Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

4 min per leggere Nessun commento

OnePlus 6T: la fotocamera offre chiari progressi

A soli sei mesi dal lancio di OnePlus 6, è la volta del suo successore, OnePlus 6T, il quale però non presenta alcuna rivoluzione hardware. Il produttore cinese ha concentrato tutti i suoi sforzi sul software e in particolare sulla modalità notturna per ottenere risultati migliori in condizioni di scarsa illuminazione. Vincerà la scommessa?

Stessi sensori fotografici del OnePlus 6

Gli smartphone OnePlus hanno sempre offerto un ottimo rapporto qualità/prezzo e spesso si sono posizionati come alternative più che credibili a terminali molto più costosi. La parte fotografica è sempre stata il tallone d'Achille del marchio e ancora oggi soffre di un leggero ritardo rispetto alla concorrenza. Nonostante questo, per il suo nuovo modello, OnePlus non ha voluto giocare la carta della tripla fotocamera.

Non solo il OnePlus 6T utilizza gli stessi due sensori del modello precedente. Tecnicamente troviamo un sensore principale Sony IMX-519 da 16MP (apertura f/1.7) e un sensore Sony IMX 376K da 20MP (anch'esso con apertura f/1.7). Questo secondo sensore è principalmente dedicato alla modalità ritratto. In termini di stabilizzazione ottica, ne beneficia soltanto l'obiettivo principale, mentre sul lato video, OP6T è dotato anche di stabilizzazione elettronica dell'immagine.

È a livello software che sono stati compiuti tutti gli sforzi. Il marchio cinese ha migliorato l'elaborazione dell'immagine rendendola meno aggressiva e ritoccata. Anche il bilanciamento del bianco è stato notevolmente rivisto e si vede!

oneplus 6T 04
Il OnePlus 6T utilizza lo stesso hardware dell'OP6. / AndroidPIT

La fotocamera si arricchisce anche dell'intelligenza artificiale che viene utilizzata durante l'elaborazione dell'immagine, ma OnePlus ha preferito non menzionarlo. Il produttore ha deciso di non comunicare riguardo questo aspetto, giudicando in particolare il fatto che molti produttori abusano di questo nome. Infatti, a differenza di LG o Huawei, ad esempio, non vi è traccia del riconoscimento di oggetti o immagini.

Eccellente in piena luce

Non a caso il OnePlus 6T offre ottimi scatti quando le condizioni di luce sono buone. Già OnePlus 6 si dimostrava un dispositivo valido, ma il 6T punta ancora più in alto. Le foto scattate presentano un bel contrasto, ricchi dettagli e colori realistici, proprio come gli ultimi Google Pixel 3 e Pixel 3 XL.

Gli scatti sono quindi di grande successo con un rendering ricco e dinamico. Rispetto a OnePlus 6, il ritocco è stato notevolmente ridotto e anche l'illuminazione delle scene è migliorata. Non male anche la modalità ritratto con un buon effetto profondità.

androidpit op6t
Un paesaggio autunnale (con temperature piuttosto basse). / AndroidPIT

Il progresso in condizioni di scarsa luminosità

Ma è proprio quando calano le condizioni di luce che possiamo vedere i progressi della fotocamera di questo OnePlus 6T. Il nuovo software di elaborazione si dimostra valido. Questo anticipo conferma il fatto che a volte è meglio investire sul software piuttosto che cedere alla tentazione di cambiare o moltiplicare il numero di sensori fotografici. L'elaborazione dell'immagine è meno aggressiva (ci sono ancora molti dettagli) e le foto sono migliori.

Rispetto ad un Mate 20 Pro o ad un Google Pixel 3, tuttavia, le differenze sono state notevolmente ridotte. Considerando il prezzo di partenza del dispositivo (569 euro), questo è un ottimo risultato. Il mio unico punto negativo riguarda la modalità notturna che OnePlus tanto pubblicizza. Il risultato a volte sembra innaturale e un po' troppo artificiale. È inoltre necessario essere pazienti prima di poter scattare una foto con questa modalità, a causa della più avanzata elaborazione software.

E i selfie?

Per quanto riguarda i selfie, anche questi sono piuttosto buoni. Ma proprio come la fotocamera posteriore manca un sensore grandangolare. Gli scatti sono accettabili, ma a volte soffrono di una mancanza di luminosità. Per quanto riguarda la registrazione video, non ho nessun commento particolare da fare. OnePlus permette di registrare in 4K (e Full-HD) con buoni risultati.

In generale lo scatto delle foto è rapido. L'applicazione fotocamera non è sicuramente la più bella dal punto di vista estetico ma offre tutte le opzioni che ci si aspetterebbero (timelapse, slow motion, panorama...). Niente di speciale da aggiungere sull'argomento.

Conclusione: chiari progressi!

In fin dei conti, la fotocamera di OnePlus 6T è una soddisfazione. I miglioramenti sono evidenti rispetto alla generazione precedente e l'esperienza fotografica ha avuto successo. Il produttore cinese ha intelligentemente migliorato il software invece di cedere alle tentazioni di marketing di un nuovo sensore fotografico.

Inoltre OnePlus non dimentica i proprietari di OnePlus 6. Anch'essi potranno beneficiare di queste performance grazie ad un aggiornamento che arriverà al più presto. Congratulazioni OnePlus!

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica