Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
5 min per leggere 14 Condivisioni 12 Commenti

Ecco perchè il vostro prossimo smartphone avrà uno slot per microSD

Ancora una volta vogliamo soffermarci sul tema tanto discusso degli alloggiamenti dedicati alle schede di memoria esterna. Questa volta però, l'obiettivo è mettere in chiaro quali sono i punti di forza di questo sistema di archiviazione dati, in attesa che anche le case produttrici siano in ascolto e possano presto correre ai ripari. 

È risaputo che la nuova ondata di flagship, fin dagli inizi del 2015, ha portato con sé due novità poco gradite agli user Android: le batterie non più removibili e l'assenza degli slot per schede microSD. Da allora il dibattito infiamma i forum. Quali sono però i motivi che rendono tanto importante un gadget così piccolo e che dovrebbero spingere i maggiori brand a tornare sui propri passi? 

androidpit sd cards 3
Una piccola scheda risolve grandi problemi! / © ANDROIDPIT

I dati su scheda sono sempre lì, all'occorrenza

Secondo Big G, il sostituto naturale dell'archiviazione di memoria di massa sui dispositivi mobili è il cloud. Il sistema è presentato come potenzialmente senza limiti di spazio e raggiungibile sempre. “Sempre” a patto che si disponga di una connessione, WIFI o dati, rapida e stabile. Sappiamo tutti che non è sempre cosi, anzi. Non è uno svantaggio da poco voler recuperare un file audio, video, un'immagine o un documento che sia, ma non avere una connessione che permetta di scaricarlo dall'archivio online.

Con una scheda di memoria inserita in uno smartphone o un tablet, è possibile archiviare un gran numero di file e, quando servono, sono sempre lì a disposizione sul dispositivo, con o senza connessione. Senza contare che si annulla il tempo di attesa per un eventuale download, in questo modo salvare un gioco 3D su una scheda microSD non rappresenta alcun problema.

androidpit Nexus 5X 5 8
I nuovi Nexus, come questo 5X, sono nati senza slot per la memoria / © ANDROIDPIT

Si può disporre di tutto lo spazio che si desidera

Ammettiamo che uno smartphone appena acquistato disponga di 32 GB di memoria, non sono certo pochi ma comunque si tratta di uno spazio limitato. Eesistono dispositivi che possono arrivare fino a 128 GB di memoria, ma normalmente costano parecchio. Una scheda di memoria esterna può contenere anche 200GB e, nel caso non dovessero bastere, se ne può sempre comprare un'altra!

In pratica, potrete facilmente saltare la barriera che la memoria interna del vostro dispositivo vi pone, disporre di quante schede volete ed inserirle anche in altri dispositivi, ad esempio una macchina fotografica o una stampante, accorciando cosi di molto il processo per la stampa o del semplice trasferimento dati.

Moto G 2015 SIM MICRO SD 1
I Motorola non deludono, ed offrono tutti uno slot per microSD! / © ANDROIDPIT

Comporta un notevole risparmio economico

Questo punto va a braccetto con quello appena concluso. Se avete pensato, mentre leggevate, “Certo, tutte le schede che voglio, mica crescono sugli alberi!", avete ragione, ma sono comunque molto economiche, schede microSD da 8 o 16 GB possono essere acquistate su Amazon per circa 10 euro. Salendo a 128 GB il prezzo si alza tra i 50 e 60 euro, non è più uno scherzo, ma a quel punto vi sarete tolti, verosimilmente, il problema dello spazio.

Se poi si comparano questi prezzi a quelli per l'affitto di memoria in cloud, il vantaggio è ancora più chiaro e netto: se lo spazio standard fornito dai vari OneDrive, Google Drive e altri non basta, bisogna pagare un abbonamento che, anche se di soli 10 euro al mese, è un'uscita di denaro regolare. Con la scheda SD i soldi escono una volta sola e la memoria esterna dura anni ed anni.

androidpit cloud 1280 teaser
Insomma, l'uso del cloud richiede ancora molto tempo / © ANDROIDPIT

....e poi c'è la privacy!

Non potevamo non arrivarci, lo sapevate anche voi. Anche se molti non lo ritengono un pericolo immediato o un rischio, l'archiviazione online dei propri dati, foto o qualsiasi altro file è potenzialmente rischioso. I dati sono a rischio di furto o qualcosa può andare male nei processi di un servizio che non siamo noi a controllare.

Salvando le nostre cose su una scheda non condividiamo i dati con nessuno e inoltre, anche solo per un effetto psicologico, siamo noi a controllare il tutto. Personalmente, sapere che le mie foto sono a portata di mano sul mio smartphone e il responsabile del loro destino sono io, mi dà maggiore confidenza con il mezzo.

Androidpit privacy security
Ecco il tipico furto di dati salvati in cloud / © ANDROIDPIT

Non sono esenti da incognite

In chiusura, non vogliamo certo fare qui un'apologia di questo metodo di stoccaggio dati. Le schede microSD non rappresentano la soluzione a tutti i nostri problemi e non sono esenti da rischi neanche loro. Sappiamo bene che si possono perdere, e con loro tutti i contenuti all'interno. Peggio ancora, una scheda si può rompere, il che ci farebbe restare ancora più male perchè non saremmo noi i responsabili dei nostri mali.

Aspetti più tecnici sono quelli del trasferimento delle app, non sempre funziona correttamente ciò che trasferiamo sulla scheda esterna e spostare i dati dalla memoria esterna a quella del dispositivo è un processo che richiede pazienza. Ma insomma, per farla breve: salvare i nostri file su una memoria esterna è senza dubbio più comodo rispetto sfruttare il cloud e le case costruttrici sembrano aver capito che questo cambio di rotta scontenta tutti.

sony xperia z5 sim sd 2
Sony, con il nuovo Z5, ci regala questa possibilità! / © ANDROIDPIT

Voi come salvate i vostri dati?

14 Condivisioni

12 Commenti

Commenta la notizia:
  • Sono d'accordo sulle osservazioni, non riuscirei ad immaginare uno smartphone privo di alloggiamento per la micro sd, anzi non riuscirei ad immaginare di acquistarlo. Hai messo il dito nella piaga, i sistemi cloud sono una cosa buona ma a volte sono costosi e poi c'è il problema che non saremmo più gli unici ad avere accesso alle nostre foto. Certo dubito che le aziende che forniscono il servizio per i sistemi Cloud possano essere interessate alle foto delle nostre vacanze, ma non si sa mai, qualcuno di noi potrebbe pur sempre avere un ruolo rilevante nella società, diventare un politico, una persona di potere e quindi potremmo essere ricattabili. I tuoi articoli mi piacciono perché seppur brevemente, fanno capire e descrivono chiaramente anche il rovescio della medaglia. Una scheda sd per quanto grande non è infallibile e se da un lato mi pare di aver letto che ci sono produttori che si stanno preparando ad avere compatibilità con sd anche di 2 TB, va detto che la risoluzione di foto e filmati aumenta sempre e quindi pressappoco l'aumento dello spazio disponibile va di pari passo, o quasi con lo spazio richiesto. Detto questo per migliorare l'affidabilità della micro sd io preferisco fare dei backup sul computer in maniera periodica, e successivamente produrre delle copie ridondanti per avere maggiore sicurezza. Proprio per il discorso delle app, non so se ricordi ma ad un precedente commento ad un tuo precedente articolo ti descrivevo la possibilità del mio NGM di trasferire tutte le applicazioni sulla micro sd. Un vantaggio per lo spazio ma se si dovesse danneggiare la micro sd occorre reinstallare tutto, problema possibile anche sul telefono ma la micro sd, soprattutto se uno la inserisce e la toglie, diventa per così dire più vulnerabile. Ci sono anche azienda che si preoccupano di recuperare dati a prezzi modici ma non sempre le loro tecniche funzionano, quindi la cosa migliore è sempre fare un backup dei dati anche ridondante, per il resto, le applicazioni si possono recuperare, l'importante sono i dati su cui lavorano :)

    • Hai perfettamente ragione per quanto riguarda la questione dei back up, al momento è la migliore delle soluzioni, ma a questo punto entra in campo quella macchina imperfetta che è l'uomo. Chi non si ricorda di aggiornare i back up, chi non ne ha voglia, chi crede che un hd esterno sia costoso e cosi via. Attendiamo tutti quella soluzione che riunisca tutte le caratteristiche di cloud, scheda sd e back up che a noi permetta di non muovere un dito e voilà! Sarà la rivoluzione!

  • Enzo 11-nov-2015 Link al commento

    Sono d'accordo su tutti i punti per bocciare l'archiviazione su cloud. Con la micro SD sposti in un attimo tutto il tuo archivio da un dispositivo ad un altro, sia esso un altro smartphone o tablet o computer o qualsiasi altro apparato anche wear venga inventato in futuro. Personalmente non vedo l'ora che arrivino sul mercato anche le (per ora teoriche) SD da 2tera, ed allora addio anche agli HD esterni che io personalmente uso per backup. Per me uno smartphone senza slot SD e/o senza batteria rimovibile è di sicuro uno smartphone che non comprerei mai e che non vorrei nemmeno se regalato. Big G durante la tua storia ci hai regalato tante belle tecnologie e innovazioni che ci hanno agevolato la vita, questo Invece è uno dei più grossi flop che hai fatto.

    • Ciao Enzo,
      Credi che il passettino in più tecnologicamente parlando, lo faranno gli apparati hardware, oppure il Cloud verrà implementato fino al punto in cui sarà davvero comodo e facile usarlo?

      • Enzo 11-nov-2015 Link al commento

        Ciao Daniele, io credo e spero nei miglioramenti HW. Molti di noi hanno decine di giga di dati più o meno personali che vorrebbero avere a portata di mano, alcuni hanno centinaia di giga, e normalmente i piani dei nostri operatori telefonici non permettono nulla che si avvicini nemmeno lontanamente a una gestione di dati personali. Non sono pensati per questo, sono pensati per chattare, anche per chat e social multimediali e anche per qualche streaming occasionale su you tube o simili. Ma già se vuoi streaming musicali più impegnativi devi rivolgerti a servizi specifici degli operatori che non consumano il traffico dati del piano telefonico, tipo TimMusic o simili. Dall'altro lato vediamo che ogni giorno l'HW fa passi da gigante, in modo esponenziale, perciò penso che questa sia la via più facilmente percorribile.

      • Sei stato chiarissimo, grazie mille!

  • È il commento dell'ovvio: se c'è la sd è meglio! Addirittura ci sono molti smartphone nei quali lo slot può essere, a scelta, utilizzato per la scheda sd o per una seconda sim; il che mi sembra un vantaggio da considerare attentamente al momento dell'acquisto di un nuovo telefono.

    • Ciao Alessandro,
      Questa della possibilità di del doppio slot SIM/scheda memoria è una delle soluzioni più interessanti. Huawei ci sta puntando parecchio, ne parlammo qualche tempo fa!

      • Ciao Daniele, leggo sempre quasi tutti gli articoli e la notizia dello slot bi - funzione mi apparve subito molto interessante. Io non ho 2 sim e non credo le avrò mai, ma se mi guardo attorno vedo che molti la pensano differentemente (lavoro/social o per avere più gestori) e sono in tanti ad avere 2 o anche più cellulari e quindi ritengo che questa feature sia molto interessante e da tenere in considerazione per l'acquisto di un nuovo telefono. ciao

      • Ciao! La funzione in questione è certamente molto versatile e comoda, molti hanno un motivo di utilizzare due sim, io personalmente ne ho due di due nazionalità diverse. Non è fondamentale, ma è una comodità in più che alle case costruttrici costerebbe quasi nulla!

  • ovviamente ho una scheda sd da 64 GB, però occupata al 75 % e non ho intenzione di cambiare cellulare a meno che non tornino tutti a inserire lo slot! non ha senso farci pagare per avere della memoria che non si può rimuovere ne intercambiare!

    • Ciao Gioele,
      Dai ti alternative che offrono questa possibilità ce ne sono in giro! Fino ad allora, quando lo spazio non sarà più sufficiente, compra un'altra schedina!

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK