Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

6 min per leggere Nessun commento

Lo studio sulla sostenibilità sfida i produttori ad impegnarsi nel dialogo

La sostenibilità è un criterio di acquisto per voi? Gli europei, in particolare, stanno cercando di verificare se i prodotti vengono fabbricati in modo equo o almeno nel rispetto dei regolamenti. I produttori di smartphone lo sanno, ma non tutti stanno facendo lo stesso sforzo per garantire che tutti i partecipanti siano trattati in modo equo. Uno studio sulla sostenibilità prende in esame società tecnologiche note, ma la  raccolta di dati solleva solo altre domande. 

Apple, Dell, HP = Bene; HTC e Huawei = Male: questa potrebbe essere la prima conclusione a cui si viene a capo se si dà un'occhiata veloce ai risultati dell'IT Brand Rating 2017. L'attenzione si è concentrata sulle questioni fondamentali dei diritti dei lavoratori, sui minerali provenienti da luoghi di guerra e sul rispetto dell'ambiente dei dieci marchi IT più venduti in Svizzera. Nonostante lo studio abbia alcuni difetti strutturali, contiene dati e osservazioni interessanti.

I difetti della ricerca stanno nel fatto che i dati si basano in parte su informazioni specifiche provenienti dalle imprese, come ad esempio relazioni sulla RSI e sulla sostenibilità. In seguito la valutazione della classifica è  basata su un catalogo di punti autodefiniti e controversi.

L'autrice dello studio è Karin Mader, responsabile dei diritti umani nel settore dell'elettronica presso la Fondazione Pane per tutti a Berna. Le abbiamo inviato alcune domande sull'IT Brand Rating pubblicato di recente. Esprime il suo parere sulla metodologia utilizzata in questo modo:

Semplicemente non è possibile far controllare sistematicamente tutti i dati raccolti da altre autorità neutrali. Abbiamo riscontrato che nella maggior parte dei casi i risultati sono reali. Tuttavia, in vari casi abbiamo studi di ricerca che dimostrano che l'auto-rappresentazione delle aziende più note non sempre corrisponde alla realtà. La nostra organizzazione partner SACOM di Hong Kong, ad esempio, ha scoperto grazie a ricerche sotto copertura in loco che nelle fabbriche cinesi che assemblano dispositivi Apple gli studenti tirocinanti vengono sfruttati sulla linea di montaggio. Ciò è in totale contrasto con il codice aziendale di Apple e con la realtà che si presenta. Questi risultati devono pertanto essere considerati come un complemento ai risultati del rating IT e fanno sì che i rating IT non siano semplicemente una raccomandazione di acquisto.

Il confronto tra le diverse relazioni sulla RSI (Responsabilità sociale d'impresa) ed il confronto con le normative applicabili fornisce almeno una panoramica di quanto le imprese potrebbero, ma in alcuni casi non riescono a fare. Tuttavia, un rating mediocre non indica necessariamente che un'impresa sia sulla strada della ripresa.

AndroidPIT HTC U 11 life 2699
L'HTC è oggetto di rimprovero anche se evita la raccolta di materie prime in modo scorretto. / © AndroidPIT

Secondo il rapporto HTC, ad esempio, ha "cercato di evitare nella sua catena di approvvigionamento i materiali la cui origine risale a luoghi di conflitto", ma viene criticata per aver boicottato queste zone di guerra. Nel quadro generale appare chiaro che altri produttori come HP stiano influenzando in modo proattivo l'industria fornitrice in termini di sostenibilità. E' tuttavia previsto che vengano pronunciati giudizi estremi. Dopo tutto l'autore dello studio Mader suppone vi sia una mancanza di informazione nella società dei consumi e vuole sensibilizzarci:

La maggior parte delle persone non sa cosa vi sia all' interno dei propri smartphone e computer ed in quali condizioni vengano realizzati. Vorremmo [...] informare i nostri clienti, sensibilizzarli al malcostume e garantire così che [i potenziali clienti] diano la preferenza a dispositivi elettronici prodotti in modo equo e sostenibile.

Ma come si presenta un'azienda responsabile per Mader? Essa stessa dovrebbe assumersi la responsabilità di garantire che, al di là delle norme industriali applicabili:

  • I lavoratori delle aziende fornitrici non solo guadagnino il minimo legale, ma guadagnino abbastanza per vivere.
  • La cattiva amministrazione venga controllata dalle imprese stesse e sanata a lungo termine.

Ma...

spesso mancano i mezzi per farlo. Le aziende non forniscono i dati - vogliono piuttosto puntare ai maggiori profitti possibili. La politica d'acquisto delle aziende richiede che la produzione sia sempre più rapida e flessibile alle condizioni più favorevoli. Di conseguenza, i fornitori assumono i lavoratori più economici - spesso migranti o studenti in Asia o bambini nelle miniere di materie prime in Africa - che possono rapidamente licenziare a seconda del volume degli ordini.

I migliori sono davvero tali?

Leggi vincolanti come la legge Dodd-Frank negli Stati Uniti ed i relativi derivati nell'UE hanno migliorato la trasparenza, in particolare per quanto riguarda l'estrazione di stagno, tantalio, tungsteno, oro e cobalto. Tuttavia tossine come gli ftalati ed altre sostanze tossiche sono ancora presenti nella maggior parte dei processi di produzione:

Sembra ancora peggio quando si tratta di rispettare i diritti dei lavoratori. Ci sono state delle battute d'arresto. In termini concreti Apple, ad esempio, ha rinunciato alla sua precedente cooperazione con le parti interessate della società civile; HP si è ritirata dall'idea precedente di mirare a salari effettivamente sufficienti per coprire il costo della vita e si limita a pagare i salari minimi previsti dalla legge.

Tuttavia, Apple e HP sono ancora al primo posto. Un motivo in più per esaminare il problema generale e non contare sulla sintesi nella rappresentazione semplificata.

AndroidPIT Apple iphone 8 0078
Apple ottiene un buon rating, ma anche aspre critiche. / © AndroidPIT

Come reagiscono aziende e clienti?

L'IT Brand Rating ha lo scopo di aiutarci ad esercitare pressione sui marchi. In particolare a livello legislativo, l'obiettivo è garantire che i dispositivi elettronici siano prodotti e smaltiti in modo più equo e sostenibile a livello mondiale. In Svizzera, il rating IT sta già dando i suoi primi frutti:

Abbiamo ricevuto molti feedback positivi dalle singole associazioni di consumatori e il rating è stato condiviso su numerose piattaforme, in particolare tra gli studenti. Anche gli acquirenti pubblici mostrano un forte interesse per il nostro rating IT. Il consorzio d'acquisto IT del settore pubblico della Svizzera occidentale ha persino consultato i criteri del nostro marchio come base per formulare ulteriori restrizioni nell'ambito della recente gara d'appalto (volume d'acquisto: circa 14 milioni di CHF).

Il fatto che i produttori stiano ora rispondendo con grande sensibilità alle idee sulla sostenibilità è qualcosa che abbiamo notato nella pianificazione di questo articolo, tra le altre cose. Raramente sono stati così ansiosi di includere dichiarazioni riguardo questa forma di critica. Tali dichiarazioni arriveranno nei prossimi giorni e vi informeremo di conseguenza.

Come vedete queste valutazioni? Fanno parte della vostra ricerca prima di acquistare uno smartphone? Oppure avete fiducia nel fatto che la legislazione attuale sia sufficiente a garantire condizioni eque nella produzione di smartphone?

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati