Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

55 Condivisioni 6 Commenti

Google I/O 2017: tutte le novità Android annunciate al keynote (con video)

Anno dopo anno gli appassionati di Android non aspettano altro se non poter scoprire tutte le novità più intelligenti rivelate da Google alla conferenza stampa dedicata a sviluppatori ed ingegneri. Si chiama Google I/O e avrà luogo allo Shoreline Amphitheatre di Mountain View in California dal 17 al 19 maggio. Ma quali saranno gli argomenti toccati quest'anno? Ecco in real time le novità appena annunciate!

Scorciatoie:

Opinion by Jessica Murgia
Android O e Google Assistant sono i temi più attesi dalla maggior parte degli utenti
Cosa ne pensi?
50
50
18 votanti

Google I/O 2017: Dove e quando

Google ama divertirsi ed anche prendersi un po' gioco di noi, lo sappiamo bene. Attraverso un divertente puzzle postato su Twitter a fine gennaio ha rivelato la location e le date in cui le porte della Google I/O, la conferenza più attesa dagli sviluppatori Android, si apriranno al pubblico. 

Quest'anno Google ha scelto lo Shoreline Amphitheater di Mountain View, mettendo per la seconda volta da parte San Francisco, per mostrarci le sue novità. In questo modo, dal 17 al 19 maggio, potrà ospitare sotto il già caldo sole californiano ben 22500 appassionati Android.

google io keynote 2016 allo duo 21
La Google I/O 2017 si terrà per la seconda volta allo Shoreline Amphitheater di Moutain View. © Google

Google I/O 2017: Il programma ufficiale

A un mese e mezzo dall'evento più importante per i seguaci del robottino verde ecco Google, tramite un tweet, ha svelato la scaletta sulla tre giorni dedicata agli sviluppatori e non solo. Tra i temi principali troviamo naturalmente Android ma anche Assistant, Design, IoT, VR, giochi, e machine learning. Le sessioni dedicate ai diversi temi affrontati nel corso della giornata sono tutte di un'ora e, oltre all'Anfiteatro, queste si terranno su sette diversi palchi. 

Google I/O 2017: le novità annunciate durante il keynote

La conferenza è iniziata! Pichai è sul palco pronto ad illuminarci sulle novità del mondo Android, anno dopo anno sempre più importante. L'evento si apre con un ripasso circa i progressi fatti dai diversi servizi Google: da Drive a Maps, per esempio. Ammontano a 2 miliardi gli utenti Android attivi.

google io 2017 023
2 miliardi di utenti attivi su Android. / © AndroidPIT

Google Lens

E' capace di capire l'oggetto che state inquadrando ed è capace di identificarlo. Basta puntare lo smartphone per esempio su un ristorante per avere tutte le informazioni sul ristorante o il negozio di fronte a voi. Google Lens è in grado di riconoscere immagini e foto e di fornire delle utili informazioni ad esse legati. Google Lens è una nuova dimensione dedicata ad Assistant.

google io 2017 031
Con Google Lens è possibile avere a disposizione una serie di informazioni legate all'oggetto/luogo inquadrato. / © AndroidPIT

Google Assistant

Annunciato esattamente un anno fa alla precedente edizione della Google I/O, Assistant torna sul palco. Ed è Scott Huffman a rivelarci qualche novità a riguardo. Pronto a semplificare la tecnologia che ci circonda, è personalizzato per gli utenti. "Conversational, Available e Ready", così è stato annunciato questa sera. Il 70% delle richieste arrivano da un linguaggio normale, colloquiale e non attraverso parole chiave. E' ora possibile digitare sullo smartphone per comunicare con l'Assistant e con l'arrivo di Google Lens si fa più utile. Lens permetterà di attivare Google Traduttore per tradurre contenuti in altre lingue.

Ah, dimenticavo, Assistant è ora disponibile anche su iPhone (nel caso ne abbiate uno in tasca): come la prenderà Siri? In ogni caso non sarà in grado di fare ciò che al momento fa sui dispositivi Android a causa di alcuni restrizioni API. Google vuole integrare il suo assistente digitale in qualsiasi dispositivo.

Ragazzi, la buona notizia è che Google Assistant arriverà in italiano entro la fine dell'anno!

google io 2017 049
Google Assistant in italiano entro la fine dell'anno! / © Screenshots: ANDROIDPIT

Google Home

A parlarci di Google Home è Rishi Chandra. Rilasciato sei mesi fa integra 50 nuove feature dal momento del suo rilascio e questa estate arriverà su nuovi Paesi: Canada, Australia, Francia, Germania e Giappone. L'Italia purtroppo non è al momento nella lista. Con Google Home è possibile impostare riunioni o altri promemoria ed offre un'assistenza proattiva. Google Home ora è in grado di chiamare al posto vostro: app o smartphone non sono necessari. Riconoscendo la vostra voce è in grado di utilizzare la vostra rubrica e di attivare la chiamata. Al momento del lancio saranno supportate solo le chiamate in uscita e, per impostazione predefinita, i vostri contatti visualizzeranno un numero privato a meno che associate il vostro numero a questa funzione.

google io 2017 082
Google Home è capace di chiamare i vostri contatti senza il supporto di app o smartphone. / © Screenshots: ANDROIDPIT

Google Foto

Passano per Google Foto 1,2 miliardi di foto e video ogni giorno. L'app di Google è stata ottimizzata sotto diversi aspetti:

  • Salvataggio e condivisione delle foto: Google suggerisce ora le foto da inviare alle persone che riconosce autonomamente nelle foto. Il tutto grazie al meccanismo di apprendimento. Definito Suggested Sharing promette di semplificare il processo di condivisione grazie ad un'analisi dei soggetti inquadrati. Starà a voi modificare la foto, cambiare il destinatario ed inviarle: i vostri contatti riceveranno un SMS o una email nel caso in cui non abbiano l'app installata.
  • Condivisione delle proprie librerie in automatico: con i propri contatti ma l'ultima parola sta a voi, tranquilli (così almeno è stato annunciato).
  • Photo Books: dei veri e propri album realizzati da Google per 9,99 dollari con copertina morbida e 19,99 con copertina rigida. L'app in automatico seleziona quelle che sono le migliori foto in libreria ed arriverà su Android e iOS la prossima settimana.

Lens arriverà su Google Foto a fine anno.

Android O e Android Go

L'anteprima di Android O per sviluppatori è stata annunciato il primo marzo mentre la versione finale arriverà a fine anno. Fluid Experiences e Vitals sono le due novità principali. Nello specifico:

  • Picture in Picture: pensato per il multitasking durante una videochiamata, ad esempio, per guardare Netflix mentre si messaggia, etc.
  • Notification Dots: i punti compaiono nelle icone del launcher e con un long press è possibile accedere subito alle notifiche.
  • Autofill con Google: disponibile non sono su Chrome ma anche all'interno delle app.
  • Copia e Incolla più intuitivo.

Sotto Vitals rientrano invece le feature legate ad autonomia della batteria, sicurezza e stabilità:

  • Google Play Protect: per garantire una maggiore sicurezza dei dispositivi, ci informa sulle app scannerizzate.
  • Il tempo di avvio con Android O è il doppio più veloce rispetto a quello dei Pixel.
  • Android O limita in modo intelligente i servizi che in background succhiano la batteria del dispositivo grazie al Play Console Dashboards che permette agli sviluppatori di identificare le cause che stanno dietro crash e consumi elevati da parte delle app.
  • Chicca per sviluppatori: Kotlin è ora disponibile.
  • Su Android O arrivano anche delle nuove emoji.

La versione beta di Android O è disponibile già da oggi: ecco come accedervi.

Android Go è un nuovo sistema operativo dove sistema e interfaccia utente occupano poca memoria (fino a 512MB). Su tutti i dispositivi con almeno 1GB di RAM vi sarà la configurazione per Android Go e tutti i prossimi dispositivi ne potranno usufruire.

google io 2017 200
YouTube Go! / © Screenshots: ANDROIDPIT

VR e AR

Samsung Galaxy S8 e S8 Plus si aggiungeranno alla lista dei dispositivi Daydream questa estate grazie ad un aggiornamento software. Google ha annunciato il lancio di un visore VR standalone e, per farlo, collaborerà con HTC e Lenovo sui dispositivi in arrivo entro la fine dell'anno.

L'Asus Zenfone AR (smartphone Tango) verrà rilasciato questa estate.

Google for Jobs

Google ora ci aiuta anche a cercare lavoro attraverso Google Search ottimizzato con il machine-learning. Se si cerca un lavoro è possibile utilizzare i filtri ed attivare le notifiche. Linkedin, Monster, Facebook, GlassDoor funzioano tutti con Google for Jobs. Questo servizio arriverà nelle prossime settimane negli Stati Uniti e, successivamente, in altri Paesi.

google io 2017 231
Arriva anche Google for jobs! / © Screenshot by AndroidPIT

Qual è la novità che più vi ha entusiasmato?

55 Condivisioni

6 Commenti

Commenta la notizia:

  • Buongiorno à lei Jessica grazie per l ' artcolo moltto professionale
    I costruttori tardano à dare l ' autorizzazione sono loro che
    procedono à dei test di verificazione per vedere se tale versione dell' os o di una app.
    non conporta dei bugs suscettibili
    à conpromettere i loro smart
    Penso anche se con riserva che i ritardi sono dovuti anche à ciò.
    La ringrazio . Cordialmente.
    Isho


  • La cosa che mi fa più felice è che Google Assistant arriverà anche in Italia!
    Speriamo che magari abbrevino i tempi.
    Quando si parlerà di Android O?


    • Jessica Murgia
      • Admin
      • Staff
      6 mesi fa Link al commento

      Già fatto! :)


      • Buone le novità, ma niente di troppo spettacolare. C'era proprio bisogno di passare da N a O e probabilmente da 7 a 8? Non sarebbe potuto essere un 7.2 Nougat?
        Carino Android Go che rende finalmente più veloci e fluidi i disppsitivi low cost.
        Aspettiamo e vediamo se Android O aggiungerà il nuovo sistema che dovrebbe risolvere il prpblema della frammentazione...


  • Buongiorno alla nostra stimatissima
    amministratrice .
    Prima di tutto grazie per questo articolo
    superlativo ho seguito e seguirò i suoi
    consigli , ma non accordo à google
    molta fiducia . Grazie à lei Jessica
    Tanti cordiali saluti da Bruxelles.


  • Io ho già scaricato l app del Google i/o è non vedo l ora di seguirlo

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più