Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
5 Condivisioni 4 Commenti

Samsung Galaxy Note 7: vietati su tutti i voli Alitalia

Samsung ha posto fine alla produzione del Note 7 ed invitato gli utenti a restituire le unità in loro possesso in cambio di un rimborso totale o di un altro dispositivo del brand accompagnato da un incentivante buono. Sembra però vi siano ancora diversi dispositivi in circolazione e, visti i pericoli di surriscaldamento della batteria, le compagnie aeree ne vietano l'imbarco sui propri voli, Alitalia compresa.

AndroidPIT samsung galaxy note 7 review 7616
Alitalia vieta il Note 7 sui propri voli! / © AndroidPIT

Samsung ha già detto ufficialmente addio al Note 7. Una triste notizia per tutti gli amanti della linea Note, di cui al momento non si conoscono i piani per il futuro, e per il brand stesso che dovrà ora fare chiarezza sull'accaduto per recuperare la fiducia dei suoi seguaci. Una scelta necessaria, quella di ritirare i Note 7 in circolazione, per garantire la sicurezza degli utenti stessi. Peccato però che alcuni di questi non vogliano abbandonare il phablet, sperando forse possa acquistare valore in futuro o trascurando le pericolose conseguenze cui si rischia di andare incontro tenendolo tra le mani o in tasca.

Dal 15 ottobre 2016 è vietato il trasporto del Samsung Galaxy Note 7 su tutti i voli Alitalia

Nel frattempo diverse compagnie aree hanno ufficializzato la decisione circa il divieto di portare a bordo dei veivoli il Samsung Galaxy Note 7. Anche Alitalia, la compagnia di bandiera italiana, ha reso noto che a partire dal 15 ottobre 2016 non è più consentito imbarcare il dispositivo né nel bagaglio in stiva né in quello a mano. Qualche giorno fa la compagnia aveva proibito il trasporto del Note 7 sui bagagli da stiva ma ora il provvedimento è stato allargato anche su quelli a mano. 

Come precisato nel comunicato, la decisione di vietare il Note 7 su qualsiasi volo della compagnia italiana arriva in seguito alla disposizione del Dipartimento dei Trasporti Statunitensi che ha attuato il provvedimento su tutti i voli statunitensi per assicurare la sicurezza dei passeggeri e del personale a bordo.

Se quindi siete ancora in possesso di un Note 7 vi consigliamo prima di tutto di restituirlo al brand e di lasciarlo a casa qualora stiate programmando un volo con Alitalia o verso gli Stati Uniti.

Pensate gli utenti che hanno acquistato il phablet di Samsung si decideranno prima o poi a restituirlo o lo terranno gelosamente con sé?

4 Commenti

Commenta la notizia:
  • Hanno fatto bene

  • Era ora

  • Ottima decisione

  • Mi fa piacere che in nome della sicurezza la cosa sia arrivata anche su Alitalia dopo le scelte analoghe di altre compagnie aeree più competitive e con maggiori quote di mercato al momento. Se lo avessi io, e tengo a precisare che cambiare il nome non c'entra niente quindi l'apparenza non conta più della sostanza perché se cambi nome ed il telefono esplode lo stesso, sai che te ne fai del cambio di nome, penso che nelle concessioni stabilite dalla casa, lo restituirei, questo non tanto per paura di farmi male, ma per paura di produrre danni ad altre persone o cose. Io penso che il dovere morale prima che economico di Samsung sia quello di risolvere il problema e non cambiare nome alla gamma. Forse conta anche l'apparenza ma se cambi l'apparenza e la sostanza resta, cioè il phablet lo chiami Oten, che è il contrario di Note, ma poi esplode lo stesso, allora è inutile. I libri che non piacciono, se cambi la copertina, restano sempre con lo stesso testo interno. Purtroppo andiamo verso una società che già da un paio di decenni è immorale e priva di valori e rispettosa solo della propria superficialità. La migliore risposta che l'azienda potrebbe dare sarebbe quella di far capire ai suoi clienti, che hanno fiducia nei suoi prodotti, che i suoi prodotti sono ancora affidabili, è affidabile quel prodotto, non il suo nome ma nel mondo degli smartphone, la superficialità degli acquirenti è quella tassa che Bruno de Finetti definiva sul popolo e che non sto qui a ripetere, sulla quale però fanno leva le aziende per vendere solo in base alla forma e trascurando la sostanza

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK