Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

2 min per leggere Nessun commento

Possibile virus su Google Play: app false gratis [aggiornato]

Aggiornamento a fondo pagina

Gameloft è la celeberrima software house specializzata in giochi, ma lo stesso nome, con l'aggiunta di un “punto”, è stato adottato anche da un misterioso "sviluppatore" che sta offrendo gratis app che sarebbero a pagamento. Tranquillamente sul Play Store di Google.

app gratis google play virus
Alcune delle app caricate da "Gameloft."/ © AndroidPIT

C'è chi ha notato che applicazioni che di solito si pagavano magicamente erano diventate gratuite, tra queste Minecraft, Plants vs. Zombies, ma anche Avast Pro o Angry Birds Star Wars. Non si tratta di un'offerta speciale, ma di app caricate nuovamente su Google Play e rese disponibili al download gratuito da non si sa bene da chi.

Ovviamente non si tratta solo di un'operazione illegale, che verosimilmente sfrutta un bug sconosciuto di Google Play, ma anche di qualcosa di potenzialmente pericoloso per gli utenti. Le app rese disponibili potrebbero benissimo contenere del codice maligno, nonostante nome e relative recensioni corrispondano alle applicazioni originali a pagamento.

In attesa di un intervento di Google, occhio allo sviluppatore delle app che stiamo per scaricare. Se sono di tale "Gameloft." con il punto meglio evitare.

Aggiornamento:

Dopo qualche ora Google ha provveduto a rimuovere la pagina apparsa ieri del falso sviluppatore "Gameloft.", che ricordiamo niente aveva a che fare con la nota software house, "Gameloft", senza il punto finale. Non risulta che da Mountain View abbiano rilasciato dichiarazioni ufficiali sull'incidente. 

Curiosamente il problema verificatosi richiama alla mente il bug di Android, che Google aveva dichiarato essere risolto sul Play Store, che consentiva di caricare applicazioni modificate come se fossero originali. Rimane ancora da capire se le app caricate dal sedicente sviluppatore non fossero modificate oppure se il bug sia in realtà ancora presente.

Nessun commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più