Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

3 min per leggere 2 Commenti

Note 8, S8 e S8+ renderanno difficile il modding dopo l'ultimo update

Samsung, si sa, non ha mai reso la vita facile agli smanettoni ed ai modder. Con l'ultimo aggiornamento in arrivo per i suoi flagship sembra però aver esagerato un po'! Dopo KNOX che è in grado di verificare se lo smartphone sia mai stato sbloccato arriva un blocco del bootloader per impedire il cambio di regione del firmware.

La casa coreana produttrice del phablet dotato di stylus Galaxy Note 8 sembra non volersi arrendere nella sua guerra al modding. L'aggiornamento contenente le patch di gennaio per i tre flagship dell'azienda (S8 e S8+ sono gli altri due presenti all'appello), oltre a portare le patch per le vulnerabilità Spectre e Meltdown, introduce anche un nuovo bootloader.

La prima conseguenza è che non sarà possibile tornare ad una versione di software precedente una volta installato l'aggiornamento. La seconda è che, con questo nuovo bootloader, Samsung è in grado di bloccare l'utilizzo di uno dei programmi più utilizzati dai modder ovvero la versione modificata da Prince Comsy di Odin.

AndroidPIT odin samsung firmware flash
Odin ha sempre aiutato gli utenti ad installare i lenti aggiornamenti di Samsung. / © AndroidPIT

Odin è un programma che permette l'installazione dei firmware originali Samsung sui dispositivi della casa e più volte durante la storia degli smartphone Galaxy è stato sfruttato per il modding. A volte è stato utilizzato per guadagnare i permessi di root su un dispositivo, altre per installare aggiornamenti ufficiali ma che Samsung faceva fatica a distribuire.

Vista la lentezza e la selettività del rilascio degli aggiornamenti da parte della casa coreana (che rilascia determinati aggiornamenti solo in determinate regioni), il modder Prince Comsy ha deciso di modificare il software ufficiale di Samsung Odin per permettere l'installazione di software non firmato dalla casa oppure firmato ma destinato a dispositivi di altre regioni (ma con stesso SoC ovviamente).

AndroidPIT android O Oreo 2065
Volete Oreo sul vostro flagship Samsung? Dovrete aspettare il firmware ufficiale per la vostra regione. / © AndroidPIT

L'aggiornamento del bootloader bloccherà questa comoda possibilità. Questo significa che se disponete di un dispositivo canadese (riprendendo l'esempio della fonte) e volete installare un firmware americano questo non sarà più possibile in quanto i numeri di modello dei dispositivi rilasciati nei due Paesi sono diversi nonostante i dispositivi siano identici. Non solo, ma se disponete di un dispositivo rilasciato da un operatore telefonico non potrete più installare un firmware di un dispositivo sbloccato (dove per sbloccato si intende non venduto con un operatore).

Questo renderà la vita difficile non solo agli smanettoni ma anche a chi vuole magari evitare l'attesa di un aggiornamento via OTA installando manualmente il firmware più recente disponibile in una regione vicina.

Cara Samsung, invece di perdere tempo a bloccare delle funzioni utili agli utenti perché non pensi a sveltire la procedura di aggiornamento in modo che gli utenti non debbano usare questi stratagemmi?

2 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati