Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
3 min per leggere 4 Condivisioni Nessun commento

Quanto sicuri sono i servizi di Cloud?

Negli ultimi anni abbiamo visto un cambiamento profondo nel modo in cui conserviamo i nostri dati. Se qualche tempo fa era sufficiente salvarli sul PC, e più tardi sullo smartphone, oggi non è più così! Sia al lavoro che a casa, tutti i nostri documenti devono essere recuperabili online in ogni momento. Ma è davvero così sicuro conservare i nostri file in internet? Come bisogna gestire i file con informazioni sensibili? Ecco qualche consiglio utile a riguardo!

AndroidPIT Cloud
© Stokette / Shutterstock 

Il trabocchetto legale della non garanzia

In effetti per preservare i propri interessi, nessun fornitore di servizi cloud garantisce che i nostri file siano al sicuro al 100% o che non siano accessibili in ogni momento. Per autotutelarsi, le aziende del settore, hanno infatti deciso di inserire questa clausola nei contratti dei servizi, ma, come al solito, quasi nessuno di noi si mette a leggere tutto quel testo scritto in caratteri piccolissimi.

Chi può davvero accedere ai miei file?

Una domanda affiorata negli ultimi anni, e molto scomoda per le autorità dei paesi più importanti. Da Wikileaks in poi si è confermato quello che si temeva da molto tempo, ovvero che i nostri dati venissero spiati a nostra insaputa da organizzazioni internazionali come l'NSA, l’FBI, o la casalinga AISE. Negli ultimi mesi l’Unione Europea sta pensando perfino di creare una propria rete internet, però, se così fosse, in futuro ci troveremo davanti agli stessi dubbi di oggi.

encryption nsa greenwald
© Arcady/Shutterstock/AndroidPIT

Che succede se cancellate il vostro conto?

La risposta cambia da servizio a servizio, però in linea di massima i vostri dati saranno disponibili per un breve periodo dopo l'annullamento del conto, per darvi il tempo di recuperarli e salvarli altrove.

Però la domanda resta: c’è un’alternativa?

Non andate nel panico! Come sempre AndroidPIT trova sempre una via d'uscita. Alla fine il vero nocciolo della questione è che tutto ciò che si trova in internet può essere vittima di intrusioni con conseguenze devastanti. Per questo valgono ancora oggi i saggi principi delle copie di sicurezza: effettuate un backup di tutto quello che ritenete importante sul maggior numero di supporti possibili.

1285767 38952161
© stock.exchng

Senza esagerare, certamente, è logico fare una selezione delle informazione sensibili che ritenete utili, come l’archivio di tutti i nostri lavori, ovvero tutto ciò che non potremo trovare in altre fonti (quindi dimenticate musica, film o libri che sapete che potrete scaricare nuovamente). Inoltre, è consigliabile fare delle copie su Hard Disk fisici, o anche DVD (si, come facevano gli antici).

E come faccio a rendere più sicuri i file che carico in rete?

Possiamo criptarli, ovvero chiuderli con una “chiave” di sicurezza virtuale rendendone molto difficile l’apertura. Tra le applicazioni più popolari a questo scopo, vi consigliamo SSE - Universal Encryption App oppure Encryption Manager Lite, che utilizzano codici cifrati di 256 bit:

SSE - Universal Encryption App Install on Google Play

 

Encryption Manager Lite Install on Google Play

Molto funzionale anche Sophos Mobile Encryption, perché permette l’accesso a tutti i servizi cloud più popolari dandoci la possibilità di aggiungere una password a nostra scelta:

Sophos Secure Workspace Install on Google Play

Conclusioni

Come vedete esistono dei metodi alternativi per salvare i nostri file o per renderli più sicuri, molti dei quali sono dei classici, bisogna solo ricordarsi di fare queste procedure con regolarità. Prevenire è sempre meglio di curare, lo sanno tutti!

Nessun commento

Commenta la notizia:
4 Condivisioni

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK