Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

2 min per leggere Nessun commento

Play game services scoprirà i pirati

Si tratta di una delle novità del Google I/O salutate con più entusiasmo sia dagli sviluppatori che dagli utenti. Google Play game services permetterà esperienze di gioco come mai se ne erano viste su Android, ma non solo: chi i giochi non li paga però avrà una brutta sorpresa.

google play game center 2
© AndroidPIT

Grazie a Cloud Save non ci si dovrà più preoccupare di salvare i nostri progressi di gioco o di fare un backup dei dati: tutto sarà salvato sulla nuvola e una partita potrà essere iniziata su un dispositivo e finita su un altro. Anche il gioco in multiplayer è destinato a essere rivoluzionato grazie alla possibilità di sfidare giocatori presente nelle cerchie di Google, semplicemente con un Hangout.

Per poter godere di tali vantaggi sarà ovviamente necessario autenticarsi sui server di Google, lo stesso Google presso cui i giochi sono o dovrebbero essere acquistati. Google insomma saprà se chi prova a usare Cloud Save o il servizio di notifica di Hangout ha davvero pagato il gioco o lo ha scaricato illegalmente. E lo farà sapere subito allo sviluppatore.

Saranno proprio gli sviluppatori a decidere cosa fare degli utenti scrocconi: potranno mandare un avvertimento tramite pop-up, disattivare il gioco o parti di esso, ma teoricamente anche denunciare il giocatore alle autorità. Nome utente e indirizzo IP saranno stati forniti proprio dal "pirata".

Nessun commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più