Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

5 min per leggere 1 Commento

Smartphone: causa di litigi e notti insonni tra gli italiani

Deloitte ha condotto una ricerca, Global Mobile Consumer Survey 2016, che vede coinvolti 31 Paesi al mondo. La ricerca analizza il comportamento degli utenti connessi a smartphone e tablet. Dal report emerge come quelli italiani primeggino sugli altri, ma non sempre in positivo.

Dettagli sulla ricerca

La Global Mobile Survey 2016 è stata condotta nella seconda metà del 2016 in 31 Paesi appartenenti a 6 diversi continenti. Le interviste, per un totale di 49,500, sono state sottoposte online attraverso dei questionari contenenti 60 domande specifiche legate al mondo mobile. Gli argomenti principali oggetto del sondaggio sono stati:

  • Impatto dell'utilizzo dello smartphone nella vita privata e professionale.
  • Scelta tra app e siti tradizionali.
  • Soddisfazione verso il proprio smartphone.
  • Confronto tra gli operatori di telefonia mobile.
  • Propensione al'utilizzo di rete WIFI o connessione dati.

Sono 2000 gli italiani intervistati con età compresa tra i 18 ed i 75 anni.

Notti insonni e litigi causati dagli smartphone

Tra moglie e marito non mettere... lo smartphone! Secondo il report di Deloitte l'Italia è il Paese europeo in cui è lo smartphone a scaturire più litigi tra partner, figli e genitori.

Il 27% delle coppie italiane litiga almeno una volta al mese a causa del telefonino

Il 27% delle coppie nostrane litiga almeno una volta al mese a causa del telefonino che riesce a catturare sempre più attenzioni. Messaggi notturni, sbirciate ai profili Facebook ed email misteriose mettono in bilico i rapporti (almeno per qualche ora), soprattutto al Sud e nelle isole (21% rispetto al 17% del centro e al 135 del Nord).

Deloitte survey 1
Lo smartphone crea scompiglio in casa! / © Deloitte

Sembra che gli utenti italiani siano particolarmente interessati al cosidetto gossip da smartphone ma a tenerli attaccati al proprio dispositivo sono anche le scommesse online (2%), le app per trovare l'anima gemella (3%) ed i giochi di realtà virtuale (13%) come Pokémon Go, ad esempio. Ma non sono solo i partner più gelosi e bisognosi di attenzione a lamentare questo atteggiamento: il 27% dei figli accusa i genitori di essere sempre attaccati al proprio cellulare.

deloitte 2
Il gossip da smartphone sta prendendo piede, ma non è l'unica novità! / © Deloitte

E se non è la ricerca dell'amore o il puro divertimento è il lavoro a minare la vita privata a causa del telefono aziendale che ci tiene in costante contatto con il lavoro. Pensate che dal report è emerso che i businessman durante il giorno controllano più di 200 volte il proprio smartphone, si addormentano con il telefonino in mano (80%) e se si svegliano nel mezzo della notte, rispondono alle email ricevute.

Il 37% degli italiani intervistati non riesce a resistere all'impulso di controllare lo smartphone durante la notte

Anche chi non scala la vetta del successo non rinuncia a  controllare email (9%) nel bel mezzo della notte. E tra una ronfata e l'altra, perché non dare un'occhiata ai messaggi WhatsApp (15%) e all'ora (20%)? Il 37% degli italiani intervistati non riesce a resistere all'impulso di controllare lo smartphone durante la notte... se vi svegliate stanchi e per niente riposati sapete il perché!  Se vi può consolare è la Polonia il Paese più sonnambulo (53%) seguito dalla Francia (41%).

deloitte4 4
È la Polonia il Paese più nottambulo! / © Deloitte

Ma non solo...

Tra i risultati emersi dalla ricerca è interessante notare come il 52% degi italiani preferisca utilizzare la rete mobile rispetto a quella WIFI andando così controtendenza. Alla base di questa tendenza sembra vi sono tre motivi in particolare: scarsa disponibilità di reti WIFI pubbliche, la velocità della rete mobile, la voglia di condividere subito i contenuti (video in primis) e la diffusione degli indossabili.

Il 16% degli intervistati possiede un wereable ed il 23% si dichiara disposto ad acquistarne uno nell'arco dei prossimi 12 mesi

Gli italiani, oltre ad avere un certo interesse per smartband e smartwatch, affermano di essere molto soddisfatti del proprio smartphone (69%). Lo stesso discorso non vale invece per gli operatori che sembrano non riuscire a soddisfare le esigenze dei propri clienti, un'insoddisfazione che non riguarda solo gli utenti italiani ma anche quelli degli altri Paesi europei che hanno preso parte alla ricerca.

In ultima analisi è interessante vedere come a seconda dello smartphone posseduto, e dell'attività che si intende svolgere, siti web ed applicazioni se la giochino alla pari. Tra i motivi che spingono gli utenti a preferire i siti web alle app, soprattutto per attività come leggere le news e prenotare le proprie vacanze, è l'inutilità delle app disponibili e la paura di occupare memoria. Per lo shopping online siti ed app se la giocano al 50 e 50.

Conclusione

Probabilmente non tutti vi ritroverete nel quadretto venuto fuori dal sondaggio. È tuttavia intressante vedere come lo smartphone si sia insinuato nelle nostre vite e riesca, oltre che a migliorare la nostra quotidianità in alcuni aspetti, anche a creare un po' di scompiglio nei rapporti. Che siano in famiglia o di lavoro.

E poi c'è un altro chiaro messaggio che emerge: in Italia le reti WIFI pubbliche, rispetto ad altri Paesi europei, non sono ancora così diffuse e gli operatori non sempre riescono a colmare questa mancanza.

Vi ritrovate anche voi a litigare con il vostro partner a causa del telefono? Cosa vorreste chiedere al vostro operatore telefonico?

Fonte: Deloitte

10 Condivisioni

1 Commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Ciao Jessica, mi sembra che la ricerca della Deloitte faccia un'esatta fotografia della situazione.
    Personalmente non sopporto quelle persone che, magari al ristorante con amici o, addirittura, il partner, passano tutto il tempo con il telefono in mano; e non per rispondere a chiamate o messaggi, cosa già poco educata, ma anche e soprattutto per ficcare il naso in qualche gossip. L'altra sera in un tavolo vicino in pizzeria sono arrivate 2 coppiette giovani e, praticamente, hanno passato la serata ognuno con il proprio cellulare in mano.
    Ai vari gestori chiederei di utilizzare meno furbizie per ingrassare le fatture. È qui gli esempi sarebbero talmente tanti ed importanti che l'argomento meriterebbe un'articolo/indagine ad hoc.

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più