Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

OPINION 5 min per leggere Nessun commento

Se Black Mirror: Bandersnatch è il futuro di Netflix, mi tiro fuori

Ciò che Charlie Brooker e Netflix hanno ottenuto con questo spettacolo interattivo a scelta multipla è un risultato tecnico impressionante, ma ho trovato l'intera esperienza frustrante. Se questo genere di show interattivi dovesse rappresentare il futuro dello streaming, io mi tiro fuori.

Spoiler Alert: questo articolo contiene possibili spoiler sulla trama di Black Mirror: Bandersnatch

Prima di entrare in qualsiasi analisi critica e soggettiva intorno a Bandersnatch, voglio chiarire un paio di cose. Sono nato nel 1986 e sono troppo giovane perché il fattore nostalgia pesi troppo sulla mia esperienza (Bandersnatch si svolge nel 1984), ma non abbastanza grande perché il tutto sembri un dramma d'epoca. Ci sono un sacco di sorprese e sottili cenni agli anni '80, alcuni dei quali mi sono piaciuti, mentre altri no.

Sono, tuttavia, un grande fan della serie Black Mirror, e un ammiratore del lavoro di Charlie Brooker in generale, tornando nel 2005 a Nathan Barley, uno spettacolo che è stato scritto come satira ma che ora sembra più un documentario a muro.

bm1
Black Mirror si è occupato di argomenti tecnici come i social media. / © Netflix

Ero entusiasta di vedere l'ultima puntata di Black Mirror. Ho sempre trovato che l'approccio alla nuova tecnologia della serie fosse molto intelligente. Posizionarsi abbastanza lontano nel futuro con la fantascienza, ma con i pericoli e le conseguenze che già oggi possiamo vedere e toccare. Il risultato è sempre stato un tono scuro che ti fa sentire come se i mondi raffigurati potessero essere il nostro mondo di domani. Le osservazioni sulla società moderna e sul modo in cui usiamo la tecnologia sono sempre perfetti. Brooker ha un ottimo modo di vedere il peggio della gente, e mi piace.

Bandersnatch, diretto da David Slade, è profondo e ben pensato. Infatti, c'è un finale super segreto dove il protagonista Stefan suona un nastro sull'autobus che non faceva parte della selezione originale. Il nastro riproduce un suono strano che, quando viene eseguito attraverso un computer ZX Spectrum, produce un codice QR. Il codice conduce ad un sito web, dove è possibile scaricare gratuitamente una copia giocabile di Nohzdyve, il gioco a cui lo sviluppatore Colin Ritman sta lavorando nello show.

black mirror bandersnatch 5
Poulter interpreta Colin Ritman in Black Mirror: Bandersnatch. / © Netflix (screenshot)

Quasi tutto questo, tuttavia, farà passare la voglia di guardarlo alla maggior parte degli spettatori, ed è un po' la fonte della mia frustrazione per il progetto. La mia prima esperienza di visione è iniziata con un'eccitazione vertiginosa. La prima volta che ho dovuto prendere una decisione e ho visto la meccanica di scelta ho pensato "wow, non mi aspettavo che fosse così".

Ma la novità svanisce presto e il tutto diventa un po' stressante. C'è una falsa libertà dove le scelte "sbagliate" ti portano a rivedere le scene precedenti, il che va bene. Ma dopo aver finito il mio percorso attraverso la storia e ottenuto la mia fine, mi sono sentito molto insoddisfatto.

Lo show svolge un ottimo lavoro nel cercare di mostrarvi i contenuti che avete perso in modo significativo, permettendovi di tornare a certi momenti della storia per prendere un'altra strada. Tuttavia, il tutto diventa un'esperienza stressante e distraente. La mia scena preferita è stata una bizzarra sequenza di combattimento che si svolge verso la fine, una scena completamente fuori contesto.

Il problema è che, per me, la televisione è tutta una questione di evasione. Non importa quanto sia oscuro o emotivamente drenante uno spettacolo, voglio rilassarmi e non impegnarmi durante lo show.

Il mio collega Nicholas mi ha poi parlato di un indizio che potrebbe essere la risposta a questo problema. All'inizio dell'episodio, la prima cosa che sentite è una battuta del brano di Frankie Goes To Hollywood, Relax. La canzone dice: "Rilassati, non farlo". È un indizio su come si dovrebbe davvero guardare lo spettacolo? Lasciando il telecomando sul tavolo e permettere allo show di decidere da solo? Vi dirò la verità, in questo modo è possibile raggiungere un finale soddisfacente.

black mirror bandersnatch 1
Fionn Whitehead nel ruolo di Stefan Butler nello show. / © Netflix (screenshot)

Non è una sorpresa vedere Netflix che sperimenta nuovi tipi di contenuti. Gli esperti del settore stanno pensando da secoli che la piattaforma abbia addirittura già raggiunto il suo apice. Circa il 45% delle famiglie statunitensi è abbonata a Netflix e la crescita sta diventando sempre più difficile. Il costo di acquisizione per cliente della società è di circa 170 dollari, il che significa che a 10,99 euro al mese, Netflix impiega 16 mesi per andare a pareggio. Vedendola in questo modo, Netflix sta perdendo parecchi soldi.

Naturalmente c'è ancora spazio per crescere al di fuori degli Stati Uniti, ma Netflix ha bisogno di qualcosa di nuovo se vuole giustificare la sua alta valutazione. Una svolta con un nuovo formato di contenuti sarebbe di grande aiuto.

Una delle ragioni principali per cui Netflix potrebbe essere interessata ad investire in questo nuovo formato è che i film interattivi sono difficili da piratare. Dopo tutto, se la storia è in grado di andare in diverse direzioni, i metodi classici di pirateria non funzionano. The Walking Dead è stato il programma televisivo più piratato del 2018, nonostante il fatto che tutte e otto le stagioni negli USA si possono guardare solo su Netflix. È chiaro che il pubblico pagherà per i contenuti solo quando sarà obbligato farlo.

black mirror bandersnatch 4
Asim Chaudhry interpreta Mohan Thakur, il boss di Tuckersoft (a sinistra). / © Netflix (screenshot)

Per quanto riguarda Bandersnatch, non sono tornato a rivedere l'episodio utilizzando l'approccio "senza mani" di cui sopra, ma se la canzone fosse davvero un suggerimento, allora la mia argomentazione riguardo al fatto che questa non è un'esperienza di visione rilassante è solo rafforzata. Se questa forma di televisione interattiva è l'inizio del futuro dell'intrattenimento, allora sospetto che dividerà le generazioni.

Forse gli spettatori più giovani la abbracceranno e si impegneranno ad amarla, ma la mia generazione probabilmente non sarà d'accordo.

E voi, come avete interpretato il primo tentativo di show interattivo di Netflix?

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica