Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

3 min per leggere Nessun commento

Quanti utilizzano già AR o VR? Valve risponde ma il quadro non è completo

Il mercato legato alla realtà virtuale o aumentata è in decisa crescita, con aziende come HTC, Microsoft, Facebook e Sony che hanno già cercato di portare i propri prodotti nel mercato di massa. Valve, con la sua piattaforma Steam legata ai videogiochi, è uno di questi grandi attori e ha da poco pubblicato i suoi dati riguardo al numero di utenti attivi che utilizzano un visore AR/VR. I numeri sono promettenti!

Un mercato in forte espansione

Per essere precisi i numeri non arrivano da Valve stessa. Essi sono stati ricavati dalle percentuali rese pubbliche dall'azienda che rappresentano la divisione dei prodotti AR/VR collegati ai PC, oltre alla percentuale di utenti totali che possiede uno di questi visori. Queste percentuali sono poi state confrontate con il numero di utenti attivi mensilmente sulla piattaforma Steam, numero che ufficialmente non è mai stato pubblicato da Valve ma che è stato notato in una slide finita in un Tweet pubblicato durante la Melbourne Games Week.

I colleghi di Road to VR che hanno incrociato questi dati (relativi al periodo di settembre) hanno dunque ricavato i seguenti numeri:

Utenti AR/VR su Steam (settembre 2018)

Hardware Numero di utenti (arrotondato)
Oculus Rift 306000
HTC Vive 274000
Windows Mixed Reality 47000
HTC Vive Pro 13000
Oculus Rift DK2 7000
Totale 647000

Rispetto al totale di utenti attivi mensilmente complessivamente sulla piattaforma, circa 90 milioni, la percentuale può sembrare irrisoria attestandosi a circa il 0,72% del totale. Se confrontiamo, però, gli stessi dati con i dati raccolti sempre da Valve nel periodo di luglio, si scopre che il numero di persone che ha deciso di avventurarsi nel mondo della realtà virtuale è cresciuto del 160% in un singolo trimestre. Un dato che di certo non si può ignorare.

E gli utenti che non utilizzano un PC?

A questi dati andrebbero sommati gli utenti in possesso di un visore VR standalone, come Oculus Go, o di un visore in cui inserire uno smartphone, come Samsung Gear VR. Non è da escludere nemmeno il casco per la realtà virtuale di Sony, il Playstation VR, che ha visto un'impennata delle vendite grazie alla recente riduzione del prezzo.

oculus go 2
Oculus Go funziona senza smartphone, console o PC collegati. / © Facebook

La VR è ancora per pochi, l'AR è nelle tasche di tutti

Mentre la realtà virtuale è ancora disponibile solo per pochi veri appassionati (nonostante il bacino di utenti sia in crescita) è la realtà aumentata che vedrà una vera crescita esponenziale nel prossimo futuro. Google e Apple hanno capito che è decisamente più facile convincere il grande pubblico ad utilizzare questo tipo di tecnologia anche perché i costi da sostenere sono decisamente inferiori se non nulli.

Molti degli smartphone che anche voi possedete e sui quali state molto probabilmente leggendo questa notizia possiedono infatti hardware sufficientemente potente per l'esecuzione di applicazioni AR come quelle basate su ARCore (Android) o ARKit (iOS).

Voi fate parte di questo bacino di utenti che utilizzano un visore AR/VR su PC o avete provato delle applicazioni AR sul vostro smartphone? Siete interessati a questo mercato per ora ancora di nicchia? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto!

Fonte: Road to VR

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati