Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

2 min per leggere Nessun commento

Un altro dirigente di WhatsApp se la dà a gambe levate

Il Chief Business Officer di WhatsApp, Neeraj Arora, che è in azienda fin dai primi giorni, sta lasciando. Le sue dimissioni fanno seguito alla partenza fortemente discussa dei co-fondatori Brian Acton e Jan Koum dopo che Facebook ha acquistato la piattaforma di messaggistica.

Facebook ha acquistato WhatsApp per 19 miliardi di dollari nel 2014. Da allora, i dirigenti e i dipendenti sono caduti come mosche. Brain Acton ha lasciato dopo otto anni in azienda per avviare un'associazione nonprofit 'focalizzata all'intersezione tra nonprofit, tecnologia e comunicazione'.

Il co-fondatore, Jan Koum, ha lasciato Facebook dopo essersi scontrato sulla privacy dei dati nell'aprile di quest'anno. Koum avrebbe respinto l'approccio di Facebook alla pubblicità, alla crittografia e all'utilizzo dei dati degli utenti. Da quando ha lasciato WhatsApp, Koum ha scritto che Zuckerberg e Facebook non hanno più alcun rispetto per la privacy degli utenti.

Ora, Neeraj Arora, che è stato con WhatsApp per sette anni, sta seguendo l'esempio. Annunciando la decisione in un post su Facebook, Arora ha detto che si sarebbe preso un po' di tempo libero per ricaricarsi e trascorrere del tempo con la sua famiglia. Ha ringraziato Jan e Brian, per avergli affidato la loro attività (dopo che l'avevano abbandonata) e si è detto "fiducioso che WhatsApp continuerà ad essere il prodotto di comunicazione semplice, sicuro e affidabile per gli anni a venire".

Whatsapp 05
Facebook vuole trovare un modo per monetizzare WhatsApp. / © Alex Ruhl/Shutterstock

Con Acton, Koum e ora Arora tutti scomparsi, non si sa chi sarà chiamato a gestire WhatsApp come CEO. Facebook non ha nascosto le sue intenzioni di monetizzare la sua costosa piattaforma di messaggistica. La pubblicità arriverà su WhatsApp già l'anno prossimo, inizialmente nella funzione Stato  (le storie di WhatsApp) ma non aspettatevi che si fermi qui.

Un altro ramo di Facebook, Instagram, ha attraversato un periodo di transizione da quando il gigante dei social media ha acquistato la piattaforma per 1 miliardo di dollari. I cofondatori Kevin Systrom e Mike Krieger hanno lasciato Instagram all'inizio di quest'anno a seguito delle promesse infrante riguardo al mantenimento dell'autonomia dall'impero di Mark Zuckerberg.

Cosa ne pensate dell'ultimo dirigente che ha lasciato WhatsApp dopo l'acquisizione di Facebook? Fatecelo sapere nei commenti.

Via: TechCrunch Fonte: Facebook

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica