Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

I buoni propositi tech per il 2020

I buoni propositi tech per il 2020

Un altro anno è alle nostre spalle! Mentre facciamo un bilancio del 2019 e ci lanciamo nel nuovo decennio abbiamo discusso le nostre risoluzioni di inizio anno. Ecco cosa ci proponiamo in redazione per il 2020!

1. Resistere agli smartphone da 1000 euro

Un'ondata di smartphone ha invaso il 2019, questa è stata la mia percezione del 2019. Un mercato sempre più saturo quello degli smartphone dove innovare non è semplice. Nel 2019 abbiamo fatto un passo avanti nel futuro con smartphone 5G, lettori d'impronte sotto il display e dispositivi pieghevoli ma la verità è che il 2019 è stato l'anno degli smartphone sopra i 1000 euro. E sono stati tanti.  

Tanti di voi hanno commentato i nostri articoli dicendo che 1000 euro sono folli per uno smartphone che dopo sei mesi può in un certo modo essere considerato obsoleto. Io sono d'accordo con voi. Dall'altra parte poi i dispositivi di fascia media e entry-level si sono migliorati notevolmente permettendo a tutti di avere uno smartphone valido sotto tutti i punti di vista per 200-300 euro. 

AndroidPIT samsung galaxy fold test foto 32
Samsung Galaxy Fold costa più di 2000 euro. / © AndroidPIT

Questi costosi dispositivi di fascia alta sono fantastici ma la verità è che la ragione per cui la maggior parte delle persone decide di acquistarne uno è il bombardamento mediatico. Nel 2020 occorre liberarsi dall'idea che lo smartphone va cambiato dopo 24 mesi, dall'idea di avere l'ultimo modello Samsung, Apple o OnePlus sul commercio e spendere in modo ragionevole, o meglio non spendere affatto e tenere ancora in tasca il dispositivo che si possiede già!

2. Prendere seriamente la disintossicazione digitale

Il 2019 è stato considerato l'anno del benessere digitale. Dopo gli scandali sulla privacy e i crescenti studi sulla dipendenza da smartphone i produttori hanno deciso fosse giunto il momento di fornire degli strumenti utili per la disintossicazione digitale. Google si spinto al massimo in questo settore con diverse funzionalità.

Abbiamo anche visto il lancio di dispositivi tecnologici aggiuntivi progettati per aiutarci a utilizzare meno gli altri dispositivi tecnologici in nostro possesso. Sto parlando del piccolo Palm Phone e del Light Phone 2. Sforzi nobili ma essenzialmente infruttuosi. L'idea che la tecnologia possa aiutarci ad astenerci dall'usare la tecnologia non suona  come un'idea brillante!

palm phone 11 e1539611645158
Il Palm Phone è innegabilmente adorabile. / © 9to5 Google

L'unico vero modo per disintossicarsi digitalmente è mettere giù il telefono, spegnere il tablet e prendersi una pausa da internet per un po' di tempo. A cena con amici e persone care? Lasciate il telefono in un'altra stanza. E non portate mai lo smartphone a letto!

3. Essere più attenti al clima

Ci sono molti modi per contribuire alla protezione dell'ambiente e il modo in cui utilizziamo i prodotti tecnologici è solo uno di questi. Tenere i dispositivi più a lungo e resistere all'impulso di passare ad un modello più recnete se non è necessario è un modo, ma è importante anche smaltire i vecchi gadget nel rispetto dell'ambiente:

E poi ci sono le piccole azioni che fanno la differenza nel lungo termine. Perché stampare una carta d'imbarco se si può utilizzare l'applicazione della compagnia aerea e utilizza il codice QR? Prima di ordinare quel prodotto su Amazon pensate alla quantità di imballaggi di scarto che l'azienda utilizzerà per inviarvelo. C'è un modo migliore per acquisirlo? La California è in fiamme e Venezia è sott'acqua. Non c'e' più modo di scappare da tutto questo.

O2 Recycle
Anche gli operatori permettono di riciclare i dispositivi elettronici, informatevi! / © O2 Riciclare

4. Cambiare le password

Il 1° febbraio è il giorno ufficiale del cambio delle password! Sembra un consiglio così semplice, ma è incredibile quanto pochi utenti cambino regolarmente le proprie password e utilizzino la stessa per più account, dalle banche ai social media.

Il 2020 è un buon momento per cambiare abitudini soprattutto considerando i problemi di privacy e hackeraggi registrati nel 2019. Non ci sono scuse per non cambiare regolarmente la password. Ricordare ed utilizzare una singola password è senza dubbio più comodo ma utilizzando il gestore di password di Google o scaricando un'altra applicazione simile come LastPass potrete risolvere subito il problema!

keywords graphic 2.max 1000x1000
Ci sono diversi modi per controllare le proprie password in modo semplice. / © Google

5. Essere più gentili ed empatici su Internet

I social media e i forum online possono essere luoghi tossici. Oggi più che mai. Non è solo la politica che fa sì che le persone si attacchino l'un l'altra nell'anonimato relativo degli spazi sociali online, ma la gente tende ad arrabbiarsi o infuriarsi con gli altri per questioni futili, confronti fra smartphone inclusi.

Iniziate il 2020 con l'impegno ad essere più gentili con le persone online. Continuate ad esprimere le vostre opinioni in modo deciso ma fatelo nel modo giusto nel rispetto altrui. Gli attacchi personali e un linguaggio offensivo non hanno alcun senso. 

Quali sono le vostre risoluzioni per il 2020?

ULTIMI ARTICOLI

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica