Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

La nuova tecnologia delle batterie elettriche entra nella produzione in serie

La nuova tecnologia delle batterie elettriche entra nella produzione in serie

Le batterie allo stato solido sono considerate il passo successivo alle batterie agli ioni di litio. Mentre diverse aziende come Toyota, Fisker, Hyundai, BMW e Bosch vi hanno lavorato a lungo (alcune addirittura rinunciando), la prima linea di produzione sta finalmente entrando in funzione in Cina. Nonostante tutti i vantaggi, tuttavia, non è certo che le batterie allo stato solido possano sostituire le batterie agli ioni di litio molto presto.

All'inizio si sente sempre parlare molto delle nuove tecnologie riguardanti le batterie, ma quando si tratta di implementazione pratica, spesso tutto tace silenzioso. Stavolta la situazione sembra diversa, poiché le batterie allo stato solido sono per la prima volta in produzione in Cina.

La start-up Qing Tao Energy Development Co. è costituita dalla Tsinghua University, considerata una delle migliori università tecniche della Cina. Lo stabilimento, situato a Kunshan nella Cina orientale, produrrà inizialmente batterie per un totale di 100 MWh all'anno con un capitale iniziale di circa 127 milioni di euro. La produzione dovrebbe salire a 700 MWh entro il 2020. A titolo di confronto: la produzione europea di batterie agli ioni di litio è attualmente stimata a 20 GWh, ossia 200 volte superiore; VW ha da poco parlato di una domanda di addirittura 150 GWh per i veicoli elettrici.

Batterie allo stato solido: pro e contro

Il responsabile della nuova start-up è Nan Cewen, il quale ha riferito con orgoglio che le batterie prodotte nella sua fabbrica hanno un'energia specifica di 400 Wh/kg. Per fare un confronto, le batterie agli ioni di litio raggiungono circa 250 e 300 Wh/kg. La relazione non menziona però quale sia la capacità per litro, ossia la densità energetica.

Le batterie prodotte nel nuovo stabilimento sono per in vendita soltanto ai produttori di "apparecchiature speciali e prodotti digitali di alta gamma". Al momento, per quanto riguarda le case automobilistiche, si sta ancora discutendo.

press06 model x rear three quarter with accessory carrier
In inverno, alcune batterie delle auto elettriche si spengono a causa del freddo / © Tesla

Tuttavia, alcune domande rimangono senza risposta. Mentre le batterie allo stato solido sono considerate più sicure non essendo infiammabili, non è ancora chiaro se soddisferanno anche i requisiti prestazionali dei veicoli elettrici. Perché se la densità di potenza delle batterie è inferiore a quella delle batterie agli ioni di litio, questo aumenterà il tempo di carica e, al contrario, diminuirà la potenza delle auto elettriche.

Un ulteriore vantaggio è rappresentato dalla maggiore durata. Inoltre, la potenza che producono non dovrebbe cambiare notevolmente quando la temperatura ambientale aumenta o diminuisce.

Tutti gli occhi su Kunshan

La prima produzione di massa potrebbe dimostrare che i tempi sono maturi per la sostituzione delle batterie agli ioni di litio. Ma le prossime domande saranno: l'offerta di materie prime potrà tenere il passo con la domanda del prodotto finale? È davvero possibile aumentare di sette volte la resa delle batterie? Queste batterie potranno mantenere le loro promesse in condizioni reali? Lo vedremo al più tardi entro il 2020.

Fonte: China.org.cn

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica