brand produttori effettuano i dovuti controlli qualità per assicurarsi che i dispositivi rilasciati sul mercato siano affidabili e sicuri ma, come sappiamo, non sempre tutto fila liscio come dovrebbe.

Il drammatico errore commesso da Caitlin

Detto questo, vi è un altro elemento importante da considerare: il modo in cui ogni giorno ricarichiamo il nostro smartphone. La storia di Caitlin Rae Durant, un'adolescente che vive in Galles, dimostra l'importanza di questo gesto che ogni giorno compiamo. La ragazza ha rischiato di perdere la vita a causa di un tragico incidente che, nonostante non le abbia comportato alcun danno fisico, ha distrutto completamente la sua camera da letto.

androidpit FR fire catlin
La stanza di Caitlin prima e dopo l'incidente. © AndroidPIT

I protagonisti di questa vicenda sono due: Caitlin ed il suo smartphone, un iPhone per essere precisi. La ragazza lo ha lasciato in carica durante la notte ma ha commesso un errore: ha posato il dispositivo sulla coperta. Durante la carica la coperta si è surriscaldata talmente tanto da andare in fiamme. Queste ultime si sono poi diffuse all'interno della stanza. Caitlin fortunatamente è riuscita ad uscire dalla stanza ed a raggiungere il resto della famiglia mentre l'incendio si è allargato alle camere adiacenti.

L'intero piano è andato in fiamme e quello mostrato nell'immagine sopra è ciò che è rimasto della stanza della ragazza. L'intera famiglia non potrà vivere nella propria casa per i prossimi 6 mesi e, durante questo periodo, sarà costretta ad affittare un altro appartamento. Fortunatamente non vi sono stati feriti. I vigili del fuoco pensano che l'incidente sia stato causato dal contatto tra la coperta ed il telefono durante il processo di carica ma... che vi sia dietro anche un difetto di fabbrica?

Tenete sempre a mente le regole base

Non abbassate mai la guardia con il vostro smartphone: assicuratevi che il cavo di ricarica non sia troppo economico o danneggiato e prendete in considerazione gli oggetti esterni che potrebbero entrare in contatto con il dispositivo durante la carica (come una coperta o la moquette, ad esempio). Evitate inoltre di lasciare il telefono in carica per troppe ore.

Gli smartphone moderni, una volta raggiunto il massimo livello di carica, si disattivano automaticamente. Ciò non toglie che il dispositivo possa avere dei problemi o dei difetti di fabbrica di cui non siamo a conoscenza e che potrebbero essere causa di situazioni spiacevoli. Nel dubbio quindi evitate di lasciare lo smartphone in carica tutta la notte, perché andare incontro ad un rischio inutile?

Lasciate lo smartphone in carica durante la notte?

Avete mai riscontrato degli incidenti durante la carica del vostro smartphone?

5 Commenti

Commenta la notizia:
  • Mai lasciato in carica tutta la notte. Faccio due calcoli (se devo ricaricare) e lo metto in carica un paio d'ore prima di andare a dormire. Vado a letto e lo stacco. Facile facile. :-)

  • Secondo me bisogna fare dei distinguo. E' appurato, e su questo credo che tutti siamo d'accordo, che il cellulare è diventato uno strumento indispensabile per ognuno di noi e pertanto vogliamo averlo sempre pronto e quindi ben carico. Se durante l'arco della giornata possiamo o meno metterlo in carica anche per qualche minuto, la notte è il momento giusto per poter dare al nostro smartphone le "vitamine" di cui ha bisogno. Quindi ecco che è fondamentale porlo in carica la notte, ma dovremmo fare attenzione a dove lo posizioniamo. Ragazzi, si sente ancora gente che lo tiene in carica, acceso e sotto il cuscino oppure sotto le coperte perchè fino all'ultimo dobbiamo mandare il whatsappino o verificare chissà che cosa sul web fino allo sfinimento. Allora educhiamoci a gestire le nostre cose in maniera consona. Caricare di notte? Sì, ma spento e magari poggiato sul pavimento o su un ripiano "ignifugo". Ci guadagneremo in salute e tranquillità. Poi il rischio è sempre dietro l'angolo...

  • Cambiate le informazioni in base come la politica gira nel momento? Adesso che quasi quasi Renzi sta andando a casa lo smartphone non si può tenere piú in carica tutta notte?
    Circa un anno fa sempre qui su Androidpit ho letto il contrario. Non avevate detto che lo smartphone ha una protezione di sovraccarico una volta che la batteria raggiunge il massimo della sua carica? Inoltre io é da quando sono nati gli smartphone (e ne avrò avuti in mano una trentina) che lascio il telefono sotto carica la notte spento e non ho mai avuto nessun tipo di problama, anzi, noto un surriscaldamento quando carico il telefono da acceso, cosa che avete sempre anche voi sconsigliato. Il problema è che Samsung questo giro ha toppato alla grande e allora cerca di pararsi il culo in ogni modo possibile, anche servendosi di Androidpit.
    Conclusione: non dite cazzate!!! Lo smartphone può incendiarsi anche quando non é sotto carica, quello che può succedere é proprio dovuto ad una batteria che perde liquido (difettosa), provocando un cortocircuito allinterno di essa e provocando un esplosione della stessa, ma questo può accadere anche a telefono non in carica con al suo interno una batteria di merda come quella che Samsung ha installato nei suoi top di gamma per risparmiare sul materiale facendo pagare i suoi dispositivi un occhio della testa ai suoi clienti convinti. Ha alzato i prezzi dei prodotti, migliorando l'estetica e il materiale di finitura risparmiando sul materiale più importante che fa del prodotto un prodotto di qualità.

    Non andate più in macchina perchè si rischia di fare incidenti, non andate piú sugli aerei perché si riscia di cadere...
    Il telefono si può tranquillamente lasciare sotto carica la notte purché sia spento perché ha un sistema di blocco della carica una volta che la batteria raggiunge la sua carica massima, é fatto apposta proprio per questo motivo, informatevi in un qualsiasi centro assistenza e riparazioni.

    • Jessica Murgia
      • Admin
      • Staff
      2 giorni fa Link al commento

      Ciao Alessandro! Come specificato nell'articolo, e come hai precisato anche tu, gli smartphone moderni hanno un sistema automatico che, una volta raggiunto il livello di carica massimo, disattiva il processo di carica. Vi possono però essere dei difetti di fabbrica che possono causare dei problemi. Si tratta di casi rari ma nell'articolo si vuole invitare gli utenti a fare più attenzione quando si mette in carica lo smartphone ed evitare di lasciarlo in carica tutta la notte è uno di questi.

    • A parte che si parla di iPhone, non si specifica se la ragazza lo avesse spento ( dubito) o meno, inoltre l'ha appoggiato su una coperta ( magari un plaid un 100% poliestere), inoltre nell'articolo si parla del sistema di blocco, e di un probabile difetto di fabbrica. Non credo Alessandro che anche se tu ne hai usati una trentina, la tua analisi possa essere oggettiva al 100%, sicuramente è più esaustiva sulle esperienze di tutti gli utenti , come questo triste caso rappresenta. Per usare un paragone ( tu hai parlato di auto/aerei) credo che l'articolo ci dica : anche con le gomme invernali bisogna prestare attenzione, perché potrebbero non essere sempre sicure e infallibili in tutte le condizioni, oppure anche se l'aereo statisticamente é il mezzo di trasporto + sicuro, meglio spegnere i cellulari durante le fasi di volo (anche se tante persone ) .. Almeno io l'articolo l'ho interpretato così.

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK