Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
2 min per leggere 1 Commento

Un OS Android modificato per impedire l'accesso ai dati personali

permessi

Ogni giorno di più i permessi richiesti dalle varie applicazioni diventano più complessi e confusi. Per esempio, perché mai un gioco di corsa delle macchine dovrebbe voler accedere alla mia rubrica telefonica e ai dati di localizzazione? Se hai mai esitato nello scaricare un'applicazione che pretende di accedere all'elenco dei tuoi contatti, la cronologia del browser e ai dati di localizzazione, beh, sappi che non sei solo. E' per questo che ho appreso con stupore e soddisfazione che uno sviluppatore bulgaro ha riscritto il sistema operativo di Android per dare dati fasulli alle applicazioni che vogliono accedere alle tue informazioni personali.

Con questa modifica radicale di Android, il telefono continuerà sempre a garantire alle applicazioni l'accesso ai tuoi dati, ma le applicazioni non saranno in grado di vedere nulla di tutto ciò. Invece di, mettiamo per esempio, sapere quali sono i tuoi preferiti, il sistema operativo invierà a queste applicazioni i siti di default impostati nel dispositivo (per esempio www.google.com). Quando sono richiesti i file registro delle chiamate, saranno inviati file vuoti.

Sono molte le applicazioni che si sono trovate in difficoltà a causa dei permessi richiesti. Dolphin Browser, per esempio, è stata 'beccata' a inviare i dati personali degli utenti che usavano internet in Cina. Ma senza i dati personali degli utenti (questa in molti casi è la spiegazione), sarebbe difficile che le applicazioni possano restare gratuite o a basso costo. Per molte società, vendere i dati personali degli utenti è l'intero modello di business. Di sicuro, un sistema operativo Android che non consente di accedere ai dati personali potrebbe rivoluzionare e danneggiare l'intero ecosistema delle applicazioni.

Ma come concetto, questo sistema operativo disegnato da Plamen Kosseff è affascinante. Per il momento, funziona solo per HTC Desire HD, anche se Kosseff sostiene che alcune semplici modifiche dovrebbero renderlo funzionante anche per i dispositivi Samsung e di altri costruttori. Il sistema operativo modificato era stato oferto agli sviluppatori di CyanogenMod, i quali lo hanno però rifiutato sostenendo che gli sviluppatori delle applicazioni avrebbero potuto reagire modificando i loro codici, in modo che le applicazioni non funzionino più su CyanogenMod.

 

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK