Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
LV1A2414
© AndroidPIT

Telefoniamo sempre meno, mandiamo sempre meno SMS, in compenso siamo spesso connessi ai social network e usiamo WhatsApp, Facebook e Skype per comunicare con i nostri contatti. Con questo tipo di uso non c'è da sorprendersi se usiamo sempre più dati: 1 gigabyte, 2 gigabyte... 5 gigabyte al mese? Neanche per sogno, secondo quanto riporta l'operatore tedesco o2, 200 megabyte bastano e avanzano.

Non sono certo pochi quelli che pagherebbero volentieri qualcosa in più per poter finalmente usare il proprio smartphone davvero senza limiti: niente soglie di traffico dopo le quali si paga a consumo, né limiti che se oltrepassati ti rispediscono ai tempi del GPRS e dei minuti di attesa per l'invio di un'email. Eppure secondo uno studio di tns-infratest, in media gli utenti mobili usano 196 MB al mese.

Se scoprire che l'utente medio usa meno di 200 MB al mese può sorprendere, fa ancora più effetto sapere che la metà degli utenti hanno invece l'abitudine di essere sempre connesso. Insomma, se la media è di 196 MB e considerato che gli always-on sono più o meno la metà degli utenti, possiamo concludere che sono moltissimi quelli che consumano una cifra di molto inferiore ai 200 MB/mese.

Se ci pensiamo bene però questi numeri non sono poi così assurdi. Non sono certo pochi quelli che utilizzano il proprio smartphone preferibilmente connessi al WiFi invece che al 3G. Un po' per evitare costi inutili, un po' perché la connessione 3G non sempre è impeccabile in quanto a prestazioni, ci si connette dalla rete di casa (73%) o dal WiFi sul posto di lavoro (38%), mentre la connessione mobile è riservata a quando siamo in giro e si ha bisogno di un'informazione al volo o durante i (noiosi) spostamenti sui mezzi pubblici.

I numeri, dell'anno scorso, si riferiscono agli utenti tedeschi. E voi quanti dati usate al mese e quando usate una connessione 3G?

 

Qual è la quantità di dati che consumi in un mese?

Nessun commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK