Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

2 min per leggere Nessun commento

Il ritorno di Sharp nel mondo degli smartphone

Sembra essere l'anno dei ritorni: prima torna Nokia e adesso Sharp annuncia il ritorno nel mondo degli smartphone. All'IFA 2017 di Berlino l'azienda giapponese di elettronica mostra le tecnologie chiave che in futuro saranno utilizzate sui propri smartphone.

Conoscete Sharp? In Germania questo marchio viene spesso ricondotto ai televisori, ma di smartphone Sharp qui non se ne sente parlare da parecchio. Sul mercato asiatico e soprattutto nella madrepatria di Sharp, il Giappone, l'azienda continua ad essere attiva. Lo Sharp Aquos Crystal del 2014 ha lasciato comunque una buona impressione nella nostra redazione grazie ai bordi dello schermo sottili.

Display fino a 120 hertz

Con un produttore di pannelli per display alle spalle uno smartphone con logo Sharp dovrebbe utilizzare ovviamente un pannello di produzione propria. Con la tecnologia IGZO è in programma qualcosa di interessante. Con questa tecnologia del display Sharp utilizza indio, gallio, zinco e ossigeno. Grazie a queste materie prime si è potuta accelerare la miniaturizzazione dei transistor e di conseguenza raggiungere una buona conducibilità.

Secondo Sharp tutto ciò apporta chiari vantaggi nella risoluzione, nella qualità dell'immagine e nell'efficienza energetica. Inoltre, i display IGOZ dovrebbero elaborare comandi touch anche su display bagnato e permettere il tasso di ripetizione immagine fino a120 hertz.

Modulo fotocamera contro dominio Sony

Per quanto riguarda i moduli fotocamera per smartphone attualmente non ci sono delle vere alternative a Sony degne di nota. Siccome già in passato Sharp ha costruito e utilizzato i propri moduli fotocamera, nel prossimo smartphone sarà di nuovo montato un modulo di produzione propria.

All'IFA Sharp annuncia un sensore da 22,6 megapixel dotato di una lente da 22mm ultra-grandangolare con f/1.9. Sharp annuncia che con l'aiuto di una speciale tecnologia anti blur verrà migliorata la qualità delle foto e dei video, soprattutto in situazioni di scarsa luminosità. Anche sulla fotocamera frontale dei futuri smartphone l'azienda giapponese vuole un modulo da 16,3 megapixel per selfie migliori. Il grandangolo da 23mm cattura più persone delle precedenti fotocamere frontali.

Durante l'IFA 2017 di Berlino Sharp ha fatto una dimostrazione di entrambe le tecnologie di cui vi abbiamo parlato. Uno smartphone finale con display IGOZ e fotocamera prodotta da Sharp dovrebbe essere presentato durante il Mobile World Congress 2018. Non vediamo l'ora.

2 Condivisioni

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati