Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

2 min per leggere 14 Condivisioni 3 Commenti

La rivoluzione delle batterie è iniziata

Non è sempre facile essere obiettivi quando si parla di uno smartphone: alcuni puntano sul design, altri preferiscono TouchWiz ad Android stock, c'è poi chi cerca uno dispositivo potente e chi invece vuole semplicemente messaggiare su WhatsApp senza problemi. Ma c'è un punto che unisce tutti gli utenti: la batteria non è mai abbastanza potente, può e deve essere migliorata. Dagli Stati Uniti potrebbe arrivare una soluzione, al momento però solo in fase sperimentale.

Opinion by Benoit Pepicq
Batteria e fotocamera sono le componenti che reputo più importanti nella scelta di uno smartphone
Cosa ne pensi?
50
50
57 votanti

La fine delle batteria agli ioni di litio è vicina?

Le batteria attualmente utilzizate per gli smartphone sono quelle agli ioni di litio e l'unico modo per incrementarne la capacità è quella di aumentarne anche le dimensioni. Avere una batteria più potente è quindi possibile ma a discapito di un corpo sottile. Un dispositivo più grande comporta anche uno schermo più ampio il che comporta maggior consumi e, alla fin fine, i vantaggi finali non sarebbero così significativi. Il software gioca il suo ruolo nell'ottimizzazione dei consumi della batteria ma con dei limiti.

La University of Central Florida ha fatto uno scoperta che potrebbe rivoluzionare il campo dell'elettronica: una tipo di batteria capace di immagazzinare una quantità maggiore di energia e funzionare come il primo giorno anche dopo 30 mila cicli di carica. I ricercatori sostengono che non solo sarà possibile caricare lo smartphone in pochi secondi ma anche avere a disposizione un quantitativo di energia capace di garantire una settimana di autonomia.

AndroidPIT Smartphone Overheating 2583
Questa scoperta segnerà la fine delle tradizionali batterie al litio? © AndroidPIT

Maggiore capacità e carica più rapida... ma c'è ancora da aspettare

Tuttavia c'è ancora da aspettare. Questa tecnologia, tutt'altro che semplice, necessita ancora di parecchio tempo prima di essere testata a fondo, resa accessibile e prodotta. Il materiale è il grafene che, per natura, risulta essere sottile e tende a riscaldarsi lentamente: un vantaggio non indifferente. 

Ci vorrà del tempo prima che i test vengano portati a termine

In questo modo avremo un sistema più stabile che potrà essere ricaricato più spesso. La natura del grafene permette che l'energia si propaghi più facilmente garantendo così un raffreddamento più rapido del dispositivo.

A capo della ricerca troviamo Yeonwoong Jung che ha voluto precisare come questa tecnlogia non sia ancora pronta alla commercializzazione ma che lo studio che stanno portando avanti avrà un forte impatto su diverse tecnologie.

Avere una batteria più potente è per voi un'esigenza importante? 

Articolo scitto in collaborazione con Luis Ortega

14 Condivisioni

3 Commenti

Commenta la notizia:

  • Io penso che sia una cosa fantastica ma diciamocelo chiaramente... Quante volte sono uscite delle innovazioni sul campo delle batterie ma nemmeno una è ancora disponibile al mercatO!?!?!?


  • Io ho comprato da 2 mesi circa l'Asus Zenfone 3 Max e devo dire che la batteria resiste moltomanche con uso intenso, certo questa sarebbe una rivoluzione. Spero che arrivi presto in commercio


  • Su questo aspetto delle Barrera dico sempre la mia posizione anche perché, a suo tempo preparai la mia prime tesi proprio sulle batterie allo stato sottile.
    1. I vantaggi di una batteria estraibile sono evidenti, importanti ed irrinunciabili
    2. I nostri attuali device hanno uno spessore tra i 5.5 e i 7mm; a ciò molti di noi aggiungono Cover protettive in pelle che, se va bene, ne raddoppiano lo spessore. La batteria standard del mio Note3 è spessa meno di 2mm; a questo punto raddoppiarne la capacità sarebbe un plus irrinunciabile per tutti coloro che usano cover ed una libera scelta per tutti

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più