Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

3 min per leggere 1 Commento

Perché Google Assistant non può essere installato sui tablet?

Google Assistant è disponibile in un numero sempre maggiore di smartphone. Lo so, per gli utenti italiani l'ostacolo principale è la lingua visto che l'assistente non è ancora disponibile in italiano. Ma c'è un altro problema che sembra affliggere alcuni utenti: Assistant sarà limitato agli smartphone e non arriverà sui tablet.

In teoria i tablet hanno del potenziale...

Vi sono diversi tipi di tablet, alcuni più comodi da portarsi dietro, altri con diagonali più ampie e quindi più adatti ad essere utilizzati per lavorare in casa, ad esempio. Questi ultimi, che generalmente vantano diagonali di 10 o più pollici, sono i più popolari ed in alcuni casi sostituiscono i pc portatili.

Google Assistant svolge diverse funzioni, dalla gestione della vostra agenda a quella del vostro dispositivo. Per poter dare il meglio di sé ha bisogno di conoscere abitudini, preferenze e interessi dell'utente. L'utilizzo di un tablet fornisce tantissime informazioni di questa natura anche perché spesso viene utilizzato in casa. Ed è proprio per questo che sembra essere adatto per l'utilizzo di alcuni dispositivi in casa (come l'impianto elettrico, ad esempio). Impostando poi il proprio account Assistant potrebbe avere accesso ad una serie di informazioni che gli consentono di gestire alcuni task al posto vostro.

AndroidPIT google assistant 5
Google Assistant è pronto a venirci in aiuto. © AndroidPIT

... nella pratica però non basta

Google Assistant, per aiutarci, vuol sapere proprio tutto. Attraverso lo smartphone riesce ad accedere ai contatti (nessuno accede ai propri contatti dal tablet) come anche ai vostri spostamenti tramite il GPS e la cronologia. Considerando che per farlo occorre un tablet 4G oltre al fatto che portarselo sempre dietro, risulta un'opzione decisamente meno comune.

Come azienda Google vorrebbe che gli utenti utilizzassero sempre più i suoi prodotti e servizi. Lo smartphone è senza dubbio più popolare del tablet che quindi si presta meglio alla sua strategia. Google potrebbe anche puntare su entrambi i dispositivi, allargando Assistant anche ai tablet, ma non è così. Per ora, almeno. Google ha confermato ad Android Police che il suo assistente però ora non arriverà sui tablet ma chissà, le cose potrebbero cambiare in futuro.

Dietro questa decisione potrebbe nascondersi una spiegazione più tecnica ma per il momento è a noi sconosciuta.

In breve: Google vuole offrire il suo servizio smart al maggior numero di utenti possibile e renderlo il più efficiente possibile e per i tablet, quindi, non c'è posto. L'intelligenza artificiale di Samsung, battezzata sotto il nome di Bixby e presentata il 20 marzo, sembra costituire un'interessante alternativa a Google Assistant. Peccato però che, per ora, sarà disponibile slo per i dispositivi Samsung.

Se Google Assistant verrà rilasciato in italiano, lo proverete o siete spaventati dall'accesso ai dati che richiede per essere utilizzato?

9 Condivisioni

1 Commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Io un motivo c'è l'ho e si chiama google home. Google sta investendo molto sull'IOT e la sua risposta all'assistente casalingo non è Google assistant ma Google home che ha si lo stesso motore di assistant ma declinato proprio all'IOT, ecco perché Google non vuole mettere assistant sui tablet: per non avere un doppione di un prodotto che in USA sta già vendendo e in Europa è presente solo in uk...almeno per ora...speriamo presto in Italia

Articoli consigliati