Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK

RAI: app per lo streaming di EURO 2012, ma non per tutti

streaming europei rai

Aveva illuso un po' tutti la RAI quando nella campagna pubblicitaria pre-Europei aveva affermato che avrebbe reso possibile a tutti seguire Euro 2012 anche da smartphone, indipendentemente dalla piattaforma usata. Al fischio d'inizio d'apertura però gli utenti Android hanno capito che alcune piattaforme sono più uguali di altre.

Mentre con l'applicazione per iOS, oltre a interviste, notizie e commenti, si possono vedere in diretta le partite, in ottima qualità tra l'altro, con la app android questo non è possibile. Non si tratta certo di una limitazione da poco se si pensa che notizie, opinioni, varie ed eventuali si possono vedere tranquillamente su qualunque sito, magari anche in una forma meno cloroformizzata di quella offerta dalla RAI.

La reazione degli utenti Android non si è fatta attendere e a suon di valutazioni negative della app hanno fatto capire alla RAI di aver preso un abbaglio, fino a che l'applicazione per seguire gli Europei non è stata aggiornata e il problema non è stato, solo parzialmente, risolto.

Il changelog infatti ora recita un sibillino “Attivato live streaming per Android 3.0 o superiore” e subito ci si chiede se prima lo streaming delle partite fosse “disattivato” di proposito e soprattutto perché sia stato necessario lasciare fuori dall'aggiornamento la grande maggioranza degli utenti Android, visto che come sappiamo, oltre il 60% dei device funziona col certo non obsoleto Gingerbread.

app rai streaming europei

Riconosciamo che un piccolo passo avanti è stato fatto, ma di fatto per più della metà degli utenti Android lo streaming delle partite di Euro 2012 con l'applicazioni Rai è inaccessibile. Se ci sono dei problemi tecnici insormontabili sarebbe quindi giusto comunicarlo e magari spiegarne anche il motivo visto che altri sviluppatori li hanno tranquillamente superati.

In attesa, se non di un altro aggiornamento, almeno di un po' di trasparenza, è bene anche ricordare che la RAI non solo è assegnataria esclusiva per l'Italia degli Europei di calcio, ma anche che la stessa RAI pretende il pagamento del canone per ogni dispositivo che possa ricevere “immagini in movimento” smartphone (con Gingerbread) compresi.

Se poi la televisione pubblica dovesse rendere accessibile il sito Rai.tv anche agli utenti di PC Linux (sì, anche i PC con Linux pagano l'abbonamento RAI) saremmo ancora più grati e avremmo una ragione in più per definirla servizio pubblico.

Fonte: androidiani

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK