Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
24 Condivisioni 30 Commenti

OnePlus X recensione: design e prezzo difficili da battere

Aggiornamento - Da oggi potrete acqusitarlo senza invito, per sempre!

OnePlus sa come attirare l'attenzione. Il brand cinese è riuscito, con astuzia, a far parlare si sé prima con l'uscita del OnePlus One, poi con il sistema ad inviti. Riusciranno nell'intento ancora una volta con il low-cost OnePlus X? Ad un primo sguardo il OnePlus X è spettacolare, una sorta di iPhone 4s passato attraverso gli ingranaggi della grande fabbrica Android. La nostra recensione approfondita del OnePlus X mette a nudo feature, specifiche, prezzo, data di uscita e prestazioni del nuovo smartphone cinese. Il OnePlus X è davvero il miglior smartphone acquistabile per 269 euro? Secondo noi lo è!

OnePlus ha deciso di dare il via alle danze, permettendo ai suoi utenti di acquistare il OnePlus X senza invito. Non si tratta di una promozione momentanea ma di una nuova strategia del brand. Scoprite nella sezione Uscita e prezzo cosa si nasconde dietro questa scelta e preparatevi a mettervi finalmente in tasca il piccoletto del brand!

Valutazione

Pro

  • Qualità di assemblaggio eccellente
  • Prezzo abbordabile
  • Espansione via microSD
  • Ottime caratteristiche software

Contro

  • Deboli prestazioni della fotocamera
  • Autonomia della batteria nella media
  • Processore del 2013

OnePlus X – Uscita e prezzo

Definire la data di uscita del Oneplus X è alquanto improprio. Il OnePlus X con scocca in onice è ufficialmente disponibile dal 5 novembre a 269 euro. La variante con scocca in ceramica, di cui verranno prodotte solo dieci mila unità, è disponibile all'acquisto dal 24 novembre.

Questo modello, che necessità di ben 25 giorni per essere realizzato a causa del particolare processo di lavorazione della scocca, si differenzia dalla variante in onice solo per il materiale della scocca. Le altre specifiche tecniche rimangono invariate (entrambi offrono 16GB di memoria interna). Anche in questo caso il dispositivo potrà essere acquistato solo tramite invito ad un prezzo di 369 euro. 

Grazie a GSMarena sappiamo che si aggiunge alla lista una nuova variante, la Champagne edition. Se le specifiche tecniche rimangono le stesse, a cambiare è il look sfoggiato dal dispositivo: pannello frontale e posteriore bianco, cornice metallica color oro-champagne. Ed è proprio da questo dettaglio che prende il nome la variante più elegante del OnePlus X. Questa variante è disponibile all'acquisto sul mercato internazionale a partire dal 22 dicembre al prezzo di 269 euro.

oneplus x back
Il OnePlus X è acquistarlo non è più un problema! / © ANDROIDPIT

Dal mese di dicembre, probabilmente in vista del Natale, OnePlus ha permesso ai suoi utenti di acquistare il OnePlus X senza invito, limitando questo lusso solo ed esclusivamente al martedì.

Dal 5 dicembre, ogni martedì, il OnePlus X è disponibile all'acquisto senza invito 

Fortunatamente l'azienda cinese ha deciso di abolire per sempre questo noioso sistema di acquisto a partire dal 28 gennaio 2016 ed ha reso pubblica la sua decisione sul forum ufficiale. OnePlus e OnePlus 2 possono già essere acquistati senza invito, all'appello mancava solo l'ultimo arrivato che ha finalmente completato il quadro! Se fino a qualche giorno fa eravate indecisi se acquistare il OnePlus X per la pigrizia di mettervi in lista d'attesa per un invito, il problema sembra essere risolto e potrete procedere all'acqusito senza problemi, usufruendo della spedizione standard gratuita offerta per tutti gli ordini superiori ai 100 euro.

Il brand ha dichiarato di volere così rendere ancora più semplice l'acquisto del dispositivo. Pensate che la decisione di OnePlus di abolire il sistema ad inviti scaturirà un incremento delle vendite?

OnePlus X – Design e assemblaggio

Il OnePlus X, per un prezzo di 269 euro, è uno smartphone dal design davvero interessante. Il OnePlus 2, per la sua etichetta, è anch'esso un bel dispositivo, ma il OnePlus X offre un design premium. Realizzato in onice nero o in ceramica cotta, lo smartphone cinese cattura subito l'attenzione. 

Grazie alle sue misure compatte non è solo bello da vedere, ma anche comodo da tenere in mano. In quest'era caratterizzata da mostri dai 5,5/6 pollici, fa piusttosto piacere trovarsi di fronte uno smartphone di 5 pollici, anche se le dimensioni rimangono un aspetto soggettivo. Il OnePlus X potrebbe rivelarsi troppo piccolo per alcuni e risultare perfetto per altri. La versione in onice pesa 138 grammi, mentre quella in ceramica 160 grammi. Bisogna però ammettere che entrambe le versioni tendono a raccogliere le impronte digitali con molta facilità.

oneplus x side 3
L'attenzione riposta sui dettagli del OnePlus X è sbalorditiva! / © ANDROIDPIT

Il OnePlus X è circondato da una cornice in metallo anodizzato, inciso da 17 piccoli fori. Potrebbe sembrare una esotica tecnica di tortura, ma si tratta in realtà di un piccolo dettaglio che aggiunge qualcosa al dispositivo, dove ogni singolo aspetto è stato curato con attenzione. Nonostante il prezzo contenuto, il OnePlus X è stato curato nei dettagli. 

Nonostante il prezzo contenuto, il OnePlus X è stato curato nei dettagli. 

Secondo quanto affermato da Carl Pei, co-fondatore di OnePlus, ogni singola scocca di ceramica necessita un mese per essere realizzata e solo il 20% del materiale viene effettivamente utilizzato (non si tratta certo di un materiale adatto per chi sta cercando di risparmiare qualche euro). Giusto per darvi un'idea, è difficile trovare un materiale simile perfino sui top di gamma che offrono un prezzo tre volte superiore a quello del OnePlus X.

oneplus x side 2
La cornice metallica è incisa con 17 piccoli fori. / © ANDROIDPIT

La differenza tra le due varianti del OnePlus X non riguarda solo il materiale della scocca, ma anche il diverso modo in cui il vetro display si sposa con la cornice metallica. L'edizione limitata in ceramica è caratterizzata da bordi angolati dove invece la variante in vetro offre dei bordi più stondati come il vetro 2.5D che troviamo sul Nexus 6, sullo Xiaomi Mi Note o sull'iPhone 6. 

Il bordo non uniforme fornisce inoltre una migliore presa, un dettaglio da non sottovalutare quando si tiene tra le mani uno smartphone simile, caratterizzato da vetro e metallo in bella vista. ll dispositivo offre un vano con doppio alloggio per nanoSIM e microSD, sembra che OnePlus abbia imparato dai precedenti errori commessi sul OnePlus 2. Il OnePlus X è disponibile solo nella versione dotata di 16GB di memoria interna espandibile però fino a 128GB con scheda microSD.

oneplus x 15
Tranquilli, la memoria è espandibile tramite scheda SD!/ © ANDROIDPIT

Il port USB 2.0 è stato collocato sulla parte inferiore del dispositivo per mantenere un corpo sottile. Ad affiancarlo troviamo le griglie degli speaker dove, come sempre più spesso accade, quella di sinistra nasconde un altoparlante mono mentre quella di destra è dedicata al microfono delle chiamate in arrivo.

Il OnePlus X non offre lettore d'impronte digitali e tecnologia NFC. D'altra parte però, per la navigazione, dispone di tasti capacitivi e software personalizzabili a vostro piacimento attraverso le impostazioni (i tasti capacitivi non sono retroilluminati). Va inoltre detto che il OnePlus X risulta essere scivoloso quando poggiato su superfici piane scivolando su se stesso come anche altri dispositivi realizzati con simili materiali fanno.

oneplus x side 1
Alert Slider è una funzione premium per uno smartphone così economico! / © ANDROIDPIT

L'ingegnoso Alert Slider, comparso per la prima volta sul OnePlus 2, è collocato lungo il bordo metallico del dispositivo e fornisce un facile accesso alle diverse modalità (senza neppure attivare lo schermo): Nessuna, che blocca qualsiasi notifica, Priorità, che autorizza le notifiche di contatti previamente stabiliti e Tutte, che visualizza qualsiasi tipo di notifica. Si tratta di una piacevole funzione aggiuntiva per un dispositivo su cui non ci si aspetta di trovare una feature ricercata di questo tipo.

L'ingegnoso Alert Slider del OnePlus 2 è una piacevole funzione aggiuntiva per un dispositivo su cui non ci si aspetta di trovare una feature ricercata di questo tipo.

Il OnePlus X dispone inoltre di un LED di notifica che può essere personalizzato dalle impostazioni e, sul retro, la piccola lente della fotocamera ed il flash LED. Il pannello frontale del OnePlus X è ricoperto da Gorilla Glass 3 e nella confezione viene fornita una cover gratuita nel caso in cui vogliate proteggere il dispositivo.

Le due versioni del OnePlus X offrono una serie di colorate custodie acquistabili separatamente e possono essere potenziate con l'acquisto extra di auricolari in-ear, chiamati OnePlus Icons, che dovrebbero garantire un'ottima qualità del suono. Gli auricolari dovrebbero essere disponibili durante il periodo natalizio.

oneplus x screen 1
Il OnePlus X offre un ottimo display AMOLED di 5 pollici in Full HD. / © ANDROIDPIT

Il design vi ha già conquistati ma volete sapere quanto resistente e solido sia il OnePlus X? Toglietevi ogni dubbio con questi due nuovi video che mettono alla prova il piccoletto. Nel primo video, pubblicato su YouTube da JerryRigEverything, il compatto di OnePlus viene graffiato con un punteruolo sul display, che ha riportato i primi segni solo al livello 6 (in una scala da 1 a 9) proprio come Nexus 6P e BlakBerry Priv. Non preoccupatevi quindi di mettere a contatto lo schermo con chiavi o altri oggetti appuntiti perchè il Gorilla Glass 3 lo proteggerà senza problemi.

Stesso discorso vale per la scocca posteriore, realizzata con lo stesso materiale. Anche l'obiettivo della fotocamera ha dimostrato di essere ricoperto da una solida superficie antigraffio, assente invece sul BlackBerry Priv ad esempio. Durante il test il display AMOLED del OnePlus X è stato poi messo a contatto con un accendino che, come accaduto per il Nexus 6P, ha danneggiato permanentemente i pixel dello schermo. Anche quando sottoposto al bend test, il OnePlus X si è inzialmente curvato, senza però riportare alcun danno. Nonostante il prezzo ridotto del dispositivo, potete stare certi di portarvi a casa un dispositivo resistenze al pari di altri top di gamma decisamente più costosi.

Nel secondo video di quattro minuti, Jerry ha cercato di disassemblare il dispositivo con qualche difficoltà. Dopo aver rimosso la scocca posteriore, è stato il turno di batteria e delle piccole viti che permettono di accedere a processore, RAM e altre componenti. Con questo test potrete vedere come il fragile port USB di ricarica possa essere riparato in caso di necessità e come anche la batteria possa essere eventualmente sostituita, al contrario dello schermo, ben incollato alla cornice del dispositivo. Insomma, a meno che sia il display ad avere problemi, le altre componenti dell'economico Oneplus X potranno essere riparate o sostituite senza grossi problemi!

OnePlus X – Display

Il OnePlus X offre uno schermo AMOLED di 5 pollici con risoluzione in Full-HD e 441 ppi. Si tratta del primo display AMOLED per casa OnePlus. Tenendo bene questo a mente. il OnePlus X offre un tema scuro per garantire neri profondi e colori saturi che solo i display AMOLED sanno offrire.

È una felice coincidenza che la tecnologia AMOLED del display su un piccolo dispositivo con una batteria relativamente piccola riesca a prolungare l'autonomia della batteria.

Mentre Pei assicura che i display LCD forniscono colori migliori rispetto agli AMOLED, il OnePlus X integra uno schermo AMOLED per poter offrire un corpo sottile. È solo una felice coincidenza che questa tecnologia del display su un piccolo dispositivo con una batteria relativamente piccola, riesca a prolungare l'autonomia della batteria. Tra le altre cose, il nostro OnePlus X offre sul pannello frontale una pellicola protettiva.

oneplus x buttons
Sul OnePlus X potrete scegliere tra tasti capacitivi e software. / © ANDROIDPIT

Il dispositivo dispone di una opzionale modalità display ambient, come quella che troviamo sui dispositivi Motorola, che fa sì che le notifiche vengano visualizzate nella modalità da OnePlus chiamata "duo-tone", anche a schermo spento. Queste notifiche compariranno ad intervalli regolari semplicemente facendo scorrere la vostra mano vicino al sensore di prossimità.

Il OnePlus X permette inoltre di personalizzare le tonalità dei colori e di selezionare uno sfondo scuro in modo da poter sfruttare al meglio il risparmio energetico dato dalla tecnologia AMOLED. Se per voi il risparmio energetico non è così importante o non amate particolarmente i temi scuri, potrete sempre affidarvi a temi bianchi o più colorati.

oneplus x about phone
Il OnePlus X gira Oxygen OS 2.1.2 basato su Android 5.1.1 Lollipop. / © ANDROIDPIT

OnePlus X – Software

Il OnePlus X gira il software della casa Oxygen OS 2.1.2 basato su Android 5.1.1 Lollipop, e durante il nostro periodo di test ha ricevuto due patch: un aggiornamento delle prestazioni per Oxygen OS 2.1.2 ed uno per risolvere i problemi della scheda SD (che, per inciso, non ho riscontrato prima o dopo l'aggiornamento). Questa propensione agli aggiornamenti potrebbe forse indicare la presenza di alcuni problemi iniziali, subito sistemati dagli update.

La differenza più grande rispetto alla versione 2.1 dello stesso software è l’aggiunta della modalità automatica per la fotocamera, che deve ancora arrivare sul OnePlus X, e che si rivela perfetta per chi non si accontenta delle limitazioni di una semplice app della fotocamera. L'aggiornamento include alcuni bug fix per l'app della fotocamera, un miglioramento dei colori in modalità HDR, un'ottimizzazione degli aggiornamenti via OTA ed miglioramento generale delle prestazioni e del sistema quando la batteria ha un livello di carica basso.

Ma gli aggiornamenti non finiscono qui, perchè OnePlus ha già rilasciato una seconda update ad Oxygen OS 2.1.3, anche in questo caso studiata per migliorare il supporto della scheda SD. Oltre a supportare  schede exFAT SD, grazie a questo aggiornamento il OnePlus X permetterà di spostare facilmente le applicazioni tra la memoria interna e quella esterna del dispositivo. L'interfaccia non è stata stravolta, ma perfezionata e, tra le altre novità, OnePlus ha anche inserito una security patch e dei bug fix per rendere più fluido il sistema.

AndroidPIT OnePlus X OxygenOS home screen app drawer
Il OnePlus X sfrutta al meglio i neri per risparmiare batteria. / © ANDROIDPIT

Per chi non avesse familiarità con Android sui dispositivi OnePlus, quella integrata sul OnePlus X è una ROM che non si distacca troppo dalla versione stock di Android, ma che lascia tantissimo spazio alla personalizzazione, grazie a diverse opzioni di configurazione avanzate. Tra queste troviamo i gesti a schermo spento che permettono di disegnare simboli sul display per avere un accesso immediato alla fotocamera, alla torcia o al controllo della musica. Il OnePlus X può inoltre essere attivato con il doppio tocco.

Oxygen OS offre un tema chiaro ed uno scuro, icone personalizzabili dedicate alle impostazioni rapide ed un LED manager per personalizzare le notofiche.

Un'altra interessante feature offerta da Oxugen OS sul OnePlus X è la possibilità di poter switchare tra tasti capacitivi e software, con l'opzione di poter attivare sempre il tasto capacitivo home anche quando si utilizzano i tasti software. Sfruttando i vantaggi offerti da questa funzione è possibile accedere in modo ancora più veloce a Google Now, che può essere lanciato in un attimo con i tasti capacitivi, ma che richiede invece un swipe verso l'alto se state utilizzando i tasti software. Anche passare dai tasti capacitivi a quelli software è un'opzione semplice ed intuitiva.

AndroidPIT OnePlus X OxygenOS lock screen quick settings
Oxygen OS è una ROM molto simile a stock Android ma con tante opzioni di personalizzazione. / © ANDROIDPIT

Il OnePlus X si presenta piuttosto leggero per quanto riguarda le app, sono stati preinstallati solo i servizi più utili, lasciando spazio agli utenti di scegliere il resto delle app da installare. Il OnePlus X offre per questo un'esperienza rinfrescante. Come detto sopra, Oxygen OS offre un tema chiaro ed uno scuro, icone personalizzabili dedicate alle impostazioni rapide ed un LED manager per personalizzare le vostre notifiche. Se avete già utilizzato il OnePlus 2, il tutto vi risulterà particolarmente famigliare.

OxygenOS offre una propria schermata simile a Google Now, alla quale si può accedere trascinando la schermata home verso destra. Si chiama Shelf e può essere rimossa senza alcun problema. Questa schermata offre accesso rapido alle applicazioni più utilizzate, i contatti preferiti, le informazioni meteo, e così via, una funzione che col tempo probabilmente si evolverà per diventare più utile. Al momento purtroppo non è altro che uno spreco di spazio. 

AndroidPIT OnePlus X OxygenOS settings recent apps
Come Android stock, Oxygen OS offre un tema scuro a livello di sistema. / © ANDROIDPIT

Il sistema operativo fornisce inoltre il pieno controllo dei permessi delle singole app, nonostante il OnePlus X non stia ancora girando Android Marshmallow.

Esiste la possibilità che questa versione del brand della gestione dei permessi possa causare qualche problema, ma allo stesso tempo neanche Google garantisce il suo perfetto funzionamento. Molto dipende anche dai singoli sviluppatori delle applicazioni. Fate semplicemente attenzione quando vi ci mettete le mani.

OnePlus X – Prestazioni

Nessuno deciderà di acquistare un OnePlus X per le sue prestazioni da top di gamma, questo dispositivo è stato realizzato per coloro che cercano qualcosa di diverso dalla pura potenza dello smartphone stesso. Il OnePlus X però non è certo un debole dispositivo. Integrando uno Snapdragon 801, quad-core a 32-bit, il OnePlus X utilizza l'ultimo performante processore che precede l'era dei problematici chip a 64-bit causa di pericolosi surriscaldamenti.

Questo significa che sul OnePlus X potrete usufruire di prestazioni affidabili (se non di fascia alta). Supportato da 3GB di RAM, il dispositivo riesce a gestire senza problemi il passaggio da un'app all'altra ed il multitasking. Naturalmente il OnePlus X offre prestazioni inferiori a qualsiasi flagship del momento, ma la stabilità e la fuidità del dispositivo fanno un ottimo lavoro nel non farlo apparire "lento".

oneplus x screen 2
Prestazioni sopra la media per il OnePlus X. / © ANDROIDPIT

OnePlus ha preso la saggia decisione di inserire uno slot per microSD. Questo dettaglio dovrebbe far felici tutti i fan della memoria espandibile e, allo stesso tempo, assicurare un profilo sottile ed un prezzo contenuto, perchè permette al brand cinese di rilasciare un'unica variante con 16GB di memoria interna.

Non potrà essere ripetuto mai abbastanza quanto sia valido il OnePlus X per un prezzo simile. Se altri dispositivi della stessa fascia di prezzo possono offrire prestazioni leggermente migliori, non vi è alcuna possibilità che possano offrire un look premium come il OnePlus X riesce a fare per soli 269 euro.

Con l'arrivo di Marshmallow potrete formattare la vostra scheda SD per renderla parte dello storage del vostro dispositivo. Prima di allora, accedere ai dati salvati sulla vostra scheda SD risulterà essere leggermente più lento e meno sicuro, ma niente di diverso rispetto a quanto sperimentato fino ad ora su qualsiasi altro smartphone dotato di alloggio per scheda SD.

AndroidPIT OnePlus X AnTuTu benchmark results
Prestazioni stabili ed affidabili per il OnePlus X. / © ANDROIDPIT

Sui benchmark il OnePlus X ha ottenuto un punteggio del tutto prevedibile per uno Snapdragon 801 a 2,3GHz di clock: circa 38,000 punti su AnTuTu con un leggero calo delle prestazioni nei test back-to-back. Su Geekbench 3 il core singolo ha raggiunto un punteggio compreso tra 800 e 900, mentre con i multi-core il punteggio riscontrato è compreso tra 2100-2500. Il test Vellamo benchmark di Qualcomm ha riportato un punteggio Metal simile a quello di OnePlus One e Nexus 6, ed un multi-core appena sotto il Zenfone 2.

AndroidPIT OnePlus X Geekbench results
Il OnePlus X utilizza l'ultimo noto e performante Snapdragon chipset: il Snapdragon 801. / © ANDROIDPIT

Dimenticatevi di giochi in alta risoluzioni se desiderate godere di un'esperienza priva di bug, anche se il OnePlus X è in grado di gestire quasi tutti gli altri task senza problemi. Non potrà mai essere ripetuto abbastanza quanto sia valido il OnePlus X per un prezzo simile. Se altri dispositivi della stessa fascia di prezzo possono offrire prestazioni leggermente migliori, non vi è alcuna possibilità che possano offrire un look premium come il OnePlus X riesce a fare per soli 269 euro.

AndroidPIT OnePlus X Vellamo benchmark results
Raggiungere i puntaggi di OnePlus One e Nexus 6 è da considerare un buon risultato! / © ANDROIDPIT

OnePlus X – Audio

Come menzionato sopra, il OnePlus X offre sulla parte inferiore due griglie dedicate agli speaker, di cui solo una emette suoni. Se non vi aspettate miracoli dallo speaker non rimarrete delusi. Bisogna però ammettere che quelli integrati offrono una qualità del suono e del volume sopra la media per un dispositivo di questo prezzo.

Se non vi aspettate miracoli dallo speaker non rimarrete delusi.

L'aspetto più importante da prendere in considerazione, per quanto riguarda l'audio del OnePlus X, è l'integrazione della radio FM. Secondo quanto affermato dal brand, la radio FM è un trend che si sta facendo vivo nuovamente negli Stati Uniti o in altri mercati, come quello indiano per esempio. Per utilizzarlo avrete bisogno di inserire le cuffie nel jack dedicato e rimane una buona soluzione per ascoltare musica senza consumare dati. 

La qualità delle chiamate in entrata è più che accettabile anche se il OnePlus X non supporta le bande LTE 12 e 17. Durante il nostro test non abbiamo riscontrato alcun problema, ma non aspettatevi microfoni premium o la cancellazione del rumore. Considerando l'etichetta offerta dal dispositivo, anche sotto l'aspetto audio il OnePlus X si colloca sopra la media.

oneplus x speaker
Il mono speaker del OnePlus X non è eccezionale ma offre un volume particolarmente elevato. / © ANDROIDPIT

OnePlus X – Fotocamera

Il OnePlus X offre una fotocamera principale di 13MP con apertura di f/2.2 ed una frontale di 8MP con apertura di f/2.4. Lo smartphone utilizza un sensore ISOCELL ed un Phase Detection Auto-Focus (PDAF) capace di garantire una messa a focus in meno di 0.2 secondi.

Il PDAF è più lento dell'auto-focus laser integrato nel OnePlus 2, ma Carl Pei ci ha rivelato che se avesse dovuto rimuovere una feature dal OnePlus 2, avrebbe scelto lo stabilizzatore ottico d'immagine o l'auto-focus laser a causa della sua limitata efficacia. Il OnePlus X sembra voler mettere in evidenza questo dettaglio. Il problema principale riscontrato con il PDAF è che in condizioni di scarsa luminosità fa più fatica rispetto al focus laser.

oneplus x camera
Il OnePlus X offre un obiettivo ISOCELL di 13 MP con flash LED e PDAF. / © ANDROIDPIT

I risultati della fotocamera sono soddisfacenti ma non spettacolari. Ho scattato delle foto in una giornata particolarmente nuvolosa, ma visto che la maggior parte dei telefoni riesce a garantire dei migliori risultati sotto una luminosità, ci aspettiamo lo stesso dal OnePlus X. Considerando la poca luce, il OnePlus X ha riportato dei risultati ammirevoli producendo scatti dai colori relativamente accurati e dai contrasti accettabili.

Tuttavia il OnePlus X talvolta ha fatto fatica a mettere a fuoco in condizioni di scarsa luminosità ed è possibile notarlo negli scatti. Le immagini scattate mostrano anche dei limiti nella saturazione dei colori in ambienti più luminosi. Nella maggior parte degli scatti in esterna il OnePlus X mostra un po' di sottoesposizione in condizioni di luce piatta. Negli scatti come quelli che ritraggono il cigno, il OnePlus X sovracompensa facendo scompaire i dettagli.

Ancora una volta, i rusultati sono più che accetabili per il prezzo, ma il OnePlus X non è il dispositivo adatto a voi se siete alla ricerca di uno smartphone dalle capacità fotografiche premium. Considerate rumore fotografico e problematiche impostazioni dedicate all'esposizione. L'assenza dello stabilizzatore ottico d'immagine comporta inoltre occasionali problemi con la sfocatura delle immagini.

In termini di impostazioni il OnePlus X scatta a 12,4MP con rapporto di 4:3. Per ottenere 16:9 dovrete accontentarvi di 7:9MP, ma il dispositivo rende inoltre disponibile una modalità Instagram a 9,3MP per scatti più squadrati. Tra le opzioni troviamo anche la modalità bellezza (attivabile anche per la fotocamera frontale) e quella HDR. Clear Image scatta immagini multiple e le mette insieme per garantire una più alta risoluzione artificale, immagini nitide e prive di rumore fotografico.

oneplus x side 5
La fotocamera frontale di 8 MP del OnePlus X svolge un lavoro accettabile con i selfie. / © ANDROIDPIT

Il OnePlus X permette inoltre di girare video a 1080p e 720p, oltre a video in slow motion a 720p e 120 frame al secondo. In aggiunta troverete integrata la modalità di time lapse. Come anche sul OnePlus 2, la fotocamera può essere lanciata in svariati modi: con i gesti, dal blocco schermo o utilizzando una scorciatoia.

I risultati della fotocamera del OnePlus X sono più che accettabili, ma non spettacolari: la fotocamera è l'elemento in cui il OnePlus X giustifica il suo prezzo.

Considerando tutto ciò, la fotocamera è il punto in cui il OnePlus X giustifica il suo prezzo. Per essere corretti, chi si aspetta di ritrovare la stessa qualità mostrata dal design premium riposta anche nella fotocamera, potrebbe rimanere deluso. Per scatti occasionali non dà problemi, ma ci sono dei limiti specifici su ciò che è possibile fare con la fotocamera del OnePlus X.

oneplus x side 4
La scocca posteriore non removibile nasconde una batteria di 2,525 mAh. / © ANDROIDPIT

OnePlus X – Batteria

Il OnePlus X offre una batteria di 2,525 mAh dalle dimensioni decenti, soprattutto considerando lo spessore dello smartphone. Non è removibile, come ci si poteva aspettare, ma grazie al basso consumo dello schermo AMOLED svolge il suo lavoro discretamente. Sotto un utilizzo moderato il OnePlus X riesce a rimanere in vita dal mattino fino a sera, ma sarete fortunati se riuscirete a superare l'orario di cena.

Utilizzando lo sfondo scuro, display ambient e mantenendo la luminosità del display piuttosto bassa, non avrete alcun problema di autonomia. Quando arriverà Android Marshmallow sarà possibile inoltre sfruttare le funzionalità di risparmio energetico offerte da Doze e App Standby, per raggiungere un’autonomia ancora migliore. Per ora la batteria è soddisfacente, niente di più. Purtroppo il OnePlus X non offre il supporto per la ricarica rapida quindi ricaricare il dispositivo richiede un po' di tempo.

Dopo che la batteria si stabilizzerà (fino ad ora è stata sottoposta a pochi cicli di ricarica) aggiorneremo questa recensione con alcuni benchmark e nuove impressioni relative all'utilizzo quotidinano del dispositivo, rimanete sintonizzati! Sulla base del nostro test abbiamo fino ad ora riscontrato un'autonomia di circa 12 ore con display attivo per 3/3 ore e mezza.

oneplus x 9
Non contano solo le specifiche: il OnePlus X è un buon telefono se si considera il prezzo. / © ANDROIDPIT

OnePlus X – Specifiche tecniche

Dimensioni: 140 x 69 x 6,9 mm
Peso: 138 g
160 g
Capacità della batteria: 2525 mAh
Dimensioni del display: 5 pollici
Tecnologia display: AMOLED
Schermo: 1920 x 1080 pixel (441 ppi)
Fotocamera frontale: 8 megapixel
Fotocamera posteriore: 13 megapixel
Flash: LED
Versione Android: 5.1.1 - Lollipop
RAM: 3 GB
Memoria interna: 16 GB
Memoria removibile: microSD
Chipset: Qualcomm Snapdragon 801
Numero di core: 4
Velocità di clock: 2,3 GHz
Connettività: HSPA, LTE, Bluetooth 4.0

Giudizio iniziale

OnePlus sa perfettamente che il nuovo arrivato X non può competere con i top di gamma del momento, come il suo attuale fratello maggiore e flagship killer OnePlus 2. La serie X è stata pensata dal brand per testare nuove funzioni, materiali in primis, mentre i flagship sono destinati a sfoggiare tutte le ultime tecnologie del momento. È questo il principale motivo per cui il OnePlus X non sfoggia caratteristiche hardware da primo della classe e punta piuttosto ad un look esclusivo ed attraente. Questo fattore va considerato prima di decidere di acquistare questo dispositivo. Se le prestazioni sono tutto ciò che conta per voi, allora meglio puntare su un OnePlus 2.

Il OnePlus X è, in poche parole, un bel telefono ad un ottimo prezzo.

Se il design ed il prezzo del Oneplus X sono riusciti ad attirare la vostra attenzione, allora dovreste prenderlo in considerazione. Ma va precisato che processore e fotocamera non sono certo i punti forti dello smartphone. Il OnePlus X è, in poche parole, un bel telefono disponibile ad un ottimo prezzo. Questo è ciò che ho pensato non appena l'ho visto e ciò che penso tuttora dopo averlo testato per una settimana.

Personalmente trovo che le prestazioni del OnePlus X siano adeguate - in realtà meglio di quanto mi aspettassi - e la sua fotocamera e l'autonomia della batteria sono accettabili se non degne di nota. Ma, del resto, non mi aspettavo nulla di diverso. In fin dei conti il OnePlus X è così come appare. Ottimo il design così come il software: se non vi aspettate prestazioni esagerate sotto un elegante corpo ed un'etichetta di prezzo simile non rimarrete delusi.

I commenti preferiti dei lettori

  • Jessica Murgia
    • Admin
    • Staff
    30-ott-2015

    Ciao Marco! Per ora il OnePlus X si presenta proprio bene: bel design ,buone specifiche e prezzo competitivo. Io aspetterei però la recensione finale per avere maggiori dettagli su autonomia della batteria, fotocamera e prestazioni del sistema in generale.

  • Dommy Dsd 30-ott-2015

    Concordo pienamente, è opportuno verificarlo un po' in esercizio nei primi giorni anche se devo dire che mi piace molto

  • Jessica Murgia
    • Admin
    • Staff
    30-ott-2015

    Ciao amicocatopleba! Come specificato da Gustavo si tratta di una prima valutazione a seguito di un breve test effettuato durante l'evento di presentazione del OnePlus X a Londra. Non appena riceveremo il dispositivo in redazione aggiorneremo la recensione inserendo anche i dati relativi alla batteria.

30 Commenti

Commenta la notizia:
Mostra tutti i commenti
24 Condivisioni

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK