Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Xiaomi perde la scommessa da un miliardo, Bosch va a tutto gas con l'idrogeno

Xiaomi perde la scommessa da un miliardo, Bosch va a tutto gas con l'idrogeno

Il gigante industriale Bosch sembra aver posto le basi giuste per una nuova tecnologia per la mobilità, mentre il boss di Xiaomi ha perso una scommessa costosa. Ecco a voi i vincitori e i perdenti della settimana appena trascorsa.

Vincitore della settimana: Bosch

Fondata nel 1886, Bosh è particolarmente attiva nel settore automobilistico e presto lo sarà molto di più. Bosch ha notevolmente incrementato le sue attività e i suoi investimenti nella tecnologia delle celle a combustibile. Queste celle a idrogeno saranno presto prodotte in serie e su larga scala.

A prima vista non sembra una grossa vittoria, ma dovrebbe esserlo perché le auto a idrogeno sono considerate da molti esperti l'opzione migliore per il periodo successivo al motore a combustione, periodo a cui ci stiamo inesorabilmente avvicinando. Per le case automobilistiche e i fornitori, Bosch è uno dei più grandi, il compito ora è quello di intraprendere la strada giusta. Al momento, sembra che Bosch possa avere successo.

Perdente della settimana: il CEO di Xiaomi, Lei Jun

È il CEO di Xiaomi, Lei Jun, ad aver perso questa settimana: il manager ha semplicemente perso una scommessa e che scommessa! Nel 2013, quando Xiaomi era ancora una piccola luce nel settore dell'ingegneria, l'amministratore delegato si è presentato in televisione. Lei aveva scommesso in una trasmissione televisiva trasmessa in tutta la Cina che cinque anni dopo i ricavi di Xiaomi avrebbero superato quelli della società cinese Gree Electric Appliances.

Nella foga del momento, Lei e gli altri ospiti di spicco, tra cui i fondatori di Alibaba Jack Ma e Wang Jianlin del Dalian Wanda Group, hanno perso parte del loro autocontrollo. Lei voleva scommettere uno yuan simbolico ma il capo di Gree, Dong Mingzhu, ha affermato: "Facciamoci un miliardo", Lei ha accettatpo e ora ha dovuto riconoscere la sconfitta: Xiaomi è cresciuta, ma non è così grande. Questa scommessa è costata all'amministratore delegato l'equivalente di 132,5 milioni di euro. Una grossa perdita, anche se Lei Jun ha uno stipendio annuo stimato di oltre 850 milioni di euro.

Quali sono stati i vostri top e flop della settimana?

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica