Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Recensione 11 min per leggere 1 Commento

Samsung Galaxy A6+ recensione: la classe media pretenziosa

Non è un segreto che Samsung miri a inondare gli scaffali dei negozi con un dispositivo per ogni singolo possibile e immaginabile prezzo. Il Galaxy A6+ fa parte della gamma A ovvero la fascia media della serie Galaxy. Scoprite tutto sull'A6+ in questa recensione e decidete se davvero vale il suo prezzo.

Valutazione

Pro

  • Display FullHD Super AMOLED
  • Fotocamera selfie decente
  • Doppia SIM e microSD

Contro

  • Chipset debole
  • Porta MicroUSB
  • Manca la ricarica rapida

Samsung Galaxy A6+ – Uscita e prezzo

Samsung ha presentato il nuovo Galaxy A6+ con la sua controparte più piccola il 2 maggio. Entrambi i modelli sono disponibili nelle quattro colorazioni: Nero, oro, blu e lavanda. Il prezzo per l'Europa sono stato confermato pari a 369 euro. Per quelli di voi con un budget limitato, questo potrebbe essere decisamente troppo per un telefono di fascia media. C'è da dire che per la cifra avremo a disposizione uno smartphone che può contenere sia due schede SIM che una scheda microSD allo stesso tempo.

 

L'anima della gamma A nel corpo della gamma J

Con il Galaxy A6+, Samsung tenta di distinguersi nella fascia media spruzzando elementi della serie S di fascia alta nel mix, ma lo schermo piatto tradizionalmente è la prima cosa che fa cascare il palco. A prima vista, sareste perdonati anche per aver scambiato l'A6+ per un appartenente alla Serie J. Samsung riserva i suoi design più distintivi per i flagship.

Anche se manca uno stile particolare, c'è molto da dire riguardo l'A6+ . L'unibody rigido di alluminio dona allo smartphone una sensazione di solidità. Praticità potrebbe essere l'aggettivo migliore in questo caso. La concorrenza di Honor e Xiaomi sta cercando di sorprenderci con colorazioni e riflessi particolari nel vetro, il metallo di A6+ con linee per le antenne visibili e 'SAMSUNG' inciso sul retro sembra quasi un prototipo a confronto. Troviamo anche il sensore di impronte digitali piuttosto scomodo sotto la fotocamera.

AndroidPIT Samsung Galaxy A6 plus 8668
Il corpo in metallo di A6+ e le linee delle antenne ci ricordano la serie J entry-level. / © AndroidPIT by Irina Efremova

Con dimensioni di 160,2 x 75,7 x 7,9 mm, la versione più grande dell'A6 si riesce ancora a gestire molto bene e in mano si regge saldamente. È ben equilibrato con bordi curvi e abbastanza grande da offrirvi un sacco di schermo senza diventare ingombrante.

La dimensione dello schermo è molto importante, siccome è la migliore nuova caratteristica del telefono (ma ne parleremo più avanti). Lo schermo è chiuso da delle cornici ormai fuori moda con l'array di sensori nella parte alta. Almeno le cornici laterali si sono ritirate per abbracciare i bordi dei dispositivi.

Parlando dei bordi, è fantastico trovare il jack per le cuffie. I pulsanti del volume sul lato sinistro sembrano di bassa qualità e non posso fare a meno di temere la possibilità che rimangano bloccati. Un'altra delusione è la mancanza della USB di tipo-C. Invece, troviamo una ormai vetusta porta micro USB per la ricarica.

Samsung ha equipaggiato in modo molto pratico il Galaxy A6+ con due slot per schede SIM, con il primo slot che ha spazio anche per una scheda microSD per l'espansione della memoria. La seconda scheda SIM può essere inserita in uno slot separato.

Un Infinity display poco "Infinity"

Sul fronte, il Galaxy A6+ vanta un display da 6 pollici Super AMOLED, la tecnologia caratteristica di Samsung. Prima di provare l'A6+ come smartphone principale, mi sono innamorato dell'Infinity Display curvo e senza bordi del Galaxy S9+. Ovviamente, non è lo stesso display, ma il display dell'A6+ risplende ancora di un po' del fascino dei suoi parenti e lo considero uno dei punti forti del dispositivo .

Bordi o no, il pannello 18,5:9 Super AMOLED dalla risoluzione di 1080 x 2220 pixel (Full HD+) mostra colori brillanti, buona luminosità e contrasto elevato. Sia in condizioni di scarsa luminosità che di luce diurna, il display è sempre stato costantemente leggibile.

AndroidPIT Samsung Galaxy A6 plus 8742
Il display super AMOLED è il punto di forza del dispositivo. / © AndroidPIT by Irina Efremova

Se si sente la necessità di qualche regolazione, allora il display risulta anche altamente configurabile con diverse modalità di schermo ottimizzate per video o foto. Il display adattativo, che ottimizza automaticamente i colori, la saturazione e la nitidezza può essere configurato per favorire i colori caldi o freddi e il bilanciamento di rosso/verde/blu può essere personalizzato in base alle vostre preferenze. È disponibile anche la modalità Always-on.

Durante il test sul display, abbiamo confermato i limiti del Galaxy A6+ per quanto riguarda i rossi profondi (prima ancora di eseguire il test c'era una notevole sfumatura arancione).

pci3triangle 1
Super AMOLED o no, l'A6+ non è nella stessa classe della gamma S. / © AndroidPIT

Nel complesso, le dimensioni e la risoluzione maggiori rendono l'A6+ una scelta migliore rispetto al più piccolo A6 per la visualizzazione multimediale. Certo, ci sono migliori display là fuori, ma per il segmento medio, l'A6+ non delude quando si parla del display.

Samsung Experience, nel bene e nel male

Lato software troviamo Android 8.0 Oreo con l'ultima versione di interfaccia proprietaria di Samsung: la Samsung Experience 9.0. Può sembrare ovvio, ma non dimenticate che Samsung ha rilasciato il Galaxy A8 con Android Nougat all'inizio di quest'anno.

In pratica, questo significa che oltre alle onnipresenti Google Apps, abbiamo anche applicazioni Samsung obbligatorie, la suite Microsoft Office (Word, Excel, Powerpoint), Instagram e Facebook.

AndroidPIT Samsung Galaxy A6 plus 8697
Una suite completa per Microsoft Office, ma cosa succede se non la si vuole? / © AndroidPIT by Irina Efremova

È soggettivo: questo software può essere un utile bundle o dell'inutile bloatware , dipende dal vostro uso. Francamente, è fastidioso che Facebook, per esempio, non possa essere disinstallato, specialmente se si preferisce usare un wrapper più leggero per il social network. Lo stesso vale per le applicazioni Microsoft. Certo, sono utili, ma se si preferisce utilizzare applicazioni alternative per l'ufficio queste app sono bloccate ad occupare spazio sul dispositivo.

Bloatware a parte, Samsung Experience è attraente e intuitiva, ho sempre apprezzato le applicazioni predefinite di Samsung come il File Explorer, la Galleria e Secure Folder. Ci sono anche alcuni trucchi per casi d'uso specifici, come ad esempio la possibilità di avere più account di applicazioni di messaggistica con Dual Messenger.

samsungapps
Samsung Dual Messenger e Secure Folder possono essere molto utili. / © AndroidPIT (screenshot)

Quando si tratta di Samsung e software c' qualcosa da tenere a mente: aspettatevi gli aggiornamenti secondo il calendario Samsung, ovvero leggermente in ritardo. E anche in questo caso, i top di gamma hanno la priorità per gli aggiornamenti rispetto alla fascia media, quindi non aspettatevi patch veloci.

Prestazioni sotto tono

Ci si potrebbe aspettare che un dispositivo che manca di bellezza per compensare abbia i muscoli, ma purtroppo non è il caso. Samsung ha optato per uno SoC Snapdragon 450 in questo modello, probabilmente per ridurre i costi di produzione. Curiosamente, questo è diverso dall'A6 che viene fornito con un processore Exynos 7870 fatto in casa da Samsung stessa. Il modello qui recensito è accompagnato da 3 GB di RAM e 32 GB di memoria che, se considerassi seriamente l'A6+ come il mio dispositivo personale, dovrei espandere.

Questo risparmio pesa sulle spalle degli utenti finali in quanto l'A6+ è notevolmente lento. Certo, una frazione di secondo qua e là, ma che si sommano nel tempo. Provate qualsiasi cosa lontanamente impegnativa e vedrete il Galaxy A6+ mettere alla prova la vostra pazienza . La navigazione web e l'uso dei social media va bene, ma come giocatore ho dovuto arrendermi.

Il display decente risulta ottimo per alcuni dei giochi migliori, purtroppo il Galaxy A6+ non riesce a tenere il passo. Se avete intenzione di perdervi in giochi competitivi dall'alta qualità come PUBG, Tekken Mobile o Shadowgun Legends, l'A6+ vi lascerà delusi.

shadwogunlegendsona6plus
I giochi dall'alta qualità grafica sull'A6+ sono afflitti da lag e singhiozzi. / © AndroidPIT (screenshot)

Con l'A6+ come mio compagno quotidiano, ho dovuto accontentarmi di offerte più leggere come Sneak In e Pixel Dungeon. Per i giochi senza grafica appariscente, le prestazioni non sono davvero un problema.

I benchmark ci dimostrano come il Galaxy A6+ abbia i propri limiti, specialmente se confrontato con il Nokia 7 Plus dal prezzo molto simile.

Samsung Galaxy A6+: nei test benchmark

 Smartphone  3D Mark Sling Shot Extreme ES 3.1 3D Mark Sling Shot ES 3.0 3D Mark Ice Storm Unlimited ES 2.0 Geekbench 4
single core
Geekbench 4
multi core
Galaxy A6 (Exynos 7870) 257 318 8498 711 2588
Galaxy A6+ (Snapdragon 450) 439 393 12724 754 3893
Galaxy A8 2018 (Exynos 7885) 730 1038 14544 1524 4426
Nokia 7 Plus (Snapdragon 660) 1330 2018 26385 1634 5865

Audio: non male se non alzate il volume

Il Galaxy A6+ è dotato di supporto Dolby Atmos, che aumenta il volume quando si utilizzano le cuffie o si riproduce l'audio tramite una connessione Bluetooth. Samsung offre in bundle auricolari a basso costo con lo smartphone, ma se si ascolta musica o podcast sul telefono ogni giorno è meglio investire in qualcosa di meglio perché le cuffie nella confezione non sono molto buone.

L'altoparlante principale è posizionato sopra il pulsante di accensione, ma manca un po' di bassi e profondità durante la riproduzione multimediale , specialmente al volume più alto. La qualità delle chiamate da entrambi i lati è buona, non ho mai avuto problemi.

I megapixel raccontano solo metà della storia

Il Galaxy A6+ può vantare un'attrezzatura fotografica impressionante per un dispositivo di fascia media, almeno sulla carta. La doppia fotocamera principale sul retro è una 16MP + 5MP, entrambi con una grande apertura f/1.7. Si tratta di una combinazione ideale per fornire buoni ritratti con effetto bokeh.

La fotocamera anteriore è costituita da un sensore di immagine da 24MP con apertura f/1.9 e un flash dedicato. Samsung utilizza anche la fotocamera anteriore per sbloccare il telefono con il riconoscimento del volto. È possibile utilizzare adesivi AR ma niente AR emoji che rimangono una caratteristica esclusiva dei Galaxy S.

Il numero di megapixel racconta solo metà della storia , specialmente sulla fotocamera frontale di uno smartphone, ma sono rimasto impressionato dalla fotocamera selfie sulla A6+, che è generalmente affidabile e cattura i dettagli in buone condizioni di luce. In luce fioca o luce artificiale, le immagini possono risultare abbastanza granulose, tuttavia.

Tende anche a voler ammorbidire e lisciare i dettagli più di quanto preferisca. La modalità Selfie Focus può essere utile se si sta seriamente pensando ad una nuova foto profilo per i social, aggiunge sfocatura allo sfondo, ma è necessario tenere il telefono fermo per un po' più a lungo.

Il riconoscimento del volto non è affidabile... a volte è veloce e preciso, a volte mi lascia a guardare il telefono per alcuni secondi. Di fronte all'alternativa di dover sforzare il dito per raggiungere il lettore di impronte sul retro ho preferito evitare totalmente la biometria con questo Samsung.

AndroidPIT Samsung Galaxy A6 plus 8716
Le doppie fotocamere posteriori sono ora fondamentali e obbligatorie per la fascia media. / © AndroidPIT by Irina Efremova

Anche la fotocamera posteriore principale da 16MP dell'A6+ è buona e ha un vantaggio rispetto alla A6 grazie all'Auto-HDR. È possibile ottenere alcuni scatti davvero belli in condizioni di illuminazione decente ed è anche sufficiente per gli scatti interni. Anche la saturazione del colore è ben fatta. Ancora una volta, però, la granulosità si insinua in condizioni di scarsa illuminazione. La registrazione video 4K non è supportata.

Batteria di lunga durata ma a ricarica lenta

Un altro punto di forza a favore dell'A6+ è la sua batteria da 3500mAh. Con uso occasionale (schermo luminosità automatica, chiamate, navigazione web, social media e foto occasionali) ho potuto trascorrere due giorni senza cercare il caricabatterie. Il Galaxy A6+ è durato 10 ore e 14 minuti sotto il benchmark PCMark Battery Work 2.0, un punteggio molto rispettabile.

AndroidPIT Samsung Galaxy A6 plus 8707
La durata della batteria è leggermente migliore e vale la pena di perdere la carica rapida? / © AndroidPIT by Irina Efremova

Quando arriva il momento di raggiungere il caricabatterie la delusione si fa sentire . Il Galaxy A6+ è dotato di una porta MicroUSB e non dispone della riBatteria: di lunga durata ma a ricarica lentacarica rapida. Una sfortuna se avete bisogno di ricaricare il telefono in fretta e una delusione ancora maggiore se si pensa che il Galaxy A5 dispone di questa funzione.

Samsung Galaxy A6+ – Specifiche tecniche

Dimensioni: 160,2 x 75,7 x 7,9 mm
Peso: 191 g
Capacità della batteria: 3500 mAh
Dimensioni del display: 6 pollici
Tecnologia display: AMOLED
Schermo: 2220 x 1080 pixel (411 ppi)
Fotocamera frontale: 24 megapixel
Fotocamera posteriore: 16 megapixel
Flash: LED
Versione Android: 8.0 - Oreo
RAM: 3 GB
Memoria interna: 32 GB
Memoria removibile: microSD
Chipset: Qualcomm Snapdragon 450
Numero di core: 8
Velocità di clock: 1,8 GHz
Connettività: HSPA, LTE, NFC, Bluetooth 4.2

Una posizione scomoda nella classe media

Il Samsung Galaxy A6+ è un discreto tuttofare, ma per il prezzo richiesto di 350 euro ho difficoltà a raccomandarlo rispetto alla concorrenza. Si tratta di una combinazione scomoda di caratteristiche di fascia alta e bassa ad un prezzo altrettanto scomodo.

Per rapporto prezzo-prestazioni, l'Honor 7X offre circa le stesse caratteristiche per un prezzo decisamente minore oppure il Nokia 7 Plus è un dispositivo più impressionante sotto quasi tutti gli aspetti per circa lo stesso prezzo.

Grazie al supporto dualSIM e allo slot SD card il Galaxy A6+ può trovare posto nel vostro cuore ma analizzandolo a dovere si ha l'impressione che questo A6+ sia un pretendente ad una fascia di prezzo che non gli appartiene.

1 Commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Io non capisco per quale diavolo di motivo tutti ora vogliono l’ USB C e la ricarica rapida (che fino a una settimana prima dell’ uscita del galaxy s8 non erano sentite come necessarie da nessuno)!

Articoli consigliati