Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Cloud, smartphone e AI: questo è lo strano progetto di Qualcomm

Cloud, smartphone e AI: questo è lo strano progetto di Qualcomm

Durante il suo AI Day a San Francisco, Qualcomm ha fornito maggiori dettagli su un progetto che coinvolge il cloud, gli smartphone e l'Intelligenza Artificiale. Il gigante americano dei chip ha annunciato l'arrivo dell'intelligenza artificiale nella "nuvola" con Cloud AI 100, un acceleratore per data center.

Clous AI 100 è stato progettato per soddisfare la crescente domanda di gestione dei processi di inferenza dell'AI nel cloud, ovvero per accelerare il processo decisionale dell'Intelligenza Artificiale. Sul palco, il Presidente di Qualcomm Cristiano Amon e Keith Kressin, Senior Vice President of Product Management, sono stati riluttanti a dare troppe informazioni sul Cloud AI 100 ma le cifre presentate sono audaci: 50x più prestazioni e 10x più prestazioni-per-watt rispetto alla generazione di chip attuali. Abbiamo ottenuto uno dato tecnico: 350 TOPS (Tera Operations Per Second) di performance per l'AI.

L'acceleratore, prodotto a 7nm, potrebbe alzare significativamente l'asticella per il processo di inferenza dell'IA rispetto a qualsiasi combinazione di CPU, GPU e/o FPGA utilizzati nei data center odierni. Non è uno Snapdragon 855 modificato o rimpicciolito, da quanto ci è stato detto. I test sono in corso quest'anno e i campioni per i clienti saranno inviati nella seconda metà del 2019. L'avvio della produzione è previsto per il 2020.

Qualcomm Cloud AI 100 Image
Qualcomm non ha ancora un chip Cloud AI 100 funzionante ma... © Qualcomm

Qual è lo scopo dell'intelligenza artificiale nel cloud?

L'idea è che creando un'AI più potente nel cloud, Qualcomm sta cercando di colmare il divario tra il vostro dispositivo e il server. Questo spazio di tempo è quello che viene chiamato "cloud edge" e Amon pensa che renderà "dispositivi e cloud inseparabili". Gran parte di questo, naturalmente, è reso possibile dal 5G.

Qualcomm supporta gli sviluppatori con una serie completa di strumenti e framework per ciascuna delle sue soluzioni AI cloud-to-edge. L'azienda ritiene che, facilitando lo sviluppo dell'ecosistema in questa modalità AI distribuita, contribuirà a migliorare una miriade di potenziali esperienze per l'utente finale, tra cui assistenti personali per l'elaborazione e la traduzione del linguaggio naturale, ricerca avanzata delle immagini, contenuti e raccomandazioni personalizzate.

qualcomm ai day 2019 cristiano 1
Il presidente Qualcomm Cristiano Amon sul palco di San Francisco. / AndroidPIT

Anche i rappresentanti di Microsoft e Facebook erano sul palco di Qualcomm a San Francisco ma durante una sessione di domande e risposte, Kressin non ha voluto parlare di potenziali clienti interessati a Cloud AI 100.

Kressin non si preoccupa inoltre della concorrenza di NVIDIA, di Google Edge TPU e di qualsiasi altra azienda di cloud computing che voglia sviluppare il proprio hardware AI, soprattutto quando si tratta di attrarre talenti. "Se sei un ingegnere del silicio e vuoi lavorare su una nuova tecnologia innovativa, vai in un'azienda focalizzata sul silicio. Noi conosciamo molto bene il silicio".

Qualcomm prevede che entro il 2025, il mercato dell'inferenza AI nei data center raggiungerà i 17 miliardi di dollari.

Rivoluzioni per il gaming, le automobili e l'IoT

Con il 5G nato per unire i dispositivi e il cloud, i casi d'uso di questa crescente connettività sono diventati molto diffusi. Un mondo in cui quasi tutto e tutti sono collegati in modo intelligente: giochi, auto, smart home, realtà estesa (XR), droni, robotica, audio, telecamere IP e altro ancora. La piattaforma Hololens di Microsoft è un primo esempio.

qualcomm ai day 2019 mobility 1
Nakul Duggal sull'evoluzione dei trasporti urbani connessi. / AndroidPIT

In termini di trasporto, il 5G e il cloud garantiranno una maggiore autonomia, un migliore monitoraggio della consapevolezza del conducente e impostazioni personalizzate. Il cockpit automobilistico AI del futuro sarà dimensionato in base alla classe del veicolo e le auto equipaggiate con i chip 8155P di Qualcomm, basati sullo Snapdragon 855, arriveranno entro il 2021. Nakul Duggal, vice presidente della gestione dei prodotti automobilistici di Qualcomm, ha detto che chiunque spenderà 50 mila euro per un'auto si aspetterà di avere quattro SoC al suo interno per allora.

Per quanto riguarda i giochi, Cristiano Amon è stato molto chiaro: "Il cloud è la nuova console, è solo una questione di tempo".

Qualcomm ha anche introdotto i suoi tre nuovi processori di fascia media, gli Snapdragon 665, 730 e 730G. Abbiamo trattato il lancio di questi processori in un articolo a parte ma è stato interessante sapere che il cloud di Qualcomm permetterà al suo motore AI e alle sue capacità AI di essere disponibili anche su dispositivi di fascia media.

Cosa ne pensate del progetto di Qualcomm?

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica