Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
Svezia: un autocarro elettrico senza conducente collaudato su strada
Mobility 2 min per leggere Nessun commento

Svezia: un autocarro elettrico senza conducente collaudato su strada

Da tempo ormai si parla di guida autonoma, vi abbiamo riportato spesso come i produttori ci stiano lavorando e che i grandi nomi della tecnologia siano impegnati su questo tema da anni. Oggi, non è un grande nome della tecnologia, ma un paese scandinavo che sta facendo notizia: la Svezia sta attualmente testando dei camion senza autisti sulle sue strade.

Questi camion sono chiamati "T-Pods" e hanno una portata di 200 km. Sono attualmente in fase di prova sulle strade intorno a Jönköping, la decima città più grande della Svezia, in quanto si trova su un importante asse stradale. Einride, l'azienda che sta dietro a questo progetto, sarebbe la prima nella storia ad avere un permesso stradale per testare un autocarro autonomo, cioè senza un autista sul posto a supervisionare. Detto questo, un dipendente tiene d'occhio il veicolo a distanza, e può intervenire se necessario. Si tratta di una misura di sicurezza necessaria, nessuno la contesta.

electric truck driveless 2
A tutti piacciono gli Stormtrooper, giusto? / © Reuters

Einride e DB Shenker, esperti di logistica, stanno lavorando insieme per testare le potenzialità e le prestazioni di questi camion da 26 tonnellate che, contro ogni aspettativa, hanno una vocazione: sono corrieri la cui "semplice" missione è quella di trasportare le merci da un magazzino all'altro. Un programma software si occupa della guida, l'autonomia è di livello 4 e utilizza un Nvidia Drive per poter elaborare tutti i dati visivi in tempo reale. Il 5G ha causato alcuni ritardi, Telia ha dovuto costruire due nuove torri.

L'obiettivo per i costruttori sarebbe quello di avere 200 veicoli in circolazione entro la fine del 2020.

Oltre ad essere senza autisti, la particolarità di questi camion è che sono anche elettrici. Oltre all'aspetto tecnico, questa storia ha il merito di sollevare alcune allarmanti domande sull'avvento di queste tecnologie e sull'impatto che possono avere, perché per le aziende l'obiettivo è anche (per non dire soprattutto) quello di limitare i costi.

Via: Reuters

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica