Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
Abbiamo provato il Mate X, lo smartphone pieghevole di Huawei
Huawei Mate X MWC 5G 6 min per leggere Nessun commento

Abbiamo provato il Mate X, lo smartphone pieghevole di Huawei

Aggiornamento - Aggiunto video

Era solo questione di giorni prima che Huawei rispondesse a Samsung con il suo smartphone pieghevole. Infatti, in occasione dell'MWC 2019, subito dopo l'annuncio del Galaxy Fold all'evento Unpacked, il produttore cinese ha presentato il suo primo smartphone pieghevole che prende il nome di Mate X. Per nostra fortuna, Huawei ci ha permesso di provarlo per qualche munito, dunque ecco le nostre prime impressioni.

Ecco l'innovazione

Per la prima volta dopo tanto tempo, c'è stata una vera e propria lotta tra giornalisti per avvicinarsi ad un nuovo dispositivo. Il Mate X, primo smartphone pieghevole del produttore cinese Huawei, era praticamente intoccabile e protetto dietro lastre di vetro, ma tutti lo richiedevano a gran voce. Non vedevo una tale calca per un dispositivo da diversi anni!

Fortunatamente, dopo la conferenza con Walter Ji, presidente del Consumer Business Group for Western Europe, ho potuto provare per la prima volta Mate X in un piccolo incontro privato.

AndroidPIT huawei mate x folded
Il Mate X è il primo smartphone pieghevole di Huawei. / ©AndroidPIT

Un innegabile effetto wow

C'è poco da dire il contrario: a prima vista, il Mate X crea immediatamente un vero e proprio effetto wow. Sia gli appassionati che i neofiti apprezzeranno il design originale del dispositivo. A differenza di Samsung e del suo Galaxy Fold, il Mate X offre un unico display OLED che può essere utilizzato in tre modi, impedendo allo smartphone di offrire un lato più grande e antiestetico quando viene ripiegato. In pratica, se Samsung permette di utilizzare lo smartphone da chiuso con uno schermo più piccolo, Huawei offre un unico grande schermo esterno.

Il Mate X offre infatti uno schermo ripiegato da 6,6 pollici (formato 19,5:9 e risoluzione 2480x1148 pixel) e uno schermo posteriore da 6,4 pollici (25:9 e 2480x892 pixel). Huawei ha adattato il software per facilitare la transizione tra i "due" schermi e sfruttare al meglio lo smartphone. Ad esempio, è possibile utilizzare la seconda schermata per scattare un selfie o per mostrare un'anteprima alla persona fotografata.

AndroidPIT huawei mate x front
In modalità aperta, il Mate X è dotato di un display OLED da 8 pollici! / © AndroidPIT

Lo schermo si attiva automaticamente quando si accende lo smartphone. Mate X rileva il modo in cui lo si utilizza e si adatta alle proprie esigenze. È pratico e funziona molto bene, ma ci vorrà sicuramente del tempo per imparare a gestire il dispositivo in modo efficace. Infatti, se le dita non vengono posizionate correttamente, lo smartphone può interpretare erroneamente la direzione in cui si utilizza il terminale.

Un tablet? No, uno smartphone!

Quando viene aperto, è necessario premere un piccolo pulsante che permette di godere di uno schermo OLED da 8 pollici (2480x2200 pixel) semplicemente magnifico. In generale, lo schermo Mate X offre colori ricchi, un bel contrasto e soprattutto un'eccellente luminosità. L'esperienza fornita da questo schermo è perfetta per la visualizzazione di qualsiasi tipo di file multimediale. Il futuro dei tablet sembra essere in serio pericolo se questo tipo di smartphone dovesse diffondersi nei prossimi anni.

AndroidPIT huawei mate x inside
Sul retro c'è una tripla fotocamera Leica, un flash a LED e un pulsante per sbloccare la modalità aperta o chiusa. / © AndroidPIT

Quando è aperto, Mate X ha uno spessore di soli 5,4mm rispetto agli 11mm quando è piegato. Huawei è particolarmente orgogliosa dell'assenza di un notch, un grande vantaggio rispetto al Galaxy Fold. Il sistema di piegatura sviluppato dall'azienda, invece, prende il nome di Falcon Wing.

L'unico lato negativo di questo grande schermo sono le impronte digitali che raccoglie e i più maniacali dovranno pulirlo regolarmente. L'utilizzo della tecnologia POLED può essere vantaggioso per i pieghevoli, ma attira molti riflessi. Per quanto riguarda questo punto, Huawei è stata molto discreta e non ha specificato il fornitore (LG, TCL o Samsung).

AndroidPIT huawei mate x flat
Non è un tablet! / © AndroidPIT

Il lettore di impronte digitali e il pulsante di accensione e spegnimento sono situati sul lato sinistro lungo una barra verticale. Il peso del dispositivo è contenuto e la sua distribuzione è molto buona, evitando spiacevoli sensazioni di apertura o chiusura del dispositivo.

Un piccolo miracolo tecnologico

Certo, questo Mate X è una piccola impresa dal punto di vista tecnologico. Mate X non solo si distingue per il design e il sistema di piegatura, ma offre anche le migliori caratteristiche tecniche del momento. L'ultimo processore Kirin 980, 8GB di RAM e 512GB di memoria interna (espandibile con le schede di memoria nano di Huawei) sono inclusi per garantire una navigazione fluida.

Per quanto riguarda le fotocamere, Huawei ha rinnovato la sua partnership con Leica offrendo tre sensori fotografici. La mia breve prova purtroppo non mi ha permesso di giudicare la qualità delle foto ma sono fiducioso sul risultato finale, considerando le prestazioni della Mate 20 Pro o del P20 Pro.

AndroidPIT huawei mate x inside2
Per essere un primo tentativo, la qualità sembra molto buona. / © AndroidPIT

Sul lato batteria, Mate X ne possiede due che raggiungono una capacità totale di 4500 mAh. Huawei offre anche per la prima volta una versione migliorata del Huawei SuperCharge da ben 55W di potenza, in grado di ricaricare il Mate X all'85% in 30 minuti. Lo smartphone è anche compatibile con il 5G grazie al modem proprietario Balong 5000 ed è inoltre dual SIM.

Un prezzo salato ma giustificato

E come ogni innovazione, ci sarà necessariamente un prezzo da pagare. Huawei Mate X rende la novità abbastanza cara, ben 2299 euro. Per il lancio saranno previsti due colori: nero e blu.

In mancanza di una data precisa di arrivo sul mercato, è noto che Huawei prevede di commercializzarlo durante la metà del 2019. Il suo lancio dipenderà anche da eventuali offerte 5G che gli operatori riusciranno proporre. Solo poche persone privilegiate saranno in grado di acquistare il Mate X per avere un assaggio del futuro.

AndroidPIT huawei mate x folded
L'innovazione ha un prezzo: 2299 euro! © AndroidPIT

Huawei Mate X – Specifiche tecniche

Dimensioni: 174,6 x 85,4 x 8,2 mm
Peso: 232 g
Capacità della batteria: 5000 mAh
Dimensioni del display: 7,2 pollici
Tecnologia display: AMOLED
Schermo: 2244 x 1080 pixel (441 ppi)
Fotocamera frontale: 24 megapixel
Fotocamera posteriore: 40 megapixel
Flash: LED
Versione Android: 9 - Pie
Interfaccia utente: Huawei EMUI
RAM: 6 GB
Memoria interna: 128 GB
Memoria removibile: microSD
Chipset: HiSilicon Kirin 980
Numero di core: 8
Velocità di clock: 2,6 GHz
Connettività: HSPA, LTE, NFC, Dual-SIM , Bluetooth 5.0

Giudizio iniziale

Royole, con il suo Flexpai, ha spianato la strada per questa nuova categoria di smartphone, ma, va detto, il design finale era più simile a quello di un prototipo. Huawei, d'altra parte, offre un prodotto di successo con un design premium e una straordinaria tecnologia. Il produttore cinese dimostra ancora una volta che non è necessariamente utile essere il primo a raggiungere il mercato.

Frutto di 3 anni di duro lavoro, il Mate X offre tutto quello che si poteva sognare di uno smartphone pieghevole: uno schermo molto bello, facilità d'uso e ingombro ridotto. Aggiungete a questo alcuni suggerimenti software, compatibilità 5G, caratteristiche tecniche di fascia alta e design intelligente e capirete perché penso che il Mate X sia il miglior smartphone che abbia mai visto dopo tanti anni.

Naturalmente, dovrò provare il Galaxy Fold prima di poter confrontare realmente gli smartphone pieghevoli dei due maggiori produttori al mondo. Ma una cosa è certa, il Mate X è il miglior smartphone del MWC 2019. Alla fine, solo il suo prezzo (2299 euro) ci ricorda che rimane soltanto un sogno e che probabilmente dovremo aspettare la seconda, o anche la terza generazione, prima che questa categoria possa diventare più accessibile.

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica