Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Opinion 4 min per leggere 59 Commenti

No, non avete bisogno di uno smartphone con batteria rimovibile

Abbiamo discusso su questo argomento innumerevoli volte: le batterie rimovibili, anche nel 2017, rimangono una delle questioni più controverse del mondo Android. Gli smartphone dotati di batterie rimovibili sono in via d'estinzione e questa tendenza non fa che confermare la mia sensazione che questa feature, nel 2017, non sia più così importante.

Il dibattito circa la presenza delle batterie rimovibili sugli smartphone non è certo nuovo. In tanti mi chiedono il perché dell'abbandono di questa funzionalità da parte dei brand, una domanda lecita considerando che questa funzione costituiva un elemento distintivo degli smartphone Android. Ed è stata proprio la presenza delle batterie rimovibili una delle leve utilizzate dai produttori per attrarre i possessori di iPhone. E allora perché siamo andati incontro ad un simile cambiamento negli ultimi anni? Semplice, le batterie rimovibili non sono più necessarie.

AndroidPIT iPhone 7 plus 1138
Apple, con l'iPhone, ha dato il via al trend delle batterie non rimovibili. © AndroidPIT

I progressi della tecnologia

Sono diverse le ragioni che spiegano questa inversione di tendenza. Uno dei motivi più semplici è l'importante evoluzione vissuta dalle batterie negli ultimi anni. Gli smartphone sono capaci di offrire di più agli utenti, sia in termini di tecnologia che di feature. E tra queste spuntano fuori anche le opzioni di ricarica. I sistemi di carica rapida e wireless non sono più un'eccezione. Le batterie esterne si sono migliorate ed hanno abbassato i loro costi così da poter costituire una comoda alternativa a quelle rimovibili. 

Se avete bisogno di più autonomia, puntate sulle batterie esterne

Se poi la batteria del vostro smartphone inizia a perdere colpi e ad offrire un'autonomia più ridotta, per gli utenti è più interessante sostituire lo smartphone piuttosto che la batterie. Generalmente la batteria di un device inizia a vacillare, in media, 24 mesi dopo l'acquisto, periodo dopo il quale scadono anche gli abbonamenti con smartphone. Il calo delle prestazioni della batteria costituisce una buona scusa per acquistare un nuovo smartphone. Certo, si tratta di una scelta non ecologica e "consumistica" ma ciò non toglie che la maggior parte degli utenti si comporti in questo modo.

I criteri di acquisto

Un altro motivo che giustifica questo cambio di tendenza è il calo della domanda di smartphone dotati di batteria rimovibile. Gli utenti preferiscono acquistare smartphone più sottili ed eleganti e prestano particolare attenzione ad altri criteri come fotocamera, supporto per scheda SD, prestazioni, etc. I produttori si sono quindi adattati alle richieste degli utenti e ciò ha comportato la rimozione delle batterie rimovibili.

E per offrire corpi sottili e attraenti, come quelli sfoggiati dai più recenti dispositivi, è spesso necessario tirare fuori dal gioco le batterie rimovibili. In questo modo è possibile utilizzare materiali premium e design più audaci ed i produttori possono organizzare al meglio i componenti interni. Con la rimozione delle batterie rimovibili i brand possono proporre agli utenti feature come la resistenza all'acqua.

AndroidPIT Samsung Galaxy S8plus 1966
Grazie all'assenza della batteria rimovibile è possibile avere un design come quello sfoggiato dal Galaxy S8. © AndroidPIT

Apple ha dato il via al tutto con il suo iPhone, Samsung ed altri l'hanno seguito a distanza di anni. Ed è proprio abbandonando la batteria rimovibile con il Galaxy S6 che il brand sudcoreano ha debuttato con il suo nuovo design di cui il Galaxy S8 è il miglior rappresentante.

L'esempio di LG riflette perfettamente la mancanza di interesse degli utenti per le batterie rimovibili. Il produttore ha continuato ad offrire questa feature per anni ma ha cambiato strategia con il suo nuovo flagship, il G6 presentato all'MWC di Barcellona. Il G5, ufficializzato nel 2016, manteneva la batteria rimovibile ma non ha scaturito il successo sperato. Annunciato come il rivale di S7 e S7 Edge, con il suo design modulare il G5 non è riuscito a convincere gli utenti costringendo il produttore a cambiare strategia ed a chiudere in un cassetto le batterie rimovibili.

AndroidPIT lg g5 friends 0352
Anche LG ha cambiato idea dopo il fallimento del G5. © AndroidPIT

Un'opzione che non interessa più

L'assenza di una batteria rimovibile su uno smartphone non è più una perdita così grossa nell'utilizzo quotidiano. la perdita di questa feature ci ha permesso di beneficiare di altre funzionalità che migliorano l'esperienza utente e che non siamo più disposti a sacrificare in cambio di una batteria rimovibile. Ma se proprio ne sentite la mancanza state tranquilli perché sul mercato riuscirete a trovare dei dispositivi dotati di tale opzione anche se dovrete dimenticarvi dei più recenti top di gamma.

Che opinione avete sulle batterie removibili?

Meglio una batteria rimovibile o una esterna? Vi sono argomenti a favore dell'una e dell'altra e non necessariamente esiste una risposta giusta o sbagliata. Fateci sapete come la vedere lasciando un commento!


Questo articolo è stato riscritto completamente.

39 Condivisioni

I commenti preferiti dei lettori

  • Alfio Perego 26-lug-2016

    Perché come alcune volte succede ( Samsung ) il tel si impalla e devi togliere la batteria per risolvere la situazione, in quanto al potenziamento con una batteria esterna e sempre preferibile che la batteria del telefono sia estraibile. PIU COMODO e pratico.

  •   9
    Utente disattivato 4-giu-2016

    francamente mi sembra essere un falso problema:se hai la batteria estrabile ma preferisci avere la batteria non removibile ,bene fai conto di avere il coperchio posteriore incollato, e ti trovi per incanto il cell come preferisci tu.
    inoltre il power pack esterno(che difficilmente uso perche'scomodo dati i cavi etc) si puo applicare tranquillamnte a tutti i cellulari con bayteria estraibile o no.quindi dove sta la differenza?
    ricordo che anche i power pack come del resto tutte le batterie vanno ricaricati, ed allora in casi estremi non e' meglio avere con se 2 o tre batterie ,leggere e poco ingombranti,ed avere quindi una ottima autonomia senza cavi etc?
    poi e' anche vero che una volta esaurita la batteria interna,la stessa andra'sostituita dall'assistenza con costi e tempi pesanti.come e'successo purtroppo a me con due tablet ,non ne e'valsa la pena in quanto il costo era superiore al valore.
    perche'devo essere schiavo della apple o la samsung che sia, e non comprarmi batterie sul mercato a prezzi altamente competitivi?
    inoltre ,a me qualche volta e' successo, se lo smartphone va in tilt basta levare la batteria e rimetterla e come per incanto il cell funziona di nuovo, e poi comprereste mai una reflex od un note book con batteria non estraibile?
    per finire mi chiedo il perche stiano fiorendo in tutti i posti pubblici,prese di corrente da 10 e piu'slot, su cui si avventano i posessori di telefonini, e guarda caso la maggioranza sono iphones.
    non parliamo poi di impermeabilita in quanto esistono sul mercato ottimi cellulari a batteria removibile,che sono certificati avendo superato tutti i relativi tests.
    buona giornata a tutti

59 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Mai letto un articolo più stupido di questo! Ora capisco perché certi produttori fanno quello che vogliono fregandosene dei diritti dei consumatori, perché c'è gente come voi che scrive stronzate come questa, ma chi vi paga? Non vi consiglio di darvi all'ippica perché l 'ippica è una cosa seria.


  • A mio modesto parere ,quelli del marketing degli smartphone sono dei geni e gli utenti in media una manica di fessi. Con questa clamorosa idiozia della batteria non rimovibile mantengono sempre vivo il mercato,destinato altrimenti a una saturazione più rapida.
    Se vi vendessero un automobile che ogni mese riduce la capacità del serbatoio di 1 litro, la comprereste? E se dopo due anni l'automobile iniziasse ad andare più piano per ottimizzare il consumo di benzina nel serbatoio ormai rimpicciolito? Non mandereste al diavolo il venditore di automobili? Ho un S4 da ormai 5 anni , ha una potenza di calcolo e una memoria ampiamente sufficiente a far girare praticamente qualsiasi app che abbia senso di girare su uno smartphone, e cambiando batteria per due volte a un costo medio di 15€,ho mantenuto una durata dignitosa di funzionamento attorno ai due giorni (in media).
    Al titolo dell'articolo risponderei quindi No , non ne avete bisogno se cacate soldi.
    Visto che io caco cacca , ne ho bisogno.


  • Io mi tengo stretto il mio Samsung Galaxy S5 NEO proprio perché la batteria è rimovibile, se la batteria inizia a dare problemi perché cambiare uno smartphone che magari è ancora in buone condizioni e funziona in tutto e per tutto? Se proprio un giorno dovrò cambiarlo mi cercherò uno smartphone usato con batteria rimovibile, ma quello che spero è di cambiarlo il più tardi possibile. Se dovessi scegliere tra essere al passo con i tempi e cambiare smartphone più spesso contribuendo ad alimentare il consumismo oppure restare indietro e cambiare se necessario la sola batteria scelgo indubbiamente la seconda opzione. Preferisco piuttosto essere indietro con la tecnologia che favorire lo smaltimento nell'ambiente di smartphone ancora utilizzabili per anni ed anni. Se mi regalassero uno smartphone con batteria integrata di sicuro me lo rivendo subito e mi tengo il mio con batteria rimovibile.


  • Io sono a favore della batteria removibile perchè la batteria al litio dura max 500 cicli completi quindi se ti va bene poco più di un anno. Se non è removibile ti tocca buttare via il telefono. Non vedo il motivo (ragionevole) per cui i produttori sigillano le batteria... se non quello di vendere i propri prodotti.


    • La batteria del galaxy s5 che avevo fino a un pò di tempo fa è durata 3 anni e mezzo prima di richiedere una sostituzione: lo ha usato per due anni mio padre (lasciandolo anche in macchina) e poi lo ha passato a me che lo ho usato per 8 mesi, il tutto senza cambiare la batteria.


  • l'autore è riuscito a fare dei sondaggi che dimostrano nei risultati che l'articolo stesso è assurdo e contro qualsiasi logica di un utente sano di mente, però è aumentato sicuramente il numero di registrazioni e commenti su android pit....complimenti all'articolo esca, siete riusciti a fare registrare anche me ;)
    Attendiamo tutti il primo telefono con 6/8gb di ram, memoria espandibile e batteria removibile, naturalmente....il primo produttore che lo fa si prende una bella fetta di pubblico che ancora va in giro (contentissima!) con Note 4, Galaxy S5, o con i più moderni LG G5, LG V10 e V20.....e la cosa assurda è che quasi sempre stiamo parlando della fascia di utenti che non ha problemi a spendere per il top, perchè usa lo smartphone continuamente e in mobilità, dove andare in giro con powerbank e cavo attaccato non è lontamente pensabile (ci ho provato più volte, terribile.....ora mi fanno quasi pena quelli che lo fanno o devono attaccare lo smartphone ogni x minuti in macchina, al pc, ad ogni presa che vedono in giro....)


  • Io mi tengo stretto il mio S5 NEO proprio perché la batteria è rimovibile. Non lo cambierei mai con un dispositivo dotato di batteria fissa.


  • Grazie al poter cambiare la batteria posseggo il mio cellulare da 4 anni e mezzo, un Samsung S4 Mini.
    Ho comprato da poco una batteria nuova ed originale per soli 12,50 euro, che mi permetterà di usare il cellulare per minimo ancora un anno, probabilmente due.
    Pertanto la mia spesa, comprese batterie di ricambio, in 6 anni sarà complessivamente di 400 €.
    Se avessi dovuto sostituire il cellulare ogni 2 anni la spesa sarebbe stata superiore ai 1.000 €.
    I power bank non risolvono il problema in quanto la capacità di autonomia decresce costantemente nella batteria integrata (ma anche nel power bank), quindi si finirebbe per avere quasi costantemente il cellulare collegato al power bank (finchè anche questo non sarà da sostituire).



  • Certo ci vuole coraggio a scrivere un articolo del genere. E sapete come l'ho trovato? Proprio mentre cercavo info sull'acquisto di una nuova batteria per il mio smartphone S3 Neo di 3 anni! :)


  • Il telefono anche da spento ti controlla, tu sei il prodotto, poter rimuovere la batteria vuol dire tanto, chi non lo capisce e veramente ingenuo


  • Qui mi sembra che si getti fumo negli occhi.
    Mi associo a quanto già detto da altri: i veri motivi per cui stanno scomparendo le batterie removibili è perché vogliono tenerci sotto controllo e perché la batteria più si carica prima si esaurisce, quindi il cellulare dura meno, non conviene farlo mettere a posto e bisogna comprarne un altro. Punto e basta, il resto sono solo chiacchiere demagogiche.
    Portarsi dietro una o più batterie di scorta è sicuramente più conveniente del power bank, per motivi oggettivi (più alcuni che possono essere soggettivi).
    Primo: le batterie originali sono più leggere e meno ingombranti di quelle esterne.
    Secondo: la sostituzione di una batteria è rapida e permette di avere il telefono nuovamente carico da subito, senza fare alcun collegamento.
    La ricarica tramite power bank richiede tempo, ed obbliga a portarsi dietro un peso ed un ingombro in più, per di più collegato ad un cavo, il che può risultare parecchio scomodo, se si è all' esterno (soprattutto a piedi o sui mezzi).
    Terzo: le batterie estraibili possono essere caricate con un caricatore esterno in qualsiasi luogo e momento, per esempio mentre si dorme o quando non si è presenti (io, per il mio S4 avevo tre batterie, prima di uscire le caricavo tutte e me le portavo dietro, due batterie di scorta erano più che sufficienti anche per assenze prolungate).
    Quarto: se il telefono si blocca al punto da non rispondere più nemmeno al tasto di accensione, rimuovere la batteria è un rimedio molto efficace.
    E potrei continuare, ma credo di aver fornito sufficienti elementi.
    Va da sé che i vantaggi che ho indicato per qualcuno possono essere irrilevanti o irrisori, comunque nessuno può negarne l' effettiva esistenza.
    La cosa più triste è che ci stanno manipolando, cercando di farci credere che la batteria estraibile è inutile, se non addirittura controproducente (e, ancora una volta, gli scopi sono controllo e consumismo) e in tanti abboccano!


  • Il motivo per cui vogliono venderci cellulari con batteria fissa, e che nessuno dice, è perchè vogliono controllarci meglio! Punto!
    ....provate a scollegare una batteria fissa dal cellulare...... Ci sono una svariata quantita' di messaggi (poco legali..) che t'avvertono che stai facendo un qualcosa che potrebbe sfociare nel penale! Non potendo scollegare mai la batteria, sei sempre agganciato alla cella e quindi sempre rintracciabile.
    (Pare anche che il cell. abbia un micro sensore in grado di disabilitarti l'utenza a distanza, se a qualcuno gli salta il grillo..! Idem nelle tv smart.)
    Senza contare che se la batteria è fissa, spendi di piu' x la riparazione in caso di guasto (okkio: non puoi portarelo a riparare dove ti pare ma dove vogliono loro, i produttori del cell.), o, se non hai pazienza ma soldi da buttare, te lo devi ricomprare!
    Son propenso a credere che ci sia un "accordo" anche tra produttori di cell. con batteria fissa e produttori di power-bank (cosi' spendi di più, no? Cell.+powerbank+cavetto usb+presa a muro 220v....) Non vi pare strano che, nel 2017, si abbiano dei cell.fantastici ma... delle batterie sempre più risicate quanto ad autonomia (e direi anche qualità, durata fisica delle stesse..)?
    Siamo degli ingenui, e pure poco informati, a credere che sia tutto oro quello che luccica.... Alcune ditte ci regalano addirittura il cell.....Perche'?
    Perche' "il prodotto siamo NOI" !
    Ecco quindi perche' è meglio votare per avere un cell. con batteria amovibile:
    -se voglio, la stacco e posso avere la liberta' di esser non tracciato. Almeno (x ora) decido io.
    -se si guasta la cambio, e non è detto con una originale (che costa 2-3 volte una non-originale)
    -la garanzia è separata: se il cell. è fuori garanzia ma la batteria, nuova, si guasta, ho diritto alla sostituzione, senno' no. Meditate.......


  • Naturalmente è superfluo sottolineare che lo smartphone ha una durata sicuramente maggiore rispetto alle batterie. Inoltre una batteria costa solo 20 euro. Quindi i nuovi cellulare con batteria non rimovibile sono un affare per i costruttori di cellulari.


    • Luca Zaninello
      • Admin
      • Staff
      8 mesi fa Link al commento

      Sempre dipende. La batteria di uno smartphone dal costo di 200 euro o di uno smartphone non più recente costa 20 euro. Se ai tempi di Galaxy S5 andavi a comprare una batteria il mese in cui lo smartphone è uscito il costo era maggiore e non di poco. E' sempre tutto relativo e non tutte le batterie sono facilmente reperibili o costano poco ;)


  • Ciao! Trovo che serve avere una batteria carica pronta subito sia importante quando si usano quelle app. come navigatore o altri che consumano molta energia, quando sono poi meno performanti con un utilizzo gravoso c'è il rischio limitazioni nella possibilità di utilizzo dello smartphone. Personalmente preferisco avere sia batterie esterne e scambiabili da alternare. Spesso l'utenza media ha lo smartphone con poca carica e non ne può utilizzare appieno le potenzialità per risparmiare sulla batteria. Le batterie esterne a ricarica veloce sono di poche marche.


    • Luca Zaninello
      • Admin
      • Staff
      9 mesi fa Link al commento

      Scusa ma ti devo smentire, basta andare su Amazon o qualsiasi sito di ecommerce per vedere che di produttori di powerbank con ricarica rapida ce ne sono a migliaia :) Ne nascono e ne muoiono ogni giorno di nuovi tanto che è difficile seguirli tutti ;)


  • Gentile Pierre, capisco che tenersi a galla nel mondo del "giornalismo" tecnologico non sia semplice, che si debba andare cauti nel dare addosso alle compagnie e magari si debba scrivere quello che vogliono i direttori o chi altro. Magari poi pensi davvero quello che hai scritto: è legittimo, si tratta per lo più di opinioni. Ma voi e le case produttrici dovreste capire anche noi. Noi che non abbiamo voglia di regalare centinaia e centinaia di euro ogni due anni (se va bene), noi che non abbiamo voglia di tirar fuori 6-700 euro all'acquisto per poi versarne altri 100 per far sostituire la batteria ad un centro specializzato quando il telefono inizia a durare 2h in standby (Z1, giusto dopo la scadenza della garanzia, e senza garanzia di impermeabilità), noi che usiamo lo smartphone come gps tracker per ore, dovendolo avere sottomano anche sotto l'acqua (powerbank bruciata) e comunque in movimento (contatti allentati, con wake screen ad ogni passo), noi che abbiamo ancora in testa l'S5 neo, che offriva la stessa impermeabilità degli ultimi top di gamma nonostante la batteria estraibile in maniera banale, ma che non è propriamente una scheggia, per gli standard odierni. E perché il Moto G5 (prossimo acquisto come muletto) può offrire resistenza agli spruzzi e batteria estraibile e gli altri no? Quanti dei possessori dei nuovi top di gamma laveranno il proprio smartphone sotto l'acqua corrente (lo facevo con il Z1) o faranno fare il bagnetto al lago (nel mare e nelle piscine clorate non è garantita l'impermeabilità) ai nuovi acquisti? Diciamocelo: attraverso una sottile campagna di convincimento, approfittando del "mito" dell'iPhone come status symbol, le case produttrici sono riuscite a vendere smartphone carenti di un'importante feature come se fossero migliori, cianciando banalità sul design più elegante, più cool, più moderno etc. E parliamo del quick charge: chi avrà il coraggio di negare che, nonostante tutti i progressi tecnologici, una ricarica più veloce degraderà sempre la batteria più rapidamente di una lenta? Le più grandi delusioni in questo campo me le ha date certamente LG: quando ho visto le prime foto del G5 ero matematicamente certo che sarebbe stato impermeabile, e che la batteria si sarebbe ricaricata dalla basettina estraibile al di sotto della stessa. Seguendo il concetto di "impermeabilizzazione" usato sull'S5 neo sarebbe stato semplicissimo assicurare l'impermeabilità della piccola luce in fondo al G5, e si sarebbe potuto ricaricare una batteria sostitutiva semplicemente attaccando la basetta con la batteria montata ad una usb type C. LG non ci avrà nemmeno pensato. Ho comunque preso il G5 perché era l'unico top di gamma ad avere la batteria sostituibile. Ora vengo a sapere che, non contenti di avere eliminato la feature dalla serie G, hanno esteso la cosa alla serie V. Il livello degli smartphone con batteria estraibile si abbasserà sempre di più. Pazienza. Ci consoleremo spendendo di meno.


  • E niente. Le compagnie "Top", non vogliono fare cellulari con batteria removibile per soldi (quelli con batteria integrata durano meno e hanno bisogno di più assistenza; ormai è cosa nota), quando i clienti per mille motivi li preferiscono al punto da pagare di più per averli? Per quei soldi devono far infastidire buona parte dei clienti che finora hanno comprato proprio i TOP di gamma?
    Allora sapete cosa? Se ne avvantaggerà la Cina. Perché se saremo costretti a comprare Smartphone con batteria integrata allora io, come tantissimi altri, comprerò un cellulare cinese. Purtroppo sei TOP non riescono a fornire neanche un servizio banale come una batteria removibile per 500-800 euro, allora è inutile rivolgersi a loro.
    Finita la discussione?


  • Credo di non aver mai letto un articolo più inutile e più stupido di questo!

Mostra tutti i commenti

Articoli consigliati