Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
2 min per leggere 2 Condivisioni Nessun commento

App Ops, un gestore di autorizzazioni nascosto in Android 4.3

Oltre alle nuove funzionalità di Android 4.3 ufficializzate da Google, ci sarebbero anche altre chicche nascoste nel codice della nuova versione del sistema operativo. Ron Amadeo di Android Police ne ha scoperta una particolarmente interessante.

app ops android 43

Sebbene la funzione ancora non sia stata implementata, nell'ultima versione di Jelly Bean si nasconde un software per la gestione dei permessi delle app. App Ops, questo il nome almeno in inglese, permette di decidere quale app è autorizzata a fare cosa.

Per consentire all'utente di gestire le autorizzazioni delle applicazioni, il permission manager offre due modalità di visualizzazione. Nella prima tutti i permessi concessi sul device vengono visualizzati, divisi in quattro pratiche tab (localizzazione, personale, messaggi, dispositivo) dove sono elencate le app che li usano, nonché i dettagli dell'autorizzazione. Nella tab "personale" per esempio, troveremo tra le altre l'applicazione Google+ e accanto le autorizzazioni “lettura e modifica dei contatti”.

app ops
Le tab che mostrano tutte le autorizzazioni concesse / © Android Police

L'altra modalità di visualizzazione è quella che permette di vedere singolarmente ogni app e le relative autorizzazioni concesse e già usate dall'applicazione stessa. Ogni autorizzazione è accompagnata da un tasto on/off che permette di disabilitarla, senza inficiare il funzionamento complessivo della app. Disabilitando la localizzazione in Facebook per esempio, la app non sarà più in grado di capire dove ci troviamo, ma potremo continuare a leggere e postare aggiornamenti, mandare messaggi e tutto il resto.

app ops 2
Il dettaglio delle autorizzazioni concesse a una singola app / © Android Police

Come detto, App Ops si trova già in Android 4.3 ma non è stato attivato. C'è chi ha già reso disponibile un'applicazione (qui il download) per lanciare il gestore di permessi (sempre a patto di avere Android 4.3) ma trattandosi di una funzionalità ancora non rilasciata ufficialmente è bene fare molta attenzione se si decide di usarla.

 

Iimmagine in alto: © Google/ CC BY 2.0 amagill@Flickr)

2 Condivisioni

Nessun commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK