Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
2 min per leggere 1 Condivisione Nessun commento

Samsung e Pelizzoli collaborano per creare una Smartbike

Vi ricordate Stadtheld, la bicicletta intelligente di Sony, che grazie al nuovo Xperia Z2 e allo Smartband registra tutte le nostre attività? Bene, sembrerebbe che anche la Samsung sia interessata ad entrare nel mercato delle smartbike, ma non lo farà da sola, bensì con la collaborazione del famoso artigiano Giovanni Pelizzoli tramite la Samsung Maestros Academy.

smartbike
© Samsung Maestros Academy

Le biciclette stanno diventando un mezzo di trasporto sempre più utilizzato, soprattutto nelle grandi città, un po' per evitare il traffico e un po' per avere la sensazione di rimanere sempre in forma. Le smartbike sembrerebbero quindi il prodotto del futuro, per questo sempre più produttori di smartphone si stanno lanciando in progetti simili. Poter collegare il proprio smartphone alla bici non servirebbe solamente a registrare la nostra attività fisica o i nostri percorsi durante la giornata, ma a garantirci una maggiore sicurezza in strada.

Il progetto della Smartbike Samsung arriva direttamente dalla Samsung Maestros Academy, un programma dedicato alla formazione di artigiani italiani specializzati nel Made in Italy. Tra i vari corsi offerti dai grandi maestri dei diversi settori dell'artigianato Italiano, troviamo quello tenuto proprio da Giovanni Pelizzoli. Proprio da questo corse sarebbe nata l'idea per una bicicletta intelligente.

L'idea è quella di offrire una bicic dal design elegante e sofisticato, è proprio qui che entra in gioco Pelizzoli, già famoso produttore di telai artigianali di biciclette. Ma non è tutto, questa smartbike sarà dotata di sensori di sicurezza e videocamera posteriore per tenerci sempre all'erta sugli eventuali pericoli alle nostre spalle, il tutto comodamente connesso al nostro smartphone Samsung, posizionato sul manubrio. 

Link al video

Naturalmente si tratta per il momento di un progetto, il design finale e le funzioni potrebbero cambiare durante la fase di sviluppo, ma ci aspettiamo grandi cose dalla collaborazione di una brand così importante con un artigiano italiano di tale maestria. 

Voi cosa ne pensate? 

1 Condivisione

Nessun commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK