Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
Volkswagen prepara la sua piattaforma online per le auto elettriche
Mobility 2 min per leggere Nessun commento

Volkswagen prepara la sua piattaforma online per le auto elettriche

Il piano di Volkswagen è quello di convertirsi all'elettrico entro il 2022, ma questo sembrerebbe non bastare. L'azienda sta per assumere il controllo del 49% delle quote di Diconium, una società tecnologica tedesca grazie alla quale riuscirà a sviluppare una piattaforma basata sul cloud dedicata alle sue vettue denominate I.D.

Il progetto garantirebbe la fornitura di nuove soluzioni per la ricarica delle auto elettriche. Inoltre, la piattaforma sarà ampliata per offrire ulteriori servizi, come il car-sharing. E proprio riguardo questo argomento, il Gruppo tedesco lancerà già il prossimo anno a Berlino il proprio servizio denominato We Share.

Diconium è una società fondata nel 1996 con sede a Stoccarda che oggi conta oltre 800 dipendenti sparsi tra la Germania, Portogallo, Stati Uniti e India, specializzata nella realizzazione di modelli di business digitali, ma soprattutto nello sviluppo di piattaforme di vendita di prodotti digitali in cloud.

Sappiamo che Volkswagen sta già lavorando a stretto contatto con Microsoft per la realizzazione di altri servizi in cloud, ma l'acquisizione di un partner come Diconium è sicuramente un altro step molto importante che ci fa capire quanto l'azienda ha intenzione di spingere sul mercato dell'elettrico.

Volkswagen ID Family
Le nuove vetture elettrice di Volkswagen saranno denominate I.D. / © Volkswagen

Il passaggio delle quote deve ancora essere confermato, ma sembra che l'affare andrà tranquillamente in porto. Il Gruppo ha infatti annunciato pochi giorni fa che destinerà ben 44 miliardi proprio al settore elettrico, tra cui e-mobility, guida autonoma. Come verranno pagate le quote, questo ancora non è chiaro, ma di sicuro si tratta di un enorme investimento.

Siete pronti alla rivoluzione del comparto automobili? Fateci sapere la vostra opinione qui sotto nei commenti.

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica