Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK

Pokemon GO e le autorizzazioni: tutto quello che dovete sapere!

Quante applicazioni non stai usando più proprio a causa delle noiose e intrusive autorizzazioni che richiedono? Per app popolari come Facebook, WhatsApp e Telegram é purtroppo a volte anche necessario che ricevano i permessi anche solo per utilizzare la fotocamera, il microfono, per i messaggi di testo etc. Ma vi siete mai fermati a pensare come mai i permessi di Pokémon GO sono così diversi da quelli delle altre applicazioni sul mercato?

La prima cosa da sapere è che ci sono alcune autorizzazioni necessarie per poter giocare a Pokémon GO, come ad esempio l'accesso alla macchina fotografica, al GPS e la connessione a Internet (secondo il proprio piano tariffati o con Wi-Fi) del dispositivo. Prima di iniziare a giocare, bisogna inserire il proprio nome e indirizzo email, poi per iniziare il gioco, è necessario avere un account del Club di Pokémon GO o un account Google.

Ricorda che non appena Niantic, lo sviluppatore del gioco ha rilasciato il gioco per iOS, si é riscontrato un bug nei sistema di sicurezza il che ha permesso che Pokemon GO accedesse a tutti i contenuti delle email degli utenti registrati. Tuttavia in seguito la societá ha confermato che il problema è stato risolto e che mai le informazioni sugli utenti sono state utilizzate dalla stessa.

AndroidPIT pokemon go outside test 14
Prima di uscire fuori a giocare e acchiappare Pokemon, informatevi sulla vostra protezione dei dati! / © AndroidPIT

Autorizzazioni delle app a confronto

Utilizzando un Galaxy S6 con Marshmallow (API 23), ho scaricato Pokémon GO, Facebook, WhatsApp e il Telegram per cosí confrontare come le varie app presentano le varie richieste di accesso alle informazioni degli utenti. Con mia sorpresa, le applicazioni più popolari hanno una politica di autorizzazioni che, per quanto possibile, rispettano perfettamente la privacy degli utenti in modo che siano in grado di poter usare anche minimamente i servizi.

Facebook Install on Google Play Telegram Install on Google Play WhatsApp Messenger Install on Google Play

Qui di seguito potete vedere quali sono le autorizzazioni necessarie per l'utilizzo di queste quattro applicazioni dal momento in cui si avvia l'app per la prima volta sul dispositivo. Sia chiaro che questa tabella si riferisco ai permessi necessari durante le prime impostazioni dle telefono. Tra WhatsApp e Telegram meglio fare una previa distinzione:

  • per Telegram è necessario innanzitutto aggiungere il paese e il numero di cellulare a da lí poi si puó far partire la richietsa di autorizzazioni dell'app;
  • WhatsApp come prima cosa chiede il permesso di accedere ai contatti, alle foto e ai file multimediali per poi in seguito accedere al servizio. A mio parere questa modalitá è meno invasiva, perché se non si desidera fornire tali permessi, è possibile interrompere la configurazione dell'app senza dover necessariamente fornire il proprio numero di telefono o il paese in cui si vive.
  Pokémon GO Facebook WhatsApp Telegram
Fotocamera Sim - - -
Contatti Sim - Sim Sim
Contenuti dei messaggi - - - -
ID del dispositivo Sim - - -
Posizione Sim Sim - -
Memoria Sim - Sim Sim
Modello del dispositivo Sim - - -
Moonitoraggio dell'attivitá delle app Sim - - -
Numero di cellulare - Se fate il login usando il numero di telefono - Sim
Operatore internet - Se fate il login usando il numero di telefono - Sim

Permessi di Pokemon GO:

Guardando la tabella di cui sopra, sembra davvero spaventoso dover dare cosí tanta libertá a un'applicazione per iniziare a usarla. Tutti i requisiti per il gioco sono creati prima ancora di avere un account, che, secondo la mia logica e quella di WhatsApp, è più coerente piuttosto che far sí che l'utente crei un abbonamento a un servizio che può decidere di non usare a causa delle autorizzazioni richieste.

Pokémon GO Install on Google Play

Anche sulla pagina ufficiale di Android Developers, é Google stesso a chiedere agli sviluppatori di informare gli utenti su quale tipo di permessi le varie app necessitano per poter essere utilizzate. 

"In alcuni casi vi sono una o più autorizzazioni necessarie per poter utilizzare l'app. Ha molto piú senso chiedere il permesso in una volta sola, ovvero quando l'app viene avviata per la prima volta"

Inoltre va anche detto che in questa tabella di confronto, l'unico  a offrire un'esperienza di realtá aumentata é Pokémon GO. Se mettiamo il nuovo gioco di NIantic a confronto con il suo predecessore, allora cambia tutto.

 

Ingress Install on Google Play

Nonostante il Galaxy S6 con Marshmallow (API 23) e Ingress non usino i moduli più moderni per i permessi, tutte le autorizzazioni necessarie sono richiesta in una sola volta al momento di scaricare l'app. Quindi, se siete abituati a, come me a dare i permessi singolarmente, potete anche fare clic sui permessi in pop-up che appaiono nel Play Store nel momento in cui cliccate sul pulsante "Installa". A questo punto, senza volerlo, avete dato l'accesso completo alla app:

 

androidpit app permissions 5
Pokemon GO ha una richiesta per passaggi di autorizzazioni. Ingress le richiede tutte insieme. / © AndroidPIT

 

In questo senso Pokemon GO è meno invasivo che Ingress. Tuttavia, le informazioni dell'utente necessarie per l'accesso delle app sono le stesse, a eccezion fatta del'uso della fotocamera di Ingress. Nella tabella qui sotto potrete notare come le applicazioni della stessa categoria richiedono sostanzialmente le stesse autorizzazioni:

 

  Pokémon GO Ingress
Fotocamera Si -
Contatti Si Si
Contenuto dei messaggi - -
ID del dispositivo Si Si
Posizione Si Si
Memoria Si Si
Modello del dispositivo Si Si
Monitoraggio dell'attivitá delle app Si Si
Numero di cellulare - -
Operatore internet - Si

Uso della propria posizione

Il requisito di accesso alla tua posizione è essenziale per l'uso della realtà aumentata, dopo tutto, il gioco è basato su cui l'utente si trova, giusto? E 'chiaro già nei Termini di servizio e Privacy Policy del Pokémon GO:

"L'applicazione è un gioco in base alla posizione. Raccogliamo e memorizzare le informazioni sulla tua (o il vostro bambino ha permesso di giocare) posizione quando (o figlio autorizzato) utilizza l'applicazione e inizia a prendere azioni nel gioco utilizzando il servizio posizione disponibile a voi (o figlio autorizzato) nel sistema operativo del dispositivo mobile. "

Uso della fotocamera

La fotocamera viene utilizzata durante il gioco, perché, ancora una volta, è un gioco di realtà aumentata che mescola il mondo reale con il virtuale. Ben presto, la caccia Pokémon nelle strade, piazze o anche a casa, è necessario avviare la fotocamera quando viene trovato un bersaglio, in questo caso un Pikachu.

L'accesso ai tuoi contatti

Ma perché Pokémon GO vuole accedere ai vostri contatti? In questo moment in realtá co pare non fare alcuna differenza, con un semplice clic potrete quindi negare l'autorizzazione all'accesso ai contatti ogni volta che si apre l'app.

Negate il permesso di accedere ai vostri contatti

A quanto pare Niantic potrebbe in futuro per offrire un'esperienza multiplayer per Pokémon GO, per ora ancora non é neppure possibile chattare all'interno dell'applicazione. Alla fine stiamo sempre parlandgiocare contro una macchina. Per cui é possibile negare l'accesso ai contatti p oiché a questa fase di sviluppo del gioco non vi é ancora necessitá di accedervi.

Leggete bene l'informativa sulla privacy del servizio

Purtroppo le autorizzazioni che offriamo a Pokemon  GO non sono molto chiare quando si tratta di di informazioni dell'utente raccolte dall'app. Pertanto é sempre meglio leggere attentamente la l'informativa sulla privacy di Pokemon GO. Anche se queste condizioni d'uso non sono cosí esagerate come l'uso delle immagini da parte di Facebook, ad esempio, che possono essere utilizzate per la promozione della pubblicità dei partner sul sito, non di meno non meritano la vostra completa attenzione.

L'accesso alle informazioni personali è uno dei grandi temi di dibattito attuali. La discussione si fa piú intensa quando viene coinvolta la protezione di dati personali e l'uso che le varie app ne fanno quando possono accedervi.

Voi cosa ne pensate? La prossima volta leggerete attentamente le condizioni d'uso delle app prima di cliccare su "accetto"? 

1 Commento

Commenta la notizia:
  • ecco l articolo che volevo!!!!! ecco perché non ho scaricato pokemon go!!! xk gia sapevo che le autorizzazioni sarebbero state piu lunghe di uno scontrino della spesa!!! essere spiata non mi va davvero... non a caso nel telefono ho giusto whatsapp (ovviam anche qst app ha autorizzaz che nn mi piacciono xo vabbe..) androidpit e basta. sopravvivo cmq.

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK