Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
8 min per leggere 2 Condivisioni 5 Commenti

No, l'iPhone non è stato il primo smartphone della storia

Era il primo mese dell’anno, un 2007 scatenato, l’economia andava col vento in poppa e quasi tutti i giorni c’era un’innovazione. Alla fine del mese però, qualcosa cambiò radicalmente l’aspetto e l’esperienza della tecnologia mobile. L’iPhone, l’originale, il primo, uno smartphone che li trasformò tutti.  Ma prima come erano?

Non è cambiato niente dal 2007

Se mettessimo in fila tutti i telefonini della storia in una serie stratigrafica, si potrebbe vedere perfettamente il momento preciso all’inizio del 2007 quando la forma del telefono mobile cambiò per sempre. In quel mese di gennaio furono presentati due dispositivi molto simili.

Il primo fu presentato da Steve Jobs grazie al famoso “golden path”. La Apple stava sviluppando questo device già dal 2004 con circa 1000 persone a lui dedicate e non fu messo in vendita in Europa fino al 29 giugno di quello stesso anno. Il secondo fu presentato il 18 gennaio, l’LG (KE 850) Prada, anche se il design era trapelato quasi due mesi prima, a dicembre del 2006, ottenendo il IF Design Award 2007 dopo essersi candidato nel settembre 2006. Naturalmente ci furono controversie a riguardo: quale dei due è stato il primo a sfoggiare questo design? LG ha anche citato in giudizio Apple sulla questione.

Gli smartphone del 2007 non sono poi così diversi da quelli di oggi

Da quel momento in poi tutti gli smartphone si sono somigliati tantissimo. Un grande touch screen coperto da un cristallo con i tasti del volume sul lato e in alcuni casi un tasto sotto lo schermo. Qui sotto trovate un buon assortimento dei migliori smartphone del 2017. Non vi sembrano uguali?

AndroidPIT BEST SMARTPHONES 2017 2717
I top di gamma di quest’anno.. / © AndroidPIT
Opinion by Luis Ortega
Gli smartphone di oggi si differenziano solo nei dettagli, il concetto è lo stesso da 10 anni
Cosa ne pensi?
50
50
60 votanti

Quindi... c’erano smartphone prima del iPhone?

Un anno prima dell’anno zero

Nel 2006 il mondo degli smartphone era governato dai telefoni più diversi, imperavano i connettori mini USB, alcuni con cavi ed adattatori esterni per connettersi a computer o a semplici auricolari, non c’erano molti touchscreen e modelli come il BlackBerry, con la tastiera completa,  la facevano da padrone. Mi riferisco a device come il BlackBerry Pearl 8100, il Motorola Q o Palm Treo 680.

Dall’altro estremo c’era Nokia che con il grande N93 trasformò il telefonino in una specie di videocamera. Nokia è sempre stata un punto di riferimento per la qualità e per l’innovazione ma non è riuscita a vedere cosa stava per succedere.

Ce n’era anche qualcuno che usciva dalla norma, tipo il HTC TyTN che somigliava molto agli smartphone di seconda generazione. Aveva il touchscreen, alcuni tasti sotto lo schermo, WIFI, 3G, uno schermo di 2,8 pollici, risoluzione di 240x320 pixel, una tastiera completa pieghevole e girava Windows Mobile. Certo, nessuno è perfetto, però almeno col WIFI e il 3G oggi potrebbe sopravvivere.

Un altro simile era il T-Mobile Sidekick 3 con il suo Danger OS, e il suo cloud foto e app. Andavamo nella direzione giusta. Ma alla fine Microsoft comprò l’azienda e tutto finì, come è successo a Nokia.

La cosa più strana è che tutti questi device del 2006 avevano tanti tasti fisici, ed era normale. Ma aspettate un momento. A nessuno era venuto in mente di usare una tastiera virtuale? Sì, l’idea era in giro da parecchio tempo, ma la verità era che gli schermi in quel momento non andavano molto d’accordo con le dita. Gli unici che rispondevano bene erano gli schermi capacitivi, che però in quel periodo erano ancora un articolo di lusso che i produttori non potevano permettersi. Quasi tutti si aiutavano con un pennino alla maniera della PDA.

Opinion by Luis Ortega
La tastiera fisica è comoda, il problema è che non si usa sempre e occupa una marea di spazio
Cosa ne pensi?
50
50
57 votanti

Il merito dell’iPhone può essere per molti versi discutibile però quello che è chiaro è che ha raccolto molte tecnologie a cui, fino a quel momento, non si era fatta molta attenzione. Le ha messe insieme molto sapientemente e le ha offerte agli utenti per evitare loro tanti rompicapi.

AndroidPIT retro smartphones 6532
Tutto il giorno con il pennino.  / © AndroidPIT

Gli smartphone c’erano già prima dell’iPhone. Ma da dove sono nati?

Un'evoluzione con i piedi di piombo

Gli smartphone prima del 2007 non erano come quelli che ci sono ora, però già potevano fare tante cose. Prima di tutto già da tempo i telefonini avevano la fotocamera. La maggior parte dei telefoni già tra il 2003 e il 2007 si poteva connettere ad internet, alcuni tramite la rete mobile, altri con il WIFI.

In più c’erano decine di siti dove trovare applicazioni. Il problema era che, all’epoca, non tutte le app erano compatibili con la maggior parte dei telefoni, di solito erano dedicate alla fascia alta e potevano smettere di essere compatibili con le versioni precedenti del sistema operativo. Inoltre ogni produttore aveva il proprio di sistema operativo che cambiava spesso e gli aggiornamenti non erano come quelli di adesso. Quasi ogni modello aveva la sua versione, la frammentazione che ha Android ora era solo un sogno.

AndroidPIT retro smartphones 6463
Alcuni smartphone particolari nel loro genere. / © AndroidPIT

Nei primi anni del 2000 abbiamo visto molti dispositivi intelligenti che avevano anche forme diverse da quelle a cui siamo abituati.

I primi smartphone del millennio

Nel 2004 Nokia presentò il Nokia 7710, il primo smartphone con sistema operativo Simbian OS v7.0 Serie 90. Aveva WIFI, touchscreen, fotocamera, una stilo (la penna per il touchscreen) e inoltre supportava Adobe Flash Player, cosa che né Android né iOS possono vantare. Era un device molto intelligente per l’epoca, molto pratico, ma aveva un grande inconveniente: il suo design si scontrava in pieno sia con quello tradizionale Nokia, che con l’idea di telefono che avevano gli utenti di telefono (anni luce lontana da quella attuale).

AndroidPIT retro smartphones 6524
Nokia 7710 con fotocamera e tutto il resto a bordo. / © AndroidPIT

Anche questo device segnò un prima e un dopo, ma il brand non lo ha proposto nel modo giusto e finì per affogare nei pregiudizi degli utenti. Il nostro caporedattore Shu On Kwok, è un fortunato possessore di uno di questi telefoni, solo per darvi un’idea di quanto buono fosse al tempo.

Nello stesso anno uscì anche il Sony Ericsson P910. Da questa alleanza di case produttrici di telefoni, nasce questo esemplare dal quale si può staccare la tastiera pieghevole. Offriva anche un riconoscimento di scrittura a mano libera e permetteva di controllare il televisore Sony a distanza grazie ad una porta ad infrarossi.

Un anno prima, nel 2003, Nokia portò sul mercato la prima console portatile che fungeva anche da telefono: Nokia N-GAGE. Questo design era già presente fra i modelli di questa casa ma solo con questo device, e con il seguente N-GAGE QD, arrivò alla maturità.

AndroidPIT retro smartphones 6569
Il mio primo Nokia N-GAGE comprato in contanti al prezzo scontato di 120 euro, anche se il prezzo di listino era di quasi 300 euro (ringrazio Juanbe per il consiglio). / © AndroidPIT

Non aveva il touch screen, però col pad per le direzioni ed il tastierino numerico risultava abbastanza produttivo. C’era tutto: radio, musica MP3, applicazioni java, video, porta per mini jack, mini USB, scheda per la memoria e giochi. Mentre i miei compagni di classe portavano con loro un lettore MP3, un telefono ed un GameBoy, io avevo solo il N-GAGE. La sua unica pecca era la batteria, durava solo un giorno. Ora è nella norma ma nel 2003 la batteria di un telefono durava una settimana. Ah, quasi dimenticavo! Per parlare al telefono dovevo afferrarlo di lato, ma vi dirò che risultava comodo.

Anche se io non sono un referente ai livelli di Shu, vi dirò che ho continuato ad usare questo telefonino fino al 2008. Era tutto ciò di cui avevo bisogno e credo sia stata una delle punte più alte della tecnologia in quel momento, nonostante il suo aspetto.

AndroidPIT retro smartphones 6484
Mille ore a giocare ad Asphalt... la prima versione. / © AndroidPIT

Nel 2003 Palm (comprata da HP nel 2010) arrivava al suo apice con Palm Treo 600, una linea che aveva iniziato nel 2001 basata sul sistema operativo Palm OS. Questo produttore fece fare il salto dalla PDA allo smartphone con tastiera completa, l’obiettivo era poter scrivere una buona email. Il device era abbastanza completo però aveva un corpo "importante" e una notevole antenna.

Nel 2002 il famoso produttore canadese lanciava sul mercato il BlackBerry 5810, il primo device con tecnologia GSM/GPRS, che trasformava anche questa PDA in un telefono mobile, anche se per usarlo servivano gli auricolari.

I migliori telefoni del XX secolo

Anche prima della fine del secolo ci sono stati alcuni smartphone. Può essere che non fossero così veloci come quelli del XXI secolo, ma sicuramente non si riducevano solo a chiamate e Snake. Alcuni buoni esempi sono l’Ericsson R380 (2000), il Nokia Connect 9110 (1998) e l’Ericsson GS88 (1998). Questi ultimi due erano più o meno dei mini computer portatili, trasformati in telefonini.

Il primo smartphone della storia, però, con il tuoch screen apparve nel 1994 per mano di IBM e costruito da Mitsubishi Electric: IBM Simon. Una enorme scatola nera con un touchscreen che reagiva solo ai tocchi della sua stilo, ma comunque per anni il più avanzato.

Ovviamente mi sono perso per strada tanti smartphone precedenti al 2007. Ora è arrivato il vostro turno. Qual’è stato il vostro primo smartphone? Raccontateci la sua storia.

2 Condivisioni

5 Commenti

Commenta la notizia:
  • Il 7710 l'ho avuto anche io, quanti bei ricordi, è stato il mio primo smartphone, con quella pennina che dopo un po cominciava ad andare lenta e cadeva, ne avrò comprate una decina.

  • Dommy Dsd 1 settimana fa Link al commento

    Per la verità, non per contraddire nessuno ma solo per la precisione, il primo esempio di tecnologia capacitiva risale al 1973 quando un progetto del CERN che faceva capo a Bent Stumpe e Frank Beck permise di implementare una tecnologia touch su una sorta di tablet. Inoltre il primo brevetto per uno schermo touch è stato rilasciato nel 1969 pur essendo stato richiesto ben 4 anni prima. Insomma, se vogliamo avere una similarità tra touch e smartphone, e non vogliamo il concetto di touchphone, allora possiamo dire che gli smartphone sono invenzione di quando Steve Jobs era Steve Jobs ma non era ancora famoso per esserlo. Lui ha avuto il merito di capire l'applicazione delle potenzialità di questa tecnologia su larga scala e di ammortizzarne i costi

  • In realtà l'azienda precursore assoluta degli smartphone è stata Eten (dominatrice del mercato cinese coi primi palmari da ristorante e aziendali), poi acquisita dalla solita azienda spazzatura Acer, che l'ha dismessa (vi dice nulla l'Acer F900?). una morte ingloriosa per un'azienda che produsse diversi dispositivi win mobile molto interessanti, che contrastavano il dominio symbian del tempo (i vari glofiish x500, m700 e così via).
    Ma se parliamo di funzionalità "media" su dispositivi vetusti, penso che i vari Sony J5, J6, J7... siano stati assolutamente all'avanguardia, sino ad arrivare all'imbattibile, per il tempo, P800.

  • ...il mio "primo" è stato il Sony Ericsson P800...a memoria nel 2003. Poi una meteora Eten. E poi gli iMate (un OEM della HTC): e lì è stato amore...e rom moddate come piovesse fino all'ultimo HTC Touch Pro 2...sempre Windows Mobile 6.5...ma su cui ho installato il primo Android della mia vita: froyo 2.2.
    Ma profumava di futuro, di novità...anche se con il touch resistivo l'uso non era proprio comodissimo 😂
    E poi basta, di Android in Android, con le prime esperienze con terminali cinesi che facevano un po' angoscia...e poi umi x2, e l'amato Samsung Galaxy S2, tcl (di tutte le misure) e poi Honor 6,7,8...e adesso oneplus 5.
    Insomma: a rileggere tutto...sono proprio vecchioooooo 😂😂😂

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK