Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
4 min per leggere 12 Condivisioni 18 Commenti

Pokemon Go vs la realtà: due mondi che si intrecciano pericolosamente!

"Hai per caso visto un Pokémon da queste parti?" "No, però se vuoi c'è un Pokéstop più avanti, ti basta girare l'angolo". La conversazione, realmente avvenuta, tra me ed una mia collega, casualmente incontrata fuori dall'ufficio, è a dir poco sconcertante. Ne parlano tutti ormai, non potevo non calarmi nei panni di un cacciatore di Pokémon ed andare alla ricerca di queste creature immaginarie nella vita reale. È proprio questo che fa il gioco disponibile per Android: sovrapporre pericolosamente mondo virtuale e realtà.

Di cosa si tratta?

Pokémon Go è un gioco multiplayer di realtà aumentata, realizzato da Niantic, attualmente disponibile solamente in Asia, Australia e Nuova Zelanda. Fortunatamente dal web è possibile scaricare l'APK che permette agli appassionati di Pokémon di tutto il mondo di crearsi un avatar, recuperare qualche Pokéball ed andare alla ricerca di mostriciattoli in giro per il mondo. Letteramente.

Il gioco è semplicissimo, tanto che sembra non avere senso. L'obiettivo è quello di catturare le creature immaginarie, per poi scambiarle con i propri contatti, allenarle ed utilizzarle nelle sfide con altri Pokémon, ma per farlo bisogna spostarsi fisicamente, nel mondo reale.

Una volta creato il vostro avatar, vedrete comparire sul display un breve tutorial seguito da una mappa virtuale. Su questa mappa noterete dei punti di interesse azzurri, non fate confusione perchè non si tratta di Pokémon, ma di Pokéstop, fondamentali per rifornirsi di Pokéball. I Pokémon invece, appariranno improvvisamente, mostrandosi sul display del vostro Android tramite la fotocamera. Potreste dunque scovare una di queste creature sulla spalla di vostro padre, nei bagni del centro commerciale o sul muro della vostra cucina. Visualizzato il Pokémon, non dovrete fare altro che puntarlo e, tramite uno swipe sul display, catturarlo con una Pokéball. Follia. 

Pokémon Go ed i pericoli del mondo reale

Non sono mai stata un'appassionata di Pokémon e non potevo dunque immaginare di perdere il senso della ragione inseguendo creaturine colorate per le strade di Berlino. "Scendo a cercare Pokémon," ho detto a Jessica mentre afferravo le chiavi dell'ufficio. Il primo Pokémon era proprio dietro l'angolo ed in pochi secondi era tra le mie grinfie, ma non è bastato a soddisfare il cacciatore che si era improvvisamente svegliato in me. Ho percorso un paio di chilometri, con lo sguardo fisso sul display, prima di trovare Bulbasaur. Ho attraversato strade, incrociato gente, sono inciampata su di una bottiglia vuota rischiando rompermi il naso, insomma ho messo a repentaglio la mia vita per un Pokémon. A 28 anni. Meglio non commentare. 

L'applicazione stessa nella schermata iniziale condivide un'avvertenza: "Ricorda: durante il gioco presta sempre attenzione all'ambiente che ti circonda". Ed io che pensavo di essere già abbastanza alienata a causa di WhatsApp. Fatto sta che il gioco è avvincente ed una volta iniziato si entra in un loop dal quale è difficile uscire. Sto già pensando che quando stacco da lavoro, lungo il tragitto per arrivare a casa, attiverò il gioco per scovare qualche nuovo Pokémon da aggiungere alla mia collezione. Ma perchè? 

pokemon go ita
C'era un Pokémon anche in ufficio, sulla scrivania di un collega! / © ANDROIDPIT

Giocando a Pokémon Go potreste:

  • Andare a sbattere contro un palo/passante/muro/ostacolo random
  • Finire sotto una macchina
  • Precipitare in un tombino aperto
  • Essere presi per pazzi
  • Essere derisi/esclusi dai vostri amici
  • Perdere il senso dell'orientamento
  • Rifiutare chiamate importanti per non rischiare di perdere un Pokémon
  • Causare incidenti stradali inchiodando improvvisamente, scendendo dalla macchina ed andando a recuperare un Pokémon
  • La lista continuerebbe ma c'è un Pidgey nelle vicinanze quindi devo tagliare corto.
Opinion by Daria Lombardi
Pokémon Go è un gioco pericoloso!
Cosa ne pensi?
50
50
56 votanti

Pokémon Go ed il futuro

Al momento sono ancora pochi gli utenti che si sono presi la briga di scaricare l'APK del gioco, ma a partire dal 15 luglio il gioco sarà disponibile nel Play Store e non oso immaginare quanti zombie cammineranno per le strade curvi sul display alla ricerca di Pokémon e Pokéstop. Ma "fortunatamente" è in arrivo anche un braccialetto abbinato dal nome Pokémon Go Plus, un gadget che permetterà agli utenti di rimanere sempre connessi al gioco senza dover tenere in mano lo smartphone.

Il gadget infatti, che potrà essere acquistato per 39,99 euro dal sito ufficiale della Nintendo, non farà altro che vibrare alla presenza di un Pokémon e permetterci di catturarlo tramite un tasto fisico dedicato. Non posso dire con certezza se il braccialetto renderà l'esperienza di gioco migliore, ma di certo potrebbe prevenire gli incidenti di cui abbiamo appena parlato sopra (amicizie spezzate e prese in giro escluse). 

pokemon go plus
Ecco cosa ci aspetta in futuro...preoccupante! / © Nintendo

Insomma, ammetto che nonostante lo scetticismo iniziale mi sono appassionata al gioco senza realmente capirne il motivo, come se fossi sotto incantesimo. Niantic ha saputo creare un'app avvincente, anche se potrebbe essere causa di imbarazzo o morte imminente. 

Voi avete già provato a giocarci?

12 Condivisioni

18 Commenti

Commenta la notizia:
  • Pokemon Go ha un worm hanno detto su AndroidWorld

  • Chi pensa he i telefoni di oggi servono solo per telefonare. Vive in un passato molto lontano

    • Uno è mio padre (72 anni) che, dato il mio uso sporadico e occasionale della scheda telefonica, non fa altro che ripetermi: "cosa l'hai comprato a fare il telefono?"; non ho che da ripetergli: "quale telefono?"; il tutto prosegue fino a che non taglio corto, dopo aver specificato che quello che ho in mano è uno smartphone, che tra le millemila cose, fa anche telefonate; anche lui ha uno smartphone, con windows... che dice tanto.

  • Resto della mia idea e piu' escono questo tipo di "novita'", piu' mi cemento sul fatto che i telefoni sono fatti per telefonare, capisco qualche sms, ci sta, ma sento gente che non arriva a sera con un telefono.......il mio S7 che dura tre giorni e oltre, e' difettato o sono io che lo uso come andrebbe usato??la gente e' sempre con un telefono in mano.....mi verrebbe una battuta ma non la faccio...:) ciao!!

    • lapy 9-lug-2016 Link al commento

      I telefoni sono fatti per telefonare, non c'è dubbio, ma qui si parla di smartphone, che sono un ambiente a se stante. Siamo oltre il concetto di dispositivo che telefona e tuttalpiù manda i messaggini. Il telefonare è solo una delle tante funzioni (che tra i giovani è sempre meno usata). Gli smartphone permettono di controllare sistemi di sorveglianza, controllare le email, navigare su internet, guidare verso una destinazione, giochicchiare, comunicare in ogni modo e maniera, io lo uso addirittura per manutenere dei server remoti in caso di emergenza e tante altre cose. In pratica gli smartphone sono la via d'accesso principale al nostro mondo digitale. Non si compra un intero camper per andarsi a prendere il caffè la domenica.

  • Al limite dell'estremo...bell'idea, ma si vede ancora una volta come la sicurezza sia messa a repentaglio dai nostri smartphone.

  • A bé, dopo "Le avventure sotto il lavello" da cui, al limite, si emerge umidi e con bernoccolo, ora "Le avventure nel formello" (n.d.T: piccola forma; buca), che rendono possibile, se non probabile, il trapasso definitivo di qualche zombie (ma di Daria, no, eh!), che come minimo, oltre all'umido, rendono pesti e contusi... bel mondo, non c'è che dire. Due considerazioni: 1) OMG!!! Z Nation che diventa realtà! A me una Katana e un fucile a pallettoni... 2) avrei preferito che si potesse sparare a quelle apparentemente, ma ingannevolmente, carine creature... con il fucile di cui sopra: zombie... pokemon... poco cambia; alla fine, o li prendi e li tieni lì (effetto asilo a ricreazione) o segni una tacca per l'abbattimento... bé, la seconda: semplice e organizzata. :)

    • mmm, mi hai fatto venire un'idea! Dovrebbero inventare un gioco di realtà aumentata, come questo dei Pokémon, ma che ci permetta di vestire i panni di cacciatori di zombie, pronti a sparare a qualsiasi cosa spunti da dietro l'angolo! Peccato che non sappia programmare...sarebbe sicuramente un successone.

      • Pare che questo Pokemon stia avendo un bel successo; non possiamo escludere che nel prossimo futuro possano uscire giochi in realtà aumentata di ogni genere, quindi attendiamo e vediamo: visto mai... nel frattempo attenzione ai poke-malware!

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK