Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

3 min per leggere Nessun commento

Perché VLC sta boicottando gli smartphone Huawei?

Sono passati diversi anni da quando VLC si è affermata nella categoria dei video player. Dopo aver raggiunto i PC, l'applicazione ha raggiunto una certa popolarità anche su smartphone dove però si trova con le mani legate di fronte ai dispositivi Huawei. VLC ha così deciso di boicottare il produttore cinese ma il problema riguarda anche altre app.

VLC alza la voce contro Huawei

Android è noto per essere un sistema aperto in cui ogni produttore ha una certa libertà d'azione. Un punto di forza che in alcuni casi può trasformarsi in un incubo. È il caso di VLC: il sistema di gestione delle app adottato da Huawei sui propri smartphone ne limita l'utilizzo. 

Il problema, dal punto di vista dell'utente, è facilmente individuabile: il processo viene bloccato e l'applicazione si chiude dando vita ad una serie di recensioni negative sul Play Store. VLC non ha modo di risolvere il problema e così ha deciso di dichiarare guerra al produttore cinese inserendo una lista nera dei dispositivi Huawei. Sui quelli più recenti non sarà più possibile installare VLC dal Play Store.

Da notate che i dispositivi Honor, per quanto vicini a quelli Huawei, non riportano lo stesso problema.

Genererà una reazione a catena? 

È probabile che la protesta di VLC spinga Huawei a reagire a breve anche perché l'aggressiva politica di gestione delle app in background affligge anche altre applicazioni. Le recensioni lasciate sul Play Store, in questo caso, hanno davvero valore?

androidit FR vlc francais
VLC è un video player di rifermento nel mondo Android. © AndroidPIT

I software cinesi tendono a rimuovere le app in esecuzione in background per limitare il consumo energetico (un'idea piuttosto curiosa dal momento che Android stesso dovrebbe già gestire automaticamente le applicazioni). Da notare che OPPO propone una politica ancora più severa di Huawei poiché consente l'utilizzo di 5 app rispetto a quelle del sistema in background. È interessante notare che alcune applicazioni (come Spotify ) non sono interessate da questo problema, probabilmente a causa di un accordo con Huawei.

Quando si riscontra un problema con un'applicazione è normale informare lo sviluppatore e possibilmente gli altri utenti. In questo senso, il sistema di feedback del Play Store è una soluzione molto ben congegnata. Tuttavia è ingiusto che il punteggio totale di un'applicazione venga ridotto solo da una parte degli utenti: l'utente medio penserà così che l'applicazione non sia ben fatta anche se non è così. A ciò si aggiunge il fatto che lo sviluppatore si ritrova ad essere "punito" per una situazione di cui non è in realtà colpevole.

Vi siete riscontrati anche voi con il problema accusato su VLC sul vostro smartphone Huawei? Pensate che il boicotaggio ad opera di VLC sia la mossa migliore per tutelare se stessa e gli utenti?

7 Condivisioni

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati