Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
Qualcomm fa sul serio e vieta ufficialmente le vendite di iPhone in Germania
Apple iPhone XS Apple Apple iPhone X 2 min per leggere Nessun commento

Qualcomm fa sul serio e vieta ufficialmente le vendite di iPhone in Germania

Qualcomm ha deciso di fare sul serio e ottiene in via definitiva il divieto di vendita di iPhone 7, iPhone 8 e iPhone X in Germania. Apple, d'altra parte, interpreta diversamente la sentenza del tribunale e interrompe solo parzialmente la vendita.

Esattamente due settimane fa, Qualcomm ha ottenuto il divieto di vendita di iPhone 7, iPhone 8iPhone X presso il tribunale regionale di Monaco di Baviera a causa della violazione di un brevetto da parte di Apple. Ma prima che la sentenza potesse essere applicata a tutti gli effetti, il produttore di chip avrebbe dovuto versare nelle casse del tribunale un deposito cauzionale di ben 1,3 miliardi di euro. Ciò è necessario, perché la decisione non è ancora definitiva ed Apple può appellarsi alla decisione dinanzi al Tribunale Superiore Regionale.

Qualcomm ha dunque fornito questa garanzia e, nel corso del contenzioso brevettuale con Apple, ha emesso una garanzia di titoli per 1,34 miliardi di euro. Ora, Apple non può far altro che bloccare le vendite di tutti gli iPhone interessati in Germania.

Apple interpreta il ban a modo suo

Apple, tuttavia, vede la sentenza in modo diverso e annuncia il blocco delle vendite solo nei suoi 15 Apple store tedeschi, dove iPhone 7 e iPhone 8 non sono più disponibili da circa due settimane fa, mentre iPhone X era già stato sostituito dall'iPhone XS. Tuttavia, i rivenditori terzi e gli operatori di telefonia mobile continueranno a vendere i modelli banditi. Rimane ancora da vedere quali saranno le conseguenze.

iPhone xs 01
Apple ha già sostituito l'iPhone X nei negozi con l'iPhone XS. / © AndroidPIT

Inoltre, Apple ha confermato ancora una volta che si rivolgerà al Tribunale Regionale Superiore per ottenere il verdetto in appello. Per questo motivo, i 668,4 milioni di euro versati da ciascuna azienda per avviare i procedimenti proteggono anche la società di Cupertino da eventuali perdite qualora Apple fosse giustificata nell'udienza.

La lunga disputa sui brevetti riguarda una tecnologia Qualcomm che regola il consumo energetico dei chip wireless per prolungare la durata della batteria ed è stata presumibilmente utilizzata illegalmente da Apple nei modelli di iPhone interessati senza pagare la tassa di licenza appropriata.

Come pensate che andrà a finire?

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica