Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
11 min per leggere 10 Condivisioni 1 Commento

Google I/O 2016: tutte le novità in tempo reale

Anno dopo anno gli appassionati di Android non aspettano altro di poter scoprire tutte le novità più intelligenti rivelate da Google alla conferenza stampa dedicata agli sviluppatori. Si chiama Google I/O, ha luogo ogni anno a San Francisco, a cavallo tra maggio e giugno, ed è l'evento che rivela le nuove funzioni dell'ultimo aggiornamento Android. Seguite insieme a noi l'evento in tempo reale e date un'occhiata a tutte le novità presentate durante la Keynote!

Evidenzia le modifiche recenti

androidpit google i o hero image 2
L'edificio che ha ospitato la Google I/O nel 2015 a San Francisco! / © ANDROIDPIT

Google I/O 2016: cosa ci aspettiamo di vedere nelle prossime ore

Keynote: ecco gli argomenti più caldi

L'evento si è aperto a suon di musica passando dalle dolci melodie di un'arpa gigantesca a delle sonorità più elettroniche mixate da un giovane dj presente sul palcoscenico di Google, che ha dopo pochi minuti lasciato spazio a Sundar Pichai! Date un'occhiata alle novità presentate dall'amministratore delegato di Google.

Google Assistant

Nel corso degli ultimi dieci anni Google è migliorato notevolmente, influenzando positivamente anche la nostra vita quotidiana. Con Google Assistant cercare le informazioni di cui avete bisogno sarà ancora più semplice. Si tratta di un assistenza vocale che aiuta gli utenti a trovare risposte ad ogni tipo di domanda, in modo ancora più semplice ed immediato. Google, rispetto ad altri assistenti vocali, è in grado di capire più lingue e riesce a contestualizzare le domande in modo automatico. È possibile chiedere a Google qualsiasi tipo di cosa, dove comprare i biglietti per il prossimo concerto dei Beyonce, com'è il nuovo film con Brad Pitt, che monumento è quello che avete di fronte: Google vi risponderà e vi stupirà!

Google Home

Google Home è pensato per ottimizzare la nostra vita tra le mura di casa. Sfruttando la voce potrete utilizzare il dispositivo di Google per ascoltare le vostre canzoni preferite, con un alta qualità audio, direttamente dal cloud o selezionando i brani direttamente dal vostro smartphone, oltre a permettervi di controllare gli altri speaker presenti in casa senza dovervi perdere in complesse configurazioni.

Google Home permette inoltre di gestire i vostri task giornalieri in modo ancora più facile (attivare la sveglia, gestire i dispositivi elettronici presenti in casa e, in futuro, inviare fiori, ordinare la cena, etc) con un semplice comando vocale. Con un design elegante e moderno, Google Home può essere posizionato in qualsiasi angolo della casa e supporta i più noti smart home system. Google Home sfrutta Google Assistant per fornire informazioni sempre più accurate e precise, salvando i vostri luoghi preferiti, contattando per voi i vostri amici via SMS, ricordandovi i vostri impegni e facendo al posto vostro tutto ciò che gli permetterete di fare. Google Home sarà disponibile entro la fine dell'anno.

Due nuove app per comunicare: Allo e Duo 

Allo è una smart app di messaggistica che rende le nostre comunicazioni più semplici e produttive. Cosa ha di speciale? Una serie di adesivi ed emoji per darvi modo di esprimervi al meglio, affiancati  da delle interessanti funzioni come la possibilità di impostare le dimensioni dei vostri messaggi, spostando una barra laterale, o la possibilità di personalizzare le nostre foto con un tap, senza dover aprire un'altra app.

Allo vi suggerirà inoltre alcune risposte basate sul modo in cui utilizzate l'app stessa, oltre a proporre delle risposte intelligenti all'arrivo di una nuova foto. Vostra madre vi manda la foto di un piatto di spaghetti alle vongole? Allo vi proporrà  risposte come "Gnammy", "Adoro gli spaghetti alle vongole" e così via! Allo è inoltre in grado di proporvi i ristoranti argentini vicino casa e di prenotarvi un tavolo per l'ora desiderata. Digitando poi @google e specificando i contenuti desiderati ve li ritroverete subito visualizzati sullo schermo. Con Allo potrete avere un vero e proprio Tête-à-tête con Google sfruttando i bot (gli stessi che abbiamo già provato su Telegram e Facebook Messenger, ma in una versione migliorata).

Allo, oltre a sfruttare il vantaggio di avere Google Assistant integrato, garantisce ai propri utenti un maggiore livello di sicurezza sfruttando la modalità incognito. Questa garantisce notifiche private, chat a scadenza, messaggi cancellati per sempre ed un sistema di criptaggio E2E. Google risucirà con Allo, un'app semplice, intuitiva e sicura, ad affermarsi nel mondo della messaggistica istantanea superando i suoi competitors?

Duo è invece un'app pensata per chi sfrutta le videochiamate. L'app integra la funzione knock-knock, che consente di visualizzare in un breve video l'interlocutore prima di accettare la chiamata stessa. Questa funzione può essere utilizzata solo quando i video sono in tempo reale. I video vengono riprodotti in HD e con un'alta definizione audio e consente di passare dal WIFI alla connessione dati senza interruzioni.

Le due nuove app e tanto attese app di Google saranno disponibili per Android e iOS a partire da quest'estate!

Android N: il futuro degli smartphone Android

Come abbiamo già detto, tra le novità più importanti, forse quella che ci interesserà di più, ci sarà la prossima versione di firmware, arrivato ormai alla lettera N. Ci sono diverse speculazioni riguardo al nome (che potrete suggerire voi stessi in una pagina dedicata) e al numero che porterà con sé questo aggiornamento, ma siamo quasi certi che Google passerà alla versione 7.0, mentre per quanto riguarda il dessert, abbiamo puntato tutti i nostri averi su Android Nutella.

Google ha già da tempo messo a nostra disposizione la Developer Preview di Android N che ci ha permesso di farci un'idea sulle funzioni sulle quali stanno lavorando gli sviluppatori che potremo trovare implementate sull'ultima versione Android che dovrebbe essere rilasciata questa estate.

Durante il keynote Google ha annunciato che Android N ottimizzerà le prestazioni (ottimizzerà l'esperienza di gioco con i lsupporto a Vulkan, velocizzerà il processo di installazione delle app e ridurrà il consumo di batteria), la sicurezza (con aggiornamenti automatici, file criptati, nuovo programma di sicurezza per il Play Store e SafetyNet) e la produttività (multi-tasking, multi-window, notifiche e 72 nuove emoji) risultando così nella migliore versione software di sempre:

Android N
Google prenderà accordi con Nutella per il prossimo aggiornamento? / © ANDROIDPIT

Chrome OS: una linea continua tra laptop e smartphone

La Google I/O 2016 potrebbe avere come protagonista Chrome OS, che verrà finalmente reso un tutt'uno con Android, questo almeno è quanto rivelano i rumor. Un piccolo passo da parte di Google, ma un grande passo avanti per gli utenti che finalmente potranno gestire computer e dispositivo in modo più intuitivo e veloce, soprattutto per quanto riguarda la condivisione dei dati ed i backup.

La distinzione tra laptop, tablet e smartphone, diventa sempre più impercettibile (basti pensare al Pixel C che più che un tablet è un netbook): siamo certi che Google cercherà di correre ai ripari il prima possibile. Per sapere qualcosa in più su Chrome OS dovremo aspettare le 11:00 del 19 maggio dove, durante l'evento denominato Fast and resilient web apps, verremo illuminati sui progetti di Google nel campo del web browsing.

androidpit chrome book pixel hi res
Chrome OS ed Android sempre più uniti! / © Google

Realtà virtuale: un nuovo mondo tutto da scoprire

Durante l'MWC di Barcellona abbiamo avuto modo di tuffarci nel mondo della realtà virtuale quando, durante l'evento di presentazione del Samsung Galaxy S7, abbiamo indossato il Gear VR del brand sudcoreano. Anche altri brand hanno mostrato l'interesse verso questo nuovo mondo ed anche Google, durante la sua conferenza, ha deciso di dedicare due eventi alla realtà virtuale, dopo avere accennato qualche dettaglio durante il keynote.

Durante l'apertura della Google I/O è stato introdotto l'argomento della realtà virtuale con Daydream, una nuova piattaforma ad alta qualità capace di ottimizzare l'esperienza virtuale su Android facendo lavorare insieme smartphone, controller e applicazioni. Android N offrirà una nuova modalità VR integrata, che incorporerà Daydream, capace di regalare agli utenti un'esperienza più completa. 

Il prossimo evento, chiamato VR at Google, si terrà il 19 maggio alle 9:00 ci chiarirà le idee su ciò che Google ha imparato fino ad ora in questo campo, e quali sono i progetti per il futuro. Lo stesso giorno, alle 14:00, si terrà un secondo incontro che verterà sull'infulenza della realtà virtuale nel mondo del cinema. Ma tenetevi pronti perchè secondo alcuni rumors Google potrebbe presentare al grande pubblico di Mountain View un visore chiamato Android VR, un dispositivo più avanzato rispetto al Cardboard e perfino al Gear VR!

ANDROIDPIT VR glasses 11
Cosa ci riserverà il mondo della realtà virtuale? / © ANDROIDPIT

Project Tango: si scende in pista!

Durante il CES Lenovo ha acceso le speranze su Project Tango annunciando il rilascio di un nuovo smartphone entro la fine dell'estate. Non sappiamo se il brand cinese riuscirà a portare a termine l'impresa, ma sappiamo per certo che il 18 ed il 19 maggio durante la Google I/O si parlerà di questo progetto, del suo sviluppo con l'esperienza di gioco e la realtà virtuale e del modo in cui influenzerà le nostre vite in futuro.

lenovo project tango smartphone 1
Riuscirà Lenovo a lanciare il suo smartphone entro la fine dell'estate? / © Google

Android Auto

Con Android Auto Google porta Android sotto il tettuccio delle nostre automobili cercando di migliorare l'esperienza di guida. Nonostante questo progetto si stia sviluppando molto lentamente, la Google I/O potrebbe essere la giusta occasione per fare un punto della situazione e annunciare nuovi modelli di automobili compatibili con il sistema di Google. Se siete interessati a scoprire tutte le novità su Android Auto, non perdetevi l'evento dedicato che verrà tenuto il 18 maggio alle 18:00!

sonata
Tutti in auto con  Google! / © The Verge

L'auto che si guida da sola: allacciate le cinture, si parte!

Le auto indipendenti che si guidano da sole sono un altro progetto di Google. Lo scorso anno un prototipo è stato coinvolto in un incidente, ma è stato successivamente scoperto che la causa dell'accaduto è stato un errore umano. Durante la Google I/O, più precisamente il 18 maggio alle 18:00, si parlerà di come Android Auto offrirà nuove opportunità agli sviluppatori che decideranno di impegnarsi per migliorare l'esperienza di guida degli utenti.

google car prototype Google punta anche al mondo delle auto! / © Google

Google Play Awards 2016: che vinca il migliore

È arrivato il momento di celebrare la crescita esorbitante del market di Google, che ha raggiunto più di un miliardo di utenti sparsi in 190 diversi Paesi del mondo, e premiare il lavoro degli sviluppatori che in questi anni hanno lavorato sodo alla realizzazione di app e giochi di ogni genere.

Durante l'evento programmato per il 19 maggio alle 19:00, verranno premiate le migliori app e giochi appartenenti a dieci diverse categorie. A scegliere i vincitori sarà un team di esperti del Google Play Team che prenderà in considerazione diversi criteri: qualità dell'app, contenuti, esperienza utente, punteggio assegnato dagli utenti. Non vediamo l'ora di scoprire chi salirà sul grande palco della Google I/O!

AndroidPIT best android apps 1
Siete pronti per il Google Play Awards? / © ANDROIDPIT

Android Wear: è ora d'innovazione

Il 2014 ci ha stupito con innovativi dispositivi indossabili e con la rivelazione di Android Wear, il sistema operativo Android dedicato esclusivamente ai piccoli schermi degli smartwatch. Il 2015 ha invece visto Google intento a stabilizzare il software, renderlo più performante e completo. Il 2016? Speriamo che sia l'anno dell'innovazione, l'anno in cui gli smartwatch diventano, finalmente, veramente utili.

Android Wear 2.0 è la nuova piattaforma che permetterà di migliorare l'esperienza con Android direttametne dal vostro polso. Sfondi ancora più personalizzabili, risposte smart, possibilità di sfruttare la scrittura a mano selezionabile con un tap alla ricezione del messaggio. Con Google Wear sarà ancora più semplice tenere sotto controllo l'attività fisica durante lo sport senza doversi portare dietro lo smartphone e lanciare Spotify direttamente dallo smartwatch. Finalmente sembra che potremo lasciare a casa lo smartphone!

androidpit Huawei Watch heartbeat
Vogliamo smartwatch più intelligenti e veramente utili! / © ANDROIDPIT

Project Ara: chi l'ha visto?

Avete notato anche voi che Project Ara è sparito nel nulla, senza lasciare alcuna traccia? L'ultima volta che ne abbiamo sentito parlare seriamente è stato qualche mese fa, quando una prima versione in fase di test stava per essere rilasciata a Puertorico, dopodiché il lancio è stato rimandato e, da quel momento in poi, tutto è finito nel dimenticatoio. 

La pagina ufficiale di Project Ara su Twitter ha confermato che il dispositivo sarà disponibile sul mercato statunitense nel 2016, senza dettagli più specifici. Google approfitterà forse della conferenza per sviluppatori per approfondire la questione e darci ulteriori informazioni? Chi può dirlo!

AndroidPIT Google I O 2015 Project Ara assembly camera module
Lo smartphone modulare è sparito nel nulla! / © ANDROIDPIT

Per il momento questo è tutto. Qual è l'argomento che al momento vi tiene maggiormente sulle spine?

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK