Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
3 min per leggere 67 Condivisioni 12 Commenti

WhatsApp si prepara al peggio: gli operatori telefonici bloccheranno le chiamate tramite app!

Cosa ne pensate delle chiamate Whatsapp? Nonostante alcune intermittenze o instabilità di rete vi siete ormai abituati a contattare i vostri amici sfruttando il vostro piano dati e risparmiando sui minuti di chiamate offerti da Vodafone, Tim, Wind e Tre? Al contrario di voi, gli operatori telefonici sono decisamente meno soddisfatti di perderci soldi e, per questo, si preparano a muovere guerra a WhatsApp.

Come ben saprete, WhatsApp è una delle applicazioni più scaricate al mondo, usata da milioni di utenti ogni giorno, non c'è da stupirsi se l'arrivo delle chiamate VOIP sia andato ad infastidire gli operatori telefonici di tutto il mondo, che si sono visti sfilare i soldi dalle tasche. Naturalmente, cosa fanno? Bloccano le chiamate WhatsApp e risolvono il problema, contrattacco al quale WhatsApp si sta già preparando! 

WhatsApp ligacoes
Avete fino ad ora sfruttato le chiamate di Whatsapp per contattare amici in tutto il mondo?  / © ANDROIDPIT

La guerra mossa dagli operatori in realtà è silenziosa, non l'avremmo neanche smascherata se WhatsApp non si fosse messo di buona lena a preparare una strategia di contrattacco. È infatti grazie a delle stringhe di traduzione preparate per l'applicazione di messaggistica Windows che siamo venuti a conoscenza del problema. 

WhatsApp ha inviato 5 nuove frasi ai traduttori ufficiali dell'app per prepararsi al peggio, stringhe di testo decisamente allarmanti, soprattutto considerando che sono state inviate ai traduttori italiani. Non pensate dunque che la cosa, almeno per il momeno, non vi riguardi!

Leggete voi stessi le frasi tradotte da noi e l'immagine subito sotto che mostra il testo in lingua originale:

  • Impossibile effettuare la chiamata perchè il piano dati del tuo operatore telefonico blocca le chiamate WhatsApp. Prova a sfruttare una connessione WIFI.
  • Impossibile effettuare la chiamata perchè la rete WIFI alla quale sei connesso blocca le chiamate WhatsApp. Prova a cambiare rete WIFI o a spegnere la tua connessione WIFI.
  • Il tuo operatore telefonico non supporta le chiamate WhatsApp. Prova a cambiare operatore telefonico o a connetterti ad una rete WIFI.
  • La tua rete WIFI non supporta le chiamate WhatsApp. Prova a connetterti ad un'altra rete WIFI o a spegnere la tua rete WIFI ed utilizzare la tua connessione dati.
  • L'operatore X o la tua rete WIFI non supporta le chiamate WhatsApp.
whatsapp calls carriers
Cominciate ad entrare nel panico anche voi? / © Aggiornamenti Lumia

Gli sviluppatori dell'app sono dunque pronti ad informare tutti gli utenti nel caso gli operatori telefonici decidano di fare il primo passo, sparare il primo colpo, ma noi clienti fissi, dipendenti ormai dalle chiamate WhatsApp, riusciremo mai ad accettare un tale affronto?

Utilizzate spesso le chiamate di WhatsApp o in realtà non vi è mai piaciuta la funzione introdotta pochi mesi fa?

67 Condivisioni

I commenti preferiti dei lettori

  • Dommy Dsd 2-ott-2015

    Devo dire che se WhatsApp sta per mandare quei messaggi agli utenti in caso di blocco procurerà un danno d'immagine abbastanza grosso alle compagnie che spero possano fare marcia indietro. La qualità delle chiamate non è ottimale in assenza di wifi ma in certi casi è utile. Detto questo io invito gli utenti al contrattacco, se hanno proprio necessità di questa funzione, si dirigano verso gli operatori che consentono questo tipo di servizio. C'è da dire che dal punto di vista dell'applicazione si potrebbe cambiare il protocollo ed ovviare temporaneamente al problema ma forse questo richiederebbe agli sviluppatori troppo tempo. Infine, io al posto delle compagnie offrirei meno Gb e più minuti, anche se devo segnalare la grande iniziativa di postemobile che addirittura non considera il traffico di whatsapp permettendone quindi un uso pressoché illimitato anche se, da entrambe le parti, il buon senso equivale alla virtù e sta nel mezzo

  • Alessandro Agostini 2-ott-2015

    Uso spesso Whatsapp perché abito nel centro storico di Fiuggi e spesso non c'è assolutamente campo e WiFi è l'unica soluzione. La qualità è decisamente migliorata dall'inizio ed in ogni caso accettabilissima. Quindi la notizia è molto grave.
    Però però: ognuno di noi ha siglato un accordo con il proprio gestore (contratto o ricaricabile che sia) in base a cui si ha diritto ad un certo numero di minuti e Gb ed i vari gestori non hanno alcun diritto di sindacare, ed ancor meno discriminare, il modo in cui noi li utilizziamo.
    Ciò è quello che penso io, ma esorto la grandissima Daria ed Androidpit a verificare legalmente il mio concetto. Se avessi visto giusto Androidpit potrebbe farsi promotore di una Class Action con relativo conseguente grande guadagno di immagine.
    Che ne pensate?

  • Dommy Dsd 4-ott-2015

    Questa sarebbe un'ottima idea, occorre solo verificare se nei contratti ed in quelle clausole scritte in piccolo, c'è scritto che la compagnia si riserva il diritto di poter fare una cosa del genere. Ad ogni modo speriamo che sia solo un'idea della compagnie ma come dicevo sarebbe sufficiente cambiare protocollo oppure, noi utenti possiamo diventare clienti di quell compagnie che non impongono queste limitazioni

  • Daria Lombardi 5-ott-2015

    Grazie del suggerimento Alessandro, sicuramente indagheremo, ma nel frattempo ci auguriamo che si tratti solo di indiscrezioni senza fondo!

12 Commenti

Commenta la notizia:
  • Secondo me è solo una manovra per spaventare gli utenti ma io penso che alla fine non se ne farà niente se però dovesse essere, cambiamo operatore

  • Speriamo che non avvenga e seppure avvenisse speriamo che si possa trovare una soluzione per poter continuare ad usare il servizio

  • Enzo 3-ott-2015 Link al commento

    Non uso Whatsapp per le chiamate, ma ritengo che chiunque di noi con i giga del proprio piano regolarmente pagati ci fa quello che vuole, ovvio purché rientri nelle cose legali, e telefonare non è vietato dal codice penale. Sembra di essere tornati allinizio dell'era cellulare quando Tim... diciamo che "ostacolava" la nascente Omnitel. O anche più recentemente quando abbiamo assistito all'annientamento di BipMobile. Si una bella ribellione in questo momento ci starebbe bene, una bella class action, giusto per farli smettere di fare cartello, visto che ormai sono anni che si fotocopiano tra loro tariffe offerte e pacchetti.

  • Uso spesso Whatsapp perché abito nel centro storico di Fiuggi e spesso non c'è assolutamente campo e WiFi è l'unica soluzione. La qualità è decisamente migliorata dall'inizio ed in ogni caso accettabilissima. Quindi la notizia è molto grave.
    Però però: ognuno di noi ha siglato un accordo con il proprio gestore (contratto o ricaricabile che sia) in base a cui si ha diritto ad un certo numero di minuti e Gb ed i vari gestori non hanno alcun diritto di sindacare, ed ancor meno discriminare, il modo in cui noi li utilizziamo.
    Ciò è quello che penso io, ma esorto la grandissima Daria ed Androidpit a verificare legalmente il mio concetto. Se avessi visto giusto Androidpit potrebbe farsi promotore di una Class Action con relativo conseguente grande guadagno di immagine.
    Che ne pensate?

  • Sinceramente non le ho mai usate...

  • Devo dire che se WhatsApp sta per mandare quei messaggi agli utenti in caso di blocco procurerà un danno d'immagine abbastanza grosso alle compagnie che spero possano fare marcia indietro. La qualità delle chiamate non è ottimale in assenza di wifi ma in certi casi è utile. Detto questo io invito gli utenti al contrattacco, se hanno proprio necessità di questa funzione, si dirigano verso gli operatori che consentono questo tipo di servizio. C'è da dire che dal punto di vista dell'applicazione si potrebbe cambiare il protocollo ed ovviare temporaneamente al problema ma forse questo richiederebbe agli sviluppatori troppo tempo. Infine, io al posto delle compagnie offrirei meno Gb e più minuti, anche se devo segnalare la grande iniziativa di postemobile che addirittura non considera il traffico di whatsapp permettendone quindi un uso pressoché illimitato anche se, da entrambe le parti, il buon senso equivale alla virtù e sta nel mezzo

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK