Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
5 min per leggere 1 Commento

Smart Tv Android: il futuro della televisione

Le Smart TV sembrano essere un'idea interessante sia per i consumatori sia per i produttori di hardware, ma mai abbastanza per avere davvero successo. Il concetto è apparentemente semplice: creare una TV che si integri con Internet Web 2.0, consentendo ai consumatori di accedere facilmente a contenuti, reti sociali un po' come succede con smarthpone e tablet. L'idea è ottima, la tecnologia c'è e sempre più persone possiedono un TV HD. Allora perché le Smart Tv non sono ancora decollate?

Un compito difficile

Non è facile creare un Smart TV e se qualcuno avesse dei dubbi in proposito, basti pensare che colossi come Google, Apple e Samsung ci hanno già provato, ma senza riscuotere il successo sperato. La Mela morsicata per esempio ci ha provato con la Apple TV. Uscita in una prima versione nel 2006, poi nel 2010 e infine quest'anno, la Apple TV è un hub in grado di riprodurre contenuti da iPod, iPhone o qualsiasi altro prodotto di Apple. Non male, vero? Beh, nonostante il prezzo abbordabile (circa 100 dollari) non è stato apprezzato da molti utenti.

Per la sua Google TV, di cui è stata fatta una prima versione nel 2006, BigG ebbe anche il supporto di Intel, Sony e Logitech. Il prodotto di Google, attraverso l'uso di Android e Chrome, non era altro che un hub interattivo che poteva anche far girare determinate app e dispositivi. Anche questa una grande idea... che ha riscosso lo stesso scarso successo di quella Apple. E lo stesso destino poi sembra essere anche del Nexus Q, di cui sono già state sospese le vendite.

Samsung, produttore di TV già da tempo, ha scelto invece un altro approccio. Invece di creare un dispositivo smart da aggiungere al televisore, ha cercato di rendere smart le sue TV integrando funzionalità extra nei televisori tradizionali. Immagina una versione 40 pollici dell'interfaccia Touchwiz sul tuo televisore. Non sembra affatto male e il prezzo non è molto più alto di quello di una TV normale.

Il momento ideale per le smart TV

Oggi, sempre più persone acquistano uno smartphone e hanno familiarità con Android e iOS, usano i loro telefoni e i loro tablet per l'accesso ai social network e consumare contenuti. Lo fanno mentre vanno al lavoro in treno, mentre aspettano l'autobus o in attesa di una paortata al ristorante. Il tutto è facilmente accessibile tramite una interfaccia utente con cui si ha familiarità, allora perché non usare la stessa cosa sulla TV di casa?

I nuovi televisori intelligenti

Sia Apple TV e Google TV sono in vendita a prezzi molto convenienti, tuttavia la maggior parte delle persone non sono interessate a spendere 100 euro per un accessorio supplementare che è necessario connettere a un televisore. Un accessorio che oltretutto fa sembrare tutto più difficile. Se invece le funzioni smart fossero incluse fin dall'inizio...

I televisori Samsung sono tra i migliori sul mercato e se fosse possibile acquistare una TV HD da 40" che ha integrate le funzioni offerte da Apple TV o Google TV la storia potrebbe cambiare. Soprattutto perché Samsung è già adesso uno dei maggiori produttori di televisori e se riuscisse mettere in vendita questo nuovo tipo di TV senza alzare eccessivamente i prezzi molti consumatori potrebbero effettivamente comprarli, sia che avessero in mente di acquistare una smart TV oppure no. Bene, questo è esattamente quello che stanno cercando di fare. Infatti, al pari di Lg, Samsung già collabora con Google per la produzione di televisori basati su Android.

Immaginate la tipica domenica pomeriggio piovosa. Ci si siede sul divano, si prende il nostro smartphone e tramite i comandi vocali si cerca un film o un programma tv da vedere on-demand tramite il proprio servizio di streaming preferito. E se mentre siamo ancora seduti sul divano quello che vediamo in TV ci piace, perché non fare direttamente un "Mi piace" su Facebook dalla TV? O twittare un commento ai propri followers? E se il programma ci prende, ma dobbiamo uscire per l'aperitivo, magari sarà possibile anche dire al nostro smartphone "Registra" per rivedercelo con calma quando torniamo. Potremmo anche vivere senza tutte queste funnzioni, ma se il prezzo del televisore è lo stesso, perché farne a meno?

Il futuro della televisione

Finora le smart TV e i dispositivi simili non ha avuto un gran successo, ma oggi le interfacce di smartphone e tablet, facili e sempre più diffuse, potrebbero consentire a molte più persone di avvicinarsi a dispositivi "intelligenti", dotati di un sistema operativo per compiere operazioni complesse, ma con semplicità.

Forse ci vorrà ancora qualche anno o forse tra pochi mesi molti dei nostri amici avranno in salotto una smart TV. Dipenderà anche da quando servizi di streaming di contenuti come Google Play o Netflix arriveranno nel nostro paese, ma ci sono pochi dubbi sul fatto che i televisori che avremo in casa saranno molto diversi da quelli attuali.

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK