Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
#throwbackthursday 13 Condivisioni 4 Commenti

Quale versione Android vi é rimasta nel cuore? La mia é Gingerbread!

Questa settimana, abbiamo finalmente avuto il rilascio di Android Nougat con la conferma delle nuove funzionalità del sistema operativo piú amato al mondo. Approfittando di questo e del fatto di aver scritto la scorsa settimana riguardo il mio primo smartphone, ho deciso di parlare oggi di una delle versioni di Android che mi ha fatto contemporaneamente amare e odiare Google: gingerbread!

La mia luna di miele con Gingerbread

La versione di Android 2.3 è stato annunciato insieme al Nexus S e, tra le altre innovazioni apportate vi sono dei miglioramenti nella velocità, nel controllo dell'energia utilizzata e nella grafica di gioco.  Google stesso descrive il sistema operativo con queste parole: 

A suo tempo Gingerbread é stata una piattaforma grandiosa

Quando fu lanciato Gingerbread veniva anche presentato come la "versione piú veloce mai rilasciata". Il sistema fu poi modificato per supportare i temi con piú contrasto e saturazione e guardando oggi al passato devo ammettere che a quel tempo l'interfaccia utente offerta era pura innovazione.

Prima di continuare va peró precisato che la mia esperienza con Gingerbread é stata fatta insieme all'interfaccia utente Sense di HTC, quindi non basata su Android puro. Tuttavia, molte delle funzioni della UI hanno portato solo un'ottimizzazione del nuovo sistema operativo. Il menu, le impostazioni e la barra di stato del sistema erano semplici e allo stesso tempo intuitivi da usare.

gingerbread UI
La mia esperienza con Gingerbread é venuta in congiunzione con UI HTC Sense / © AndroidPIT

Rispetto alle versioni precedenti di Android, Gingerbread probabilmente all'epoca ha rappresentato una piattaforma unica ed eccezionale. Gli sviluppatori di Google con essa hanno implementato il supporto per NFC, un nuovo sistema di correzione automatica, reso il processo di copia e incolla di parole e testi ancora piú semplice, hanno implementato un maggiore controllo sulle app e sulla schermata iniziale e infine hanno reso possibile chiudere le app a partire da questo stesso menu.

Ed é stato proprio Gingerbread a essere il pionere anche nell'introdurre la possibilitá di fare chiamate attraverso internet (tramite contatti SIP), cosí come l'accesso delle app alle fotocamere. Ricordo che la prima app che ho effettuato una chiamata con il telefono usando solamente la connessione internet é stata con Viber e trovai il servizio di per sé sensazionalee di qualitá. Anche perché le chiamate su rete fissa dalla Germania verso il Brasile erano parecchie costose.

gingerbread play store viber
Gingerbread permetteva di fare chiamate usando la conneessione internet / © AndroidPIT

Gingerbread aveva un metodo di controllo delle app che offriva una maggiore autonomia della batteria chiudendo le stesse quando necessario. E noi che oggi ancora ci lamentiamo di Doze!  

Ricordo che la grande innovazione di Gingerbread sono stati i resoconti del consumo energetico delle app, cosa che oggi puó risultare indifferente ad alcuni utenti ma nel 2010 é stato un grande passo avanti. Alla fine a chi é che non interessa sapere quanta percentuale di batteria stanno usando le app sul nostro telefono?

gingerbread tbt app
App come Soundcloud o AccuWeather hanno reso la mia esperienza con il software ancora piú unica / © AndroidPIT

Gingebread era un sistema molto inutitivo, con un'interfaccia utente molto piú tradizionale rispetto ai colori di Android 7.0 Nougat ad esempio. Ha messo a disposizione dgli utenti delle feature assolutamente utili come ad esempio NFC, bisogno le caratteristiche degli utenti, e posso dire con certezza che questo sistema operativo aveva quel "non so che" di un sistema operativo evolutivo e rivoluzionario. Tuttavia poco dopo é avvenuta la disgrazia.

Il mio inferno con Gingerbread

Gingerbread é in realtá durato a lungo. L'idea sciocca di Google di rilasciare due versioni del sistema operativo ogni anno ha fatto sí  disastrosa Google ha rilasciato due versioni del sistema operativo ogni anno, ha fatto l'Android versione 2.3 fosse fuori fase di tre mesi dal suo lancio. Arrivata a dicembre 2010, a febbraio 2011 lo staff di Google giá aveva lanciato Android 3.0 Honeycomb.

Ricordo di aver scritto diversi articoli che parlano della stupidaggine dei produttori in relazione al sistema di aggiornamento dei dispositivi che avevano Gingerbread, e questo é successo durante il 2012, quasi due anni dopo l'annuncio ufficiale di Android 2.3. HTC ad esempio annunció che non avrebbe aggiornato il mio Desire HD. Nel mese di settembre 2012, Gingerbread ancora girava su oltre il 57% degli smartphone Android, essendo la sua versione più recente Jelly Bean.

Nel mese di marzo 2014 Gingerbread era ormai al 19% della frammentazione Android. Oggi, 25 agosto 2016, Gingerbread gira ancora sul 1,7% dei dispositivi, secondo il rapporto redatto mensilmente da Google.

Dopo un pó di tempo giunse peró anche per me il momento di abbandonare il mio odiato e amato Gingerbread. Tuttavia, alla fine dei conti, pur essendo costretta per molto tempo ad utilizzare un dispositivo che girava con una versione non sfasata di Android, non posso completamente lamentarmi, poiché il sistema operativo di per sé non era male. 

Guardando poi il video pubblicato nel 2010 in cui gli sviluppatori spiegavano il sistema, mi é subito presa una certa nostalgia:

Qual è stata la versione di Android che piú ha segnato la vostra esperienza con Android?

4 Commenti

Commenta la notizia:
  • Io ho cominciato proprio da Gingerbird

  • Cara Mariangela, è il caso di iniziare con nostalgia canaglia di Albano e Romina :). Effettivamente se può consolarti una mia amica che ha avuto un'offerta speciale dalla Tre, usa un telefono Samsung Galaxy Next GT-S5570, come modem e non di rado effettua anche qualche telefonata. Io ho avuto modo di provare quel telefono più di una volta, non m sono trovato bene a causa della dimensione dello schermo perché sono abituato a schermi leggermente più grandi ma devo dire che dal punto di vista funzionale non è affatto male. Devo però dire una cosa, il mio sistema preferito è ICS, ossia Ice Cream Sandwich 4.0.4, se non sbaglio ICS è stato il primo sistema a girare su smartphone e tablet da cui la parola sandwich, ma non vorrei sbagliare. Preferisco quello per la semplicità di accesso alle funzioni, la versatilità, la scalabilità, la possibilità di usare facilmente applicazioni per ambienti successivi e precedenti. A proposito, il 25 agosto 2016 sono passati 4 anni dalla morte di Neil Armstrong, per me che nel ventennale dell'impresa dell'Apollo 11 avevo appena 6 anni era un mito. Cosa c'entra questo con Gingerbird ? Con Gingerbird potrebbe centrare se facciamo un discorso ampio di storia ed evoluzione dei sistemi operativi, passando anche per Windows 98, il miglior sistema Windows secondo me. Devo tuttavia dire che le mie affermazioni sono tanto per dirti che hai tante persone in barca con te a proposito della nostalgia. A proposito, anche per quella canzone, era il 1987 eppure sembra un'eternità, eppure sembra ieri :)

  • Il mio è Android 2.2.2 Froyo, non si bloccava/crashava mai neanche sui telefoni più scadenti.

  • bell articolo! complimenti! dunque, porto anche io nel cuore gingerbread. il mio prino smartphone montava ginger e devo dire che inizialm mi ha emozionato alla grande! un sacco di opzioni, di semplicissima intuizione, grafica nera accattivante come piace a me! insomma, una bomba. la porto nel cuore xk ho iniziato con qst versione a fare modding :-)

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK